Marino. PCI Confermato segretario Stefano Enderle. Impegno della sezione comunista per il 27 gennaio e 10 febbraio

Marino. PCI Confermato segretario Stefano Enderle. Impegno della sezione comunista per il 27 gennaio e 10 febbraio

26/01/2022 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2067 volte!

Ste­fano Ender­le, operaio, rielet­to Seg­re­tario del­la Sezione PCI di Marino


Il Par­ti­to Comu­nista Ital­iano sta perseguen­do la pro­pria ricostruzione per met­tere a dis­po­sizione dei lavo­ra­tori, delle donne e dei gio­vani uno stru­men­to anti­co, ma anche il più mod­er­no: una forte orga­niz­zazione. L’obbiettivo è ren­dere conc­re­ta la gius­ta anal­isi del­la lot­ta tra le clas­si sociali, e la rispos­ta adegua­ta che sta per arrivare al sec­on­do con­gres­so nazionale. Intan­to le istanze locali han­no prodot­to con­fron­to, dibat­ti­to e pre­sen­za polit­i­ca. E’ in questo per­cor­so e in questo agire che anche a Mari­no, pres­so la sezione PCI “Enri­co Berlinguer” si è svolto il con­gres­so locale. Qui si è con­fer­ma­ta la lin­ea polit­i­ca nazionale. Qui si sta parte­ci­pan­do a ren­dere più forte e rad­i­ca­to il par­ti­to a Mari­no, nei Castel­li romani, nel Lazio. E’ sta­to dato un parere ampia­mente pos­i­ti­vo per la pro­va elet­torale alle comu­nali — sep­pure insuf­f­i­cente ai fini del­la rap­p­re­sen­tan­za – sia per la pre­sen­za di centi­na­ia di sosten­i­tori comu­nisti anche nell’urna; sia per il can­dida­to sin­da­co, Ste­fano Ender­le, che ha ripor­ta­to tan­ti voti, seg­no di grande apprez­za­men­to. Pro­prio gra­zie alla sti­ma e al grande lavoro politi­co e orga­niz­za­ti­vo del seg­re­tario uscente, il nuo­vo Comi­ta­to Diret­ti­vo ha chiesto a Ste­fano Ender­le di con­tin­uare a guidare i comu­nisti a Mari­no. All’unanimità, così come l’elezione dell’organismo diri­gente, questo è sta­to rat­i­fi­ca­to nei giorni scorsi.

Ste­fano Ender­le con il seg­re­tario nazionale Mau­ro Albore­si e Cristi­na Cirillo


“Oltre che ringraziare tut­ti i com­pag­ni per la fidu­cia – ha com­men­ta­to il seg­re­tario con­fer­ma­to – ten­go a sot­to­lin­eare che la nos­tra alter­na­tiv­ità al PD è nelle cose che pro­prio questo par­ti­to dimostra giorno dopo giorno. Allo stes­so modo con­fer­mo che la nos­tra inizia­ti­va locale sarà sem­pre vol­ta, con asso­ci­azioni, cit­ta­di­ni e forze demo­c­ra­tiche, ad indi­care soluzioni per prob­le­mi pic­coli e gran­di come tes­ti­mo­ni­a­to dal nos­tro pro­gram­ma elet­torale. Inoltre – con­clude Ender­le – il nos­tro prin­ci­pale carat­tere di rispet­to del­la Cos­ti­tuzione, di sal­va­guardia del­la Repub­bli­ca demo­c­ra­t­i­ca antifascista nata dal­la Resisten­za, sarà per­ma­nente. Per questo, pur non poten­do essere pre­sente all’iniziativa dell’ANPI del 27 alla Sala Lep­an­to, il PCI sarà ugual­mente rap­p­re­sen­ta­to col com­pag­no Nico­la Casub­o­lo, Tesoriere del­la sezione neoelet­to. Men­tre tut­ti sare­mo pre­sen­ti all’appuntamento del 10 feb­braio a Bibliopop”.

Nico­la Casub­o­lo, PCI Tesoriere neoeletto