Ordine dei medici di Trapani: è boom di iscritti

Ordine dei medici di Trapani: è boom di iscritti

21/10/2022 0 Di Carmela Barbara

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 967 volte!

Sono 407 i nuovi medici iscrit­ti, dal 2020 al 30 set­tem­bre di quest’anno, nel­l’Al­bo pro­fes­sion­ale dei Medici chirurghi e odon­toia­tri del­la provin­cia di Tra­pani. 57 di questi sono iscrit­ti nel­l’e­len­co degli Odon­toia­tri, gli altri 350 nel­l’e­len­co dei Medici Chirurghi.

Sono numeri sig­ni­fica­tivi – affer­ma il dot­tore Vito Bar­ra­co, pres­i­dente del­l’OM­CEO di Tra­pani – che dimostra­no come tan­ti gio­vani abbiano voglia di intrapren­dere la pro­fes­sione di medico anco­ra oggi. Numeri che, gra­zie alla cir­co­lare emana­ta dal Min­is­tero del­la Salute, potran­no con­sen­tire alla san­ità provin­ciale di rimpin­guare quei posti vacan­ti spe­cial­mente nei pre­si­di delle Guardie Mediche e Guardie Mediche Tur­is­tiche pre­sen­ti nel ter­ri­to­rio”.

La cir­co­lare a cui il pres­i­dente Bar­ra­co fa rifer­i­men­to è quel­la che, inseri­ta nel decre­to legge n.18 del 17 mar­zo 2020, ha aboli­to l’esame di Sta­to per l’abilitazione alla pro­fes­sione med­ica. La nor­ma prevede che i lau­re­ati in Med­i­c­i­na in pos­ses­so di giudizio di idoneità del tirocinio prati­co val­u­ta­ti­vo sono da “riten­er­si abil­i­tati alla professione”.

Ques­ta nor­ma è sta­ta cer­ta­mente un incen­ti­vo per tan­ti gio­vani lau­re­ati che ven­gono, di fat­to, immes­si al lavoro con tem­pi molto più rapi­di rispet­to al pas­sato — spie­ga anco­ra il dot­tore Bar­ra­co -. La cir­co­lare min­is­te­ri­ale, tra l’al­tro, ha pre­vis­to in aggiun­ta che Il Pres­i­dente del­l’Or­dine dei Medici, di ogni sin­go­la realtà, fac­cia parte di dirit­to delle com­mis­sioni di lau­rea del­la facoltà di Med­i­c­i­na e Chirur­gia, dan­do quin­di mag­giore peso all’Or­dine nel­la val­u­tazione dei lavori delle ses­sioni di lau­rea”.

I nuovi medici iscrit­ti sono abil­i­tati all’e­ser­cizio del­la pro­fes­sione e pos­sono far­lo soprat­tut­to nelle Guardie mediche e Guardie tur­is­tiche, oltre che in altri servizi territoriali.

Chiara­mente sono medici che poi prover­an­no a fare il con­cor­so per le scuole di spe­cial­iz­zazione oppure il cor­so di Medico di med­i­c­i­na gen­erale – pre­cisa il dot­tor Vito Bar­ra­co -. Serve ad attutire l’e­mer­gen­za medici? Asso­lu­ta­mente sì, dai dati che abbi­amo va sot­to­lin­eato che non tut­ti i posti di Guardia med­ica e Guardia med­ica tur­is­ti­ca si riescono a coprire con i medici che abbi­amo.  Riman­gono dei pre­si­di scop­er­ti per­chè non c’è un numero di medici che accetta l’in­car­i­co. E su questo aspet­to – con­clude il pres­i­dente del­l’Or­dine dei Medici Chirurghi ed Odon­toia­tri del­la provin­cia di Tra­pani – dob­bi­amo non solo inter­rog­a­r­ci seri­amente ma anche indi­vid­uare le nec­es­sarie con­tro­misure”.