ROMA, ASSOTUTELA: “AMA, KAFKA È DI CASA NELLE ISOLE ECOLOGICHE”

ROMA, ASSOTUTELA: “AMA, KAFKA È DI CASA NELLE ISOLE ECOLOGICHE”

02/02/2022 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2082 volte!

“Smal­ti­men­to rifiu­ti ingom­bran­ti: alzi la mano chi non si è accor­to del­la martel­lante cam­pagna per invitare i cit­ta­di­ni a por­tar­li nelle cosid­dette ‘isole eco­logiche’ dell’Ama, ovvero quei cen­tri di rac­col­ta pre­sen­ti in ogni munici­pio”. Lo dichiara il pres­i­dente di Asso­Tutela Michel Mar­i­ta­to che con­tin­ua: “Purtrop­po i tan­ti buoni proposi­ti dell’azienda si infran­gono al cospet­to di intoller­a­bili regole buro­cratiche che cre­ano situ­azioni para­dos­sali. Vi rac­con­ti­amo la sto­ria di Pietro, che il 31 gen­naio arma­to di buona volon­tà, ha mes­so in macchi­na un tostapane elet­tri­co e una vec­chia stam­pante da com­put­er. Si è diret­to all’isola eco­log­i­ca del suo munici­pio, non pro­prio vicinis­si­ma all’abitazione ma una vol­ta arriva­to, non ha potu­to con­ferire il mate­ri­ale, per­ché pri­vo dell’ultima rata del­la bol­let­ta Ta.ri. in for­ma­to car­taceo. Ė da rim­prover­are Pietro, per­ché non ha avu­to la pazien­za di con­sultare il sito dell’Ama – ironiz­za il pres­i­dente – altri­men­ti avrebbe let­to che era nec­es­sario recare con sé tale doc­u­men­to. Però viene da chieder­si come mai, un’azienda di tale por­ta­ta ignori quan­to sta­bil­i­to dall’articolo 43 del decre­to del pres­i­dente del­la Repub­bli­ca 445 del 2000, ripreso e amplia­to dal dal­l’ar­ti­co­lo 15 com­ma 1 del­la Legge 12 novem­bre 2011 numero 183, sec­on­do il quale: ‘le sin­gole ammin­is­trazioni non pos­sono richiedere atti o cer­ti­fi­cati con­cer­nen­ti fat­ti, sta­ti e qual­ità per­son­ali che risulti­no attes­ta­ti in doc­u­men­ti già in loro pos­ses­so o che esse stesse siano tenute a cer­ti­fi­care’, tan­to per par­lare di sem­pli­fi­cazione”, chiarisce Mar­i­ta­to. “Per­ché, con una tas­sa che garan­tisce 800milioni non si riesce a isti­tuire nelle isole un uffi­cio ammin­is­tra­ti­vo atto a tali ver­i­fiche? Ė evi­dente che non si vuole sem­pli­fi­care la vita al cit­tadi­no, specie a quel­lo vir­tu­oso che con­ferisce nei cen­tri rac­col­ta”, con­clude Mar­i­ta­to.

Related Images: