Roma. PCI aderisce a campagna #AggiungetemiAllaLista. Libertà virale

Roma. PCI aderisce a campagna #AggiungetemiAllaLista. Libertà virale

15/06/2022 1 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2613 volte!

La dott.ssa Sara Reginel­la, autrice e documentarista


Il #PCI a sosteg­no del­la cam­pagna pro­mossa da Sara Reginel­la, autrice e doc­u­men­tarista, attra­ver­so l’hashtag #Aggiungetemi­Al­laL­ista, mot­to di sol­i­da­ri­età che vi invi­ti­amo a con­di­videre, affinché in futuro nes­suno deb­ba avere pau­ra di man­i­festare il pro­prio pen­siero o deb­ba temere nel rac­con­tare fat­ti, tes­ti­mo­nian­do un’al­tra ver­ità o sem­plice­mente ester­nan­do un pun­to di vista non allineato alla pro­pa­gan­da osteggia­ta dall’Occidente e dal #gov­er­no #Draghi. Vivi­amo in un paese in cui chi si oppone all’escalation bel­li­ca, chi spon­soriz­za soluzioni diplo­matiche e politiche, chi è con­trario all’invio di armi in Ucraina viene scheda­to e inser­i­to in una lista, pub­bli­ca­ta dal Cor­riere del­la Sera, dopo un’azione incred­i­bil­mente dili­gente e sol­erte dei Servizi Seg­reti, che dovreb­bero occu­par­si di ques­tioni ben più serie.

A destra nel­la foto, Mau­ro Albore­si, seg­re­tario nazionale del PCI ad una recente inizia­ti­va sul­la pace, in Liguria


In una vera e pro­pria deba­cle cul­tur­ale indeg­na in cui esiste e si ampli­fi­ca la demo­niz­zazione di chi dis­cute e non si pie­ga a un mod­el­lo di comu­ni­cazione uni­di­rezionale il #PCI si schiera uni­ta­mente e mas­si­va­mente dal­la parte di tut­ti col­oro che cer­cano di fare il pro­prio lavoro in lib­ertà, con onestà intel­let­tuale, sen­za vin­coli, dik­tat e forza­ture da parte dell’informazione lib­erale e che rischi­ano di essere “marchiati a fuo­co” e di sub­ìre seri dan­ni sul piano lavo­ra­ti­vo e nel con­testo sociale.