POLITICHE, MATTEONI: “AL NUOVO GOVERNO IL DOVERE DI SALVAGUARDARE IL COMPARTO EDILIZIO”

POLITICHE, MATTEONI: “AL NUOVO GOVERNO IL DOVERE DI SALVAGUARDARE IL COMPARTO EDILIZIO”

28/09/2022 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 462 volte!

“Le elezioni politiche del 25 set­tem­bre scor­so han­no delin­eato un risul­ta­to chiaro e net­to: il cen­trode­stra andrà a gov­ernare e Gior­gia Mel­oni sarà pre­mier in un con­testo socio-eco­nom­i­co com­pli­ca­to e del­i­ca­to. Augu­ran­do buon lavoro al Par­la­men­to elet­to e a quel­lo che sarà il nuo­vo gov­er­no, l’auspicio è che nel­la XIX leg­is­latu­ra si pos­sa lavo­rare con mag­gior impeg­no e mag­gior con­cretez­za per la tutela e la val­oriz­zazione del com­par­to edile, in questi mesi mes­so in ginoc­chio dal­la emer­gen­za pan­dem­i­ca, dagli effet­ti del­la guer­ra ucraino-rus­sa e adesso dal­la ques­tione ener­get­i­ca, che sta facen­do schiz­zare i prezzi di bol­lette e mate­ri­ali. Vedremo dunque se Par­la­men­to e nuo­vo gov­er­no sapran­no intrapren­dere mis­ure e provved­i­men­ti traspar­en­ti e inci­sivi, che non rimangano lode­voli solo nel­la teo­ria: provved­i­men­ti legati anche al rin­no­va­men­to del pat­ri­mo­nio edilizio in fun­zione del­la tran­sizione eco­log­i­ca. In questo quadro, sono nec­es­sarie e impro­cras­tin­abili mis­ure strut­turali, di ampio respiro, nonché finanzi­a­men­ti e inves­ti­men­ti robusti per il set­tore, a sosteg­no di tutte quelle aziende edili che oggi rischi­ano di chi­ud­ere i bat­ten­ti, man­dan­do sul las­tri­co impren­di­tori e lavo­ra­tori. Bisogna evitare gli errori del pas­sato, snel­len­do le pro­ce­dure buro­cratiche e leg­isla­tive su mis­ure come il Super­bonus, stru­men­to asso­lu­ta­mente lode­v­ole e impor­tante ma che ha subito in queste set­ti­mane tal­mente tante mod­i­fiche da com­pli­carne gli effet­ti e dan­neg­gian­do per assur­do imp­rese e cit­ta­di­ni. Atten­di­amo dunque il mese di otto­bre per iniziare a com­pren­dere come il nuo­vo gov­er­no si vor­rà muo­vere, noi sare­mo qui a vig­i­lare a tutela del mon­do dell’edilizia e del suo indot­to eco­nom­i­co e professionale”.
A sot­to­lin­ear­lo, in una nota, è Mar­co Mat­teoni, ex pres­i­dente del­la Con­far­ti­giana­to Edilizia di Roma e del Lazio, nonché tra i prin­ci­pali play­er nel­la riqual­i­fi­cazione immo­bil­iare ed energetica.