Pomezia: canone concordato per gli affitti delle case, sottoscritto l’accordo

Pomezia: canone concordato per gli affitti delle case, sottoscritto l’accordo

20/10/2015 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 3436 volte!

Pomezia_torre_e_municipioCanone con­corda­to per gli affit­ti delle case, sot­to­scrit­to l’accordo ter­ri­to­ri­ale tra inquili­ni e pro­pri­etari

 E’ sta­to sot­to­scrit­to il 29 set­tem­bre scor­so l’accordo ter­ri­to­ri­ale per il Comune di Pomezia sul canone con­corda­to per i con­trat­ti di locazione tra le asso­ci­azioni degli inquili­ni (SUNIA, SICET, FEDERCASA) e quelle dei pro­pri­etari di immo­bili (APPC, ARPE, ASPPI, CONFAPPI).

L’accordo, che arri­va a segui­to di diver­si incon­tri tra le asso­ci­azioni e il Comune di Pomezia, con­sente ai pro­pri­etari, come sta­bil­i­to dal Rego­la­men­to per l’imposta uni­ca comu­nale (IUC), di ben­e­fi­cia­re del­la riduzione del­lo 0,06‰ dell’aliquota delib­er­a­ta per le sec­onde case che ven­gono messe in locazione a canone con­corda­to e uti­liz­zate come abitazione prin­ci­pale.

“Siamo rius­ci­ti a giun­gere ad un accor­do uni­tario – spie­ga l’Assessore Veron­i­ca Fil­ip­pone – che è uno stru­men­to impor­tante per i cit­ta­di­ni pro­pri­etari di immo­bili e i cit­ta­di­ni inquili­ni, soprat­tut­to in un momen­to stori­co di grande crisi come quel­lo che sti­amo attra­ver­san­do. Affittare una casa a canone con­corda­to da una parte tutela gli affit­tuari con un con­trat­to a canone agevola­to, dall’altra con­sente ai pro­pri­etari di ben­e­fi­cia­re degli sgravi pre­visti dal­la legge e dal rego­la­men­to comu­nale IUC”.

“Siamo sod­dis­fat­ti dell’accordo rag­giun­to – aggiunge il Sin­da­co Fabio Fuc­ci – La com­p­lessa con­giun­tu­ra eco­nom­i­ca che il nos­tro Paese sta attra­ver­san­do ormai da diver­si anni ci mette di fronte alle dif­fi­coltà che i nos­tri concit­ta­di­ni si trovano ad affrontare, soprat­tut­to quan­do si par­la di un bene pri­mario come la casa. Un bene che va tute­la­to e a cui abbi­amo dato mas­si­ma atten­zione nel Rego­la­men­to comu­nale IUC, in cui è sta­ta pre­vista la riduzione del­lo 0,06‰ dell’aliquota. Da oggi, chi sceglierà di uti­liz­zare un con­trat­to d’affitto a canone con­corda­to, potrà ben­e­fi­cia­re di tale agevolazione, già a par­tire dal­la prossi­ma sca­den­za di paga­men­to Imu”.

Di segui­to i pun­ti prin­ci­pali con­tenu­ti nell’accordo ter­ri­to­ri­ale:

-          L’accordo ter­ri­to­ri­ale ha sta­bil­i­to i val­ori degli affit­ti con­cor­dati e i cri­teri per appli­car­li tenen­do con­to del­la super­fi­cie degli appar­ta­men­ti, del­la zona (Pomezia Cen­tro, zona litoranea di Tor­va­ian­i­ca, bor­gate e altri inse­di­a­men­ti res­i­den­ziali in aree indus­tri­ali) e delle dotazioni pre­sen­ti nell’unità immo­bil­iare e nel­lo sta­bile.

-          La dura­ta con­trat­tuale min­i­ma è di tre anni, pro­ro­ga­bile per altri due.

-          I con­trat­ti agevolati, a fronte di un canone infe­ri­ore a quel­lo medio di libero mer­ca­to, usufruis­cono di agevolazioni fis­cali:

  1. in regime Irpef usufruis­cono di una detrazione com­p­lessi­va del 33,5%;
  2. in regime di cedolare sec­ca (facolta­ti­vo) il canone non viene più som­ma­to agli altri red­di­ti da lavoro. L’aliquota pre­vista è del 10% sull’intero canone di locazione fis­sato. Non è dovu­ta l’imposta di bol­lo e di reg­istro;
  3. il Comune di Pomezia riconosce una riduzione del­lo 0,06‰ sull’aliquota Imu.

- Per la redazione dei con­trat­ti dovran­no obbli­ga­to­ri­a­mente essere uti­liz­za­ti, come prevede il decre­to min­is­te­ri­ale attua­ti­vo, i mod­el­li alle­gati all’Accordo ter­ri­to­ri­ale.

SCARICA IL TESTO DELL’ACCORDO IN PDF:

  Accor­do Ter­ri­to­ri­ale per il Comune di Pomezia
» 2,0 MiB — 0 down­loads — 20/10/2015
Affit­to Con­corda­to del 29-09-2015

Related Images: