Lazio, Assotutela: “Delibera Regione lesiva dei diritti dei disabili”

Lazio, Assotutela: “Delibera Regione lesiva dei diritti dei disabili”

22/02/2022 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 655 volte!

Regione Lazio, nei con­fron­ti dei dis­abili entra in vig­ore una dis­po­sizione alta­mente lesi­va del­la dig­nità di chi è in con­dizione di fragilità, con pro­fili che rasen­tano la incos­ti­tuzion­al­ità”. Lo dichiara il pres­i­dente di Asso­Tutela Michel Mar­i­ta­to che spie­ga: “Si trat­ta del­la delib­era del­la giun­ta regionale 979 approva­ta nel 2020, sospe­sa per la pan­demia, che entra in vig­ore dal prossi­mo 31 mar­zo e prevede l’espulsione degli assis­ti­ti dal cen­tro riabil­i­ta­ti­vo semi­res­i­den­ziale se si super­a­no i 20 giorni di assen­za l’anno. Spi­ace con­statare – osser­va il pres­i­dente – che il provved­i­men­to, più che guardare alla situ­azione di dif­fi­coltà in cui si trovano i sogget­ti pre­si in cari­co, spes­so bisog­nosi di cure, vis­ite, con­trol­li che richiedono assen­ze nec­es­sarie, appli­ca sen­za alcu­na flessibil­ità un prin­ci­pio mera­mente economico/contabile che non con­tem­pla in alcun modo gli aspet­ti sociosan­i­tari e le par­ti­co­lari e pecu­liari esi­gen­ze di atten­zione di cui abbisog­nano le per­sone frag­ili. Con­cedere soltan­to 20 giorni l’anno, ovvero poco più di un giorno al mese di assen­za, sig­nifi­ca non conoscere la realtà di una famiglia che vive con un dis­abile grave. Non si com­prende come mai i dis­abili in gra­do di lavo­rare, pos­sano fruire con la legge 104 di tre giorni al mese di assen­za per cure e accer­ta­men­ti, men­tre a quel­li più gravi, assis­ti­ti nei cen­tri è con­sen­ti­ta meno del­la metà di tali assen­ze. Una schizofre­nia intoller­a­bile – chiosa Mar­i­ta­to – e Asso­Tutela cercherà di ved­er­ci chiaro, fino ad adire le vie legali se si palesino vio­lazioni di qual­si­asi tipo”.