Marino/Castelli romani. PCI ringrazia per riuscita giornata di Festa comunista

Marino/Castelli romani. PCI ringrazia per riuscita giornata di Festa comunista

03/10/2023 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1442 volte!

Un momen­to del parte­ci­pa­to dibat­ti­to su nuo­vo ordine mon­di­ale


“Come vedi­amo dalle varie inizia­tive di Fes­ta delle local­ità castel­lane, così come nel resto d’Italia, ai cit­ta­di­ni, gio­vani e meno gio­vani, piace trascor­rere il tem­po in alle­gria con ami­ci, par­en­ti e conoscen­ti. E’ da questo spun­to ogget­ti­vo del­la realtà degli uomi­ni e delle donne che pre­sero vita le Feste de L’Unità, le Feste del PCI. — com­men­ta una nota del Par­ti­to Comu­nista Ital­iano dei Castel­li romani — Per questo, aggiun­sero uno spun­to che divenne per­no delle Feste comu­niste: il coni­u­gare Polit­i­ca e star bene insieme con ami­ci, par­en­ti, conoscen­ti, e, soprat­tut­to com­pag­ni. “Il PCI castel­lano lo sta ripro­po­nen­do rius­cen­do­ci — com­men­ta Ste­fano Ender­le, seg­re­tario del­la sezione PCI di Mari­no -. Infat­ti nonos­tante qualche avver­sità atmos­fer­i­ca, siamo rius­ci­ti, ringrazian­do soprat­tut­to i parte­ci­pan­ti, a man­tenere tutte le attiv­ità pre­viste, qui al Par­co di Bib­liopop, pochi giorni fa. Sia quelle a carat­tere culi­nario, apprez­za­tis­sime, sia quel­la polit­i­ca rius­ci­tis­si­ma.”. “Il bilan­cio eco­nom­i­co pos­i­ti­vo — com­men­ta Nico­la Casub­o­lo coor­di­na­tore del­la Fes­ta PCI — con­fer­ma che la for­mu­la fun­ziona e che, la neces­sità che ha un par­ti­to come il nos­tro che è in Ricostruzione, e che, sep­pur oscu­ra­to dai media nazion­ali sa far­si vedere sui ter­ri­tori, cioè quel­la di dis­porre di fon­di per l’attività polit­i­ca può e deve perseguire anche ques­ta stra­da. Del resto lo tes­ti­mo­nia ancor di più la rius­ci­ta del dibat­ti­to, sui temi non sem­pli­ci del nuo­vo ordine mon­di­ale, a cui com­pag­ni e cit­ta­di­ni, div­i­den­dosi tra un pani­no ed un piat­to di pas­ta, han­no deciso di vol­er assis­tere, pure inter­ve­nen­do”. “Tut­to ciò, rin­forza l’idea che una cer­ta lin­fa viene da ques­ta espe­rien­za — con­clude Vir­gilio Seu, di Gen­zano, diri­gente regionale e nazionale del PCI — e ci indi­ca che anche con una for­mu­la di mag­gior impeg­no propos­i­ti­vo, ad esem­pio più giorni, pos­si­amo il prossi­mo anno chiedere nuo­va­mente ai cit­ta­di­ni e ai com­pag­ni e com­pagne di inter­venire e con­tribuire alla con­fer­ma del­la nos­tra pro­pos­ta polit­i­ca, oltre che introiti eco­nomi­ci necess­sari alla pre­sen­za e dif­fu­sione del pen­siero e del pro­gram­ma comu­nista.”. Con questo ogget­ti­vo risul­ta­to pos­i­ti­vo, e con la fidu­cia per i prossi­mi impeg­ni, sia del­la futu­ra fes­ta che delle attiv­ità che nel frat­tem­po avran­no luo­go, elezioni incluse, le orga­niz­zazioni comu­niste che fan­no capo alle realtà orga­niz­zate di Grotta­fer­ra­ta, Mari­no, Albano, Aric­cia e Gen­zano si dichiara­no aper­ti a rice­vere appor­ti da nuovi sosten­i­tori, iscrit­ti e attivisti per Ricostru­ire il Par­ti­to Comu­nista Ital­iano anche dai Castel­li romani.

Related Images: