Roma. Riunito il Coordinamento cittadino del PCI di Roma: alla guida eletto Eros Mattioli

Roma. Riunito il Coordinamento cittadino del PCI di Roma: alla guida eletto Eros Mattioli

27/02/2022 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1897 volte!

Eros Mat­ti­oli, durante una recente inizia­ti­va pubblica


Saba­to 26 in video­con­feren­za, pre­siedu­ta da Gia­co­mo De Ange­lis, del­la seg­rete­ria nazionale del Par­ti­to Comu­nista Ital­iano, si è svol­ta l’importante riu­nione del “Coor­di­na­men­to cit­tadi­no del PCI di Roma”. Agile organ­is­mo a dimen­sione del­la Cap­i­tale per quan­to attiene al ruo­lo dei comu­nisti in cit­tà. Durante il profi­c­uo dibat­ti­to che ave­va all’ordine del giorno l’elezione del­la gui­da di tale organ­is­mo, si è anche pro­ce­du­to alla coop­tazione di Nor­ber­to Natali – stori­co diri­gente comu­nista e del­la sin­is­tra romana e nazionale — . Dopo l’esito del voto unanime, Eros Mat­ti­oli ha dichiara­to: “Rice­vo l’in­car­i­co di Coor­di­na­tore del PCI di Roma con piacere. Con­sapev­ole del grave momen­to e dell’impegno nec­es­sario col­let­ti­vo da parte di tut­to il Par­ti­to cui darò l’apporto che mi è richiesto. Roma è una cit­tà molto com­p­lessa, etero­ge­nea. In ogni ango­lo del­la cit­tà vi sono con­flit­ti e con­trad­dizioni. Insieme ai com­pag­ni con i quali col­lab­o­ra­vo e col­la­bor­erò insis­ter­e­mo con l’al­larga­men­to del par­ti­to a Roma e den­tro la fed­er­azione provin­ciale. Fed­er­azione provin­ciale, gui­da­ta dal­la figu­ra di spes­sore di Vir­gilio Seu che ci darà sicurez­za e con il quale siamo in totale sin­to­nia.” Per quan­to agli ind­i­rizzi e impeg­ni il diri­gente comu­nista non ha dub­bi: “Rior­ga­niz­zazione del par­ti­to, aper­tu­ra del pro­gram­ma del Pci ai nos­tri iscrit­ti e sim­pa­tiz­zan­ti e una strut­tura del par­ti­to che si muo­va in maniera uni­vo­ca, por­tan­do ovunque le ragioni dei comu­nisti. La sfi­da è dif­fi­cile, lo vedi­amo in queste ore, con una guer­ra in atto per la quale il par­ti­to assume una posizione cor­ret­ta di denun­cia del­l’a­van­za­men­to del­la Nato e dei fat­ti stori­ci in Don­bass che han­no gen­er­a­to reazione di Mosca, per la quale siamo pre­oc­cu­pati. Anche a Roma, — ha con­clu­so nel­la sua pri­ma dichiarazione Eros Mat­ti­oli — già nei prossi­mi giorni pro­muover­e­mo inizia­tive con­tro la guer­ra, per l’us­ci­ta dal­la Nato e con­tro il carovi­ta che si abbat­te sulle famiglie e sui lavo­ra­tori e sulle lavo­ra­tri­ci. Le scuole e i luoghi di lavoro sono alla base del­la nos­tra azione da qui al futuro. Cercher­e­mo tut­ti insieme di essere all’al­tez­za del­la sfi­da. Buon lavoro ai comu­nisti romani!”. Da parte sua, Vir­gilio Seu, seg­re­tario del­la Fed­er­azione Met­ro­pol­i­tana del PCI di Roma, pre­sente alla video­con­feren­za, ha volu­to così com­mentare: “Grande apprez­za­men­to, per l’elezione di Eros Mat­ti­oli. Le capac­ità di Eros e l’at­tac­ca­men­to al Par­ti­to ed ai suoi val­ori, sono garanzia di un lavoro profi­c­uo a favore dei lavo­ra­tori e di quan­ti stan­no viven­do, dram­mati­ca­mente, la crisi.”. Eros Mat­ti­oli è un oper­a­tore e diri­gente del mon­do del­lo sport. Già apprez­za­to atle­ta, impeg­na­to nel­lo sport sociale a Borgh­e­siana come allena­tore, gui­da, e affid­abile orga­niz­za­tore. E’ sposato e padre di due figli.