BARI, REA: “SU PARCO DELLA GIUSTIZIA SINDACO TORNI INDIETRO E TUTELI ANIMALI”

BARI, REA: “SU PARCO DELLA GIUSTIZIA SINDACO TORNI INDIETRO E TUTELI ANIMALI”

30/05/2023 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1068 volte!

“Il sin­da­co di Bari Decaro torni sui pro­pri pas­si e sospen­da imme­di­ata­mente la demolizione degli allog­gi mil­i­tari nel­la zona delle ex Caser­mette”. È per­en­to­rio e diret­to il moni­to del seg­re­tario nazionale del par­ti­to politi­co Riv­o­luzione Ecol­o­gista Ani­mal­ista, Gabriel­la Cara­man­i­ca, che in una nota stam­pa sot­to­lin­ea: “Sti­amo seguen­do con grande atten­zione quan­to sta acca­den­do nel­la cit­tà pugliese dove l’amministrazione comu­nale sta proce­den­do spedi­ta nel­la real­iz­zazione di un prog­et­to urban­is­ti­co nel cuore del rione Car­ras­si che rischia di avere un impat­to dev­as­tante sul­la avi­fau­na sel­vat­i­ca e sull’ambiente di quel­la porzione di ter­ri­to­rio. Un prog­et­to che avrà effet­ti neg­a­tivi su tut­ti gli ani­mali che in quel luo­go han­no cre­ato il loro habi­tat (ric­ci, colonie feline, ecc.) con poten­ziale strage degli stes­si ragione per la quale si rende obbli­ga­to­rio che, pri­ma del­la even­tuale e per­al­tro non fat­tibile demolizione, il sin­da­co deb­ba asso­lu­ta­mente provvedere a met­ter­li tut­ti in sicurez­za. Una impre­sa per­al­tro di non facile attuazione.

Siamo, dunque, di fronte ad una edi­fi­cazione insen­sa­ta, forte­mente volu­ta da un pri­mo cit­tadi­no che, inoltre, starebbe agen­do in totale con­trasto con la Diret­ti­va Euro­pea n. 2009/147/CE arti­co­lo 5, con la legge nazionale 157/1992 e la legge regionale del­la Puglia numero 59 del 2017. Per ques­ta ragione, Riv­o­luzione Ecol­o­gista Ani­mal­ista non mollerà un cen­timetro e si pone sin da subito al fian­co delle numerose asso­ci­azioni e comi­tati ter­ri­to­ri­ali che in queste ore stan­no chieden­do al comune di sospendere la demolizione degli allog­gi mil­i­tari. Chiara­mente se il pri­mo cit­tadi­no Anto­nio Decaro dovesse pros­eguire col suo immo­bil­is­mo isti­tuzionale, sarà nos­tra cura con­trastare il prog­et­to edilizio in tutte le oppor­tune sedi”, con­clude il seg­re­tario nazionale Rea, Gabriel­la Cara­man­i­ca.

Related Images: