Superbonus, Matteoni: “Rendere i crediti una moneta parallela. Effetti positivi per imprese”

Superbonus, Matteoni: “Rendere i crediti una moneta parallela. Effetti positivi per imprese”

13/01/2023 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1005 volte!

Super­bonus, Mat­teoni: “Ren­dere i cred­i­ti una mon­e­ta par­al­lela. Effet­ti pos­i­tivi per imp­rese”

“Tra le crit­ic­ità più ril­e­van­ti e attuali del Super­bonus figu­ra sen­za dub­bio la ques­tione lega­ta alla mas­sa di cred­i­ti rimasti in pan­cia alle imp­rese, che sec­on­do alcune stime rese note recen­te­mente, toc­chereb­bero i 5 mil­iar­di di euro che, al momen­to di oggi, risul­terebbe dif­fi­cile mon­e­tiz­zare. Tra le ipote­si in bal­lo c’è quel­la di trasfor­mar­li in finanzi­a­men­ti assis­ti­ti sul­la fal­sari­ga delle garanzie con­cesse in piena emer­gen­za pan­dem­i­ca. Oppure, tra le altre soluzioni che sareb­bero in fase di val­u­tazione al fine di sbloc­care la mas­sa dei cred­i­ti fis­cali rimasti incagliati, qual­cuno sug­gerirebbe una nuo­va ces­sione a dis­po­sizione degli isti­tu­ti ban­cari. Alla luce di questo con­testo in con­tin­ua evoluzione, la pro­pos­ta che fac­cio è che questi cred­i­ti, che lo ricor­do sono uffi­cial­iz­za­ti e cer­ti­fi­cati, potreb­bero essere uti­liz­za­ti come mon­e­ta alter­na­ti­va, insom­ma una sor­ta di mon­e­ta par­al­lela che si potrebbe uti­liz­zare per com­prare deter­mi­nati beni come una autovet­tura o un immo­bile, sen­za altri­men­ti dover rin­cor­rere ad un mutuo. Ques­ta pro­ce­du­ra innescherebbe, a mio giudizio, un cir­cuito vir­tu­oso par­al­le­lo di riduzione dei cred­i­ti, per chi ne ha tan­ti, e al con­tem­po con­sen­tirebbe di smuo­vere l’economia, con ben­efi­ci ed effet­ti pos­i­tivi sia per le imp­rese che per i pri­vati cit­ta­di­ni. Siamo di fronte a una pro­pos­ta così di buon­sen­so e così sem­plice che non com­pren­do per­ché non sia sta­ta anco­ra pre­sa in con­sid­er­azione dalle isti­tuzioni com­pe­ten­ti”.

Così, in una nota stam­pa, Mar­co Mat­teoni, ex pres­i­dente del­la Con­far­ti­giana­to Edilizia di Roma e del Lazio, nonché tra i prin­ci­pali play­er nel­la riqual­i­fi­cazione immo­bil­iare ed ener­get­i­ca

Related Images: