Frosinone. Dopo Congresso, confermato Bruno Barbona alla guida dei comunisti ciociari

Frosinone. Dopo Congresso, confermato Bruno Barbona alla guida dei comunisti ciociari

24/02/2022 1 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1341 volte!

Bruno Bar­bona, pri­mo a destra


“Suc­ces­si­va­mente al Con­gres­so svoltosi nelle set­ti­mane scorse, i comu­nisti sono impeg­nati nel­la definizione del­la lin­ea polit­i­ca a favore dei lavo­ra­tori, con­tro il Gov­er­no Draghi, per la Pace, con­tro le mire impe­ri­al­iste di USA e NATO assec­on­date dal­la UE, oltre che a con­tin­uare l’impegno in dife­sa dell’ambiente e per la salute.” Così com­men­ta la riu­nione del Comi­ta­to Fed­erale PCI di Frosi­none Bruno Bar­bona, con­fer­ma­to alla gui­da dei comu­nisti cio­cia­ri – Infat­ti, il 23 feb­braio 2022 alle ore 18,00, in video­con­feren­za si è tenu­ta la riu­nione del Comi­ta­to Fed­erale del­la Fed­er­azione del PCI di Frosi­none, elet­to dal con­gres­so provin­ciale. Il dibat­ti­to è segui­to alla espo­sizione dell’odg che Ugo Moro, Pres­i­dente del Con­gres­so svolto, invi­tan­do ad eleg­gere il Seg­re­tario e la seg­rete­ria. Del Comi­ta­to Fed­erale elet­to, molti i com­pag­ni che pure nel­la modal­ità telem­at­i­ca han­no pre­so parte all’importante appun­ta­men­to. Oltre ad MORO Ugo, han­no parte­ci­pa­to: VASETTI Antoni­et­ta, CLEMENTI Ita­lo, FERONE Pietro, DELLA POSTA Oreste, MASTRANGELI Anto­nio, RISICA Mar­co, ANGHETTI Benedet­to, DI SANTO Anna Maria, INGLESI Guer­ri­no, CAPRIO Clau­dio, GIANNITTI Antonel­la, BARBONA Bruno, PANFILI Ornel­la, LUCARELLI Antonel­la, MAGNAPERA Anto­nio. Il Pres­i­dente avan­za la pro­pos­ta di con­fer­mare Bruno Bar­bona alla gui­da del PCI di Frosi­none e provin­cia. Bruno Bar­bona inter­viene e invi­ta a riflet­tere sul­la oppor­tu­nità di indi­vid­uare nuove leve – con­sid­er­a­to che ci sono — a cui affi­dare la direzione polit­i­ca del par­ti­to. Ma, nei loro inter­ven­ti Anghet­ti, Del­la Pos­ta, Mas­trangeli, Vaset­ti, Risi­ca ed Ingle­si, pur con­div­i­den­do la rif­les­sione di Bar­bona, riten­gono che la situ­azione del­la attuale fase polit­i­ca non con­sen­s­ta ques­ta dis­con­ti­nu­ità. Anzi è nec­es­sario pro­prio l’affidamento alla con­ti­nu­ità di direzione polit­i­ca. Insieme al col­lega­men­to di video­con­feren­za, ven­gono uti­liz­za­ti anche con­tat­ti solo tele­foni­ci per avere mag­gior parte­ci­pazione alla scelta in atto. Così, intan­to che la Pres­i­den­za del­la riu­nione era sta­ta assun­ta da Anna Maria di San­to, ven­gono svolte le oper­azioni di voto. Il risul­ta­to è che dati i parte­ci­pan­ti, inclusi quat­tro invi­tati per­ma­nen­ti, il voto sul seg­re­tario vede tut­ti favorevoli alla rin­con­fer­ma di Bruno Bar­bona (il quale è l’unico ad asten­er­si). Nel­la sedu­ta suc­ces­si­va che sarà con­vo­ca­ta si darà vita agli incar­ichi e all’elezione del­la nuo­va seg­rete­ria che accom­pa­g­n­erà Bar­bona in ques­ta rin­no­va­ta sfi­da del PCI.

Bruno-Bar­bona-pri­mo-a-destra