L’olio pontino ai vertici dell’olivicoltura mondiale

L’olio pontino ai vertici dell’olivicoltura mondiale

13/04/2017 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 4375 volte!

Al Sol&Agrifood di Verona, Sol d’Oro per Cos­mo di Rus­so al Con­cor­so Inter­nazionale dei oli migliori extravergine. Pre­mio spe­ciale del Gam­bero Rosso ad Alfre­do Cetrone “DE”. 8 olivi­coltori del­la provin­cia di Lati­na con­quis­tano le Tre Foglie nel­la gui­da Oli d’Italia 2017.

L’olio del­la DOP Colline Pon­tine si con­fer­ma tra le eccel­len­ze uni­ver­sali del set­tore olivi­co­lo e oleario. Cos­mo di Rus­so (Gae­ta) ha vin­to il Sol d’Oro nel­la cat­e­go­ria Frut­ta­to Medio, una delle mas­sime cer­ti­fi­cazioni di qual­ità dell’omonimo con­cor­so plan­e­tario, orga­niz­za­to da Veron­afiere nell’ambito del Sol&Agrifood. Le Gran men­zioni sono andate a: Vil­la Pon­ti­na (Son­ni­no) e Az. Agr. Bio. Pao­la Orsi­ni (Priver­no) per il Bio­logi­co; Casale San Gior­gio (April­ia) per il Frut­ta­to Leg­gero; Az. Agr. Alfre­do Cetrone (Son­ni­no) per il Mono­va­ri­etale.

La giran­dola delle pre­mi­azioni si è svol­ta nel cor­so del­la rasseg­na scalig­era ded­i­ca­ta all’Agroalimentare di Qual­ità, alla quale han­no parte­ci­pa­to dal 9 al 12 Aprile 13 olivi­coltori del­la Provin­cia di Lati­na, tra quel­li vinci­tori del 12° Con­cor­so ‘L’Olio delle Colline’, ader­en­ti allo stand del Capol nell’area Unaprol. L’olio del­la DOP Colline Pon­tine e le olive da men­sa DOP Oli­va Gae­ta sono state pro­tag­o­niste di degus­tazioni gui­date ed infor­mate, con­veg­ni e Demo Food, in col­lab­o­razione con l’Aspol e il Con­sorzio per la Tutela e la Val­oriz­zazione dell’Oliva di Gae­ta DOP.

Al Salone di Verona, all’interno di queste inizia­tive pro­mozion­ali, insieme alle due DOP locali, anche per mez­zo di un appos­i­to menu stu­di­a­to per l’occasione, sono state por­tate a conoscen­za del grande pub­bli­co prove­niente da tut­to il mon­do altre tipic­ità storiche del­la tradizione ali­menta­re del ter­ri­to­rio provin­ciale lati­nense: pomodor­i­ni tor­pedi­no di Fon­di, moz­zarel­la di bufala dell’Agro Pon­ti­no, tiel­la di Gae­ta, sal­s­ic­cia di Monte San Bia­gio, olive Itrana Bian­ca, pane di San­ti Cos­ma e Dami­ano, ciammel­la cresci­u­ta di Priver­no, cro­sta­tine di vis­ci­ole di Sezze.

Durante il Taste of Busi­ness, è sta­ta pre­sen­ta­ta l’edizione 2017 del­la pres­ti­giosa gui­da Oli d’Italia. Il Gam­bero Rosso ha attribuito il Pre­mio spe­ciale Miglior Frut­ta­to Del­i­ca­to Cat­e­go­ria Leg­gero ad Alfre­do Cetrone “DE”. La DOP Colline Pon­tine e il suo areale inoltre han­no fat­to incetta di Tre Foglie con: Az. Agr. Alfre­do Cetrone (Son­ni­no), Az. Agr. Cos­mo Di Rus­so (Gae­ta), Az. Agr. Lucia Ian­not­ta (Son­ni­no), Az. Agr. Bio. Pao­la Orsi­ni (Priver­no), La Tenu­ta dei Ricor­di (Leno­la), Az. Agr. È.D.Enrico (Formia), Casale San Gior­gio (April­ia), Az. Agr. Rosa et Meo di Cat­ul­lo Man­cioc­chi (Cori).

“Tor­ni­amo a casa con l’ulteriore dimostrazione dell’elevato liv­el­lo qual­i­ta­ti­vo rag­giun­to dal nos­tro olio extravergine d’oliva, carat­ter­iz­za­to dal­la cul­ti­var autoc­tona Itrana, che si attes­ta ai ver­ti­ci del panora­ma mon­di­ale di set­tore — spie­ga Lui­gi Cen­tau­ri, pres­i­dente del Capol – un’escalation che già da anni si ripro­va dalle man­i­fes­tazioni provin­ciali a quelle inter­nazion­ali, a suon di otti­mi risul­tati, frut­to del­la pas­sione, del lavoro, del­la com­pe­ten­za, del­la for­mazione e del costante aggior­na­men­to di tut­ti gli oper­a­tori del­la fil­iera.”

Mar­co Castal­di

Addet­to Stam­pa & OLMR

Related Images: