Capodanno, Caramanica(RAE): “Con botti altro bollettino di guerra a danno di animali, persone e ambiente”

Capodanno, Caramanica(RAE): “Con botti altro bollettino di guerra a danno di animali, persone e ambiente”

04/01/2022 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 616 volte!

“Pic­co record di polveri sot­tili ed inquina­men­to alle stelle, numerose per­sone ferite, centi­na­ia gli ani­mali mor­ti o scap­pati e di cui non si conosce più la loro sorte. Anco­ra una vol­ta, purtrop­po, Riv­o­luzione Ecol­o­gista Ani­mal­ista si ritro­va a con­dannare e stig­ma­tiz­zare con sdeg­no il vero e pro­prio bol­let­ti­no di guer­ra, dovu­to ai bot­ti di Capo­dan­no. La notte di San Sil­ve­stro, infat­ti, ha nuo­va­mente e palese­mente mostra­to l’incapacità delle isti­tuzioni di con­trol­lare un fenom­e­no che ogni anno pre­oc­cu­pa e crea dan­ni a esseri umani, ambi­ente e mon­do ani­male. Eppur i comu­ni sem­bra­vano aver accolto i nos­tri appel­li, provve­den­do a emanare ordi­nanze speci­fiche con­tro i bot­ti, che ave­vano fat­to pure ben sper­are. Ma poi nel­la notte tra il 31 dicem­bre e il Pri­mo gen­naio, ecco pale­sar­si il soli­to prob­le­ma all’italiana: la man­can­za di con­trol­lo, la caren­za di mon­i­tor­ag­gio del ter­ri­to­rio che han­no con­dot­to all’utilizzo smisura­to di giochi pirotec­ni­ci rumor­osi e peri­colosi, come petar­di, che han­no ucciso tan­ti poveri cani e gat­ti. L’auspicio, che sa di sol­lecitazione isti­tuzionale, è che anche i Comu­ni e gli altri enti locali com­bat­tano con mag­gior vig­ore questo triste e tragi­co fenom­e­no: è inam­mis­si­bile dover rac­con­tare ogni inizio di anno questo dram­mati­co bol­let­ti­no di guerra”.
Così, in una nota, il seg­re­tario nazionale del par­ti­to Riv­o­luzione Ecol­o­gista Ani­mal­ista, Gabriel­la Caramanica.