Italia, obesità infantile da record: quasi il 40% tra bambini e ragazzi fino a 19 anni

Italia, obesità infantile da record: quasi il 40% tra bambini e ragazzi fino a 19 anni

30/05/2024 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 544 volte!

Italia, obesità infantile da record: quasi il 40% tra bambini e ragazzi fino a 19 anni

Mar­co Menichel­li in audizione a Mon­tecito­rio per par­lare del­l’In­tel­li­gen­za Arti­fi­ciale come una tra le pos­si­bili soluzioni tec­no­logiche ai dis­tur­bi ali­men­ta­ri
dell’infanzia: “i dati degli ulti­mi ven­ti anni sono allar­man­ti, occorre edu­care i gio­vani ad una ali­men­tazione sana ed uno stile di vita equi­li­bra­to par­tendo da chi fa la spe­sa e cuci­na per loro, quin­di dai gen­i­tori”

L’Italia è il quar­to paese europeo con il più alto tas­so di prevalen­za di obe­sità infan­tile, pre­ce­du­ta solo da Cipro, Spagna e Gre­cia sec­on­do l’ultimo report dell’OMS (dati 2022). I bam­bi­ni e ragazzi fino ai 19 anni con obe­sità, sono qua­si il 40% del totale, con una per­centuale intorno al 36% per le ragazze e al 43% per i ragazzi. Dati pre­oc­cu­pan­ti che han­no spin­to Mar­co Menichel­li, fonda­tore del­la tech com­pa­ny Nevil, grande esper­to di Intel­li­gen­za Arti­fi­ciale e sis­te­mi di sicurez­za infor­mat­i­ca, nonché CEO di Sirtlife noto mar­chio di inte­gra­tori per la salute, sporti­vo e molto atten­to all’alimentazione, a pro­porre lo svilup­po di una piattafor­ma dig­i­tale di telemed­i­c­i­na, sfrut­tan­do l’in­tel­li­gen­za arti­fi­ciale, pen­sa­ta per mon­i­torare i para­metri dei bam­bi­ni, infor­mare e rispon­dere ai gen­i­tori e pro­porre soluzioni otti­mali per la salute anche in fun­zione del bud­get gior­naliero.

Al prog­et­to di Menichel­li, parte­ci­pano impor­tan­ti pro­fes­sion­isti prove­ni­en­ti sia dal mon­do del­la med­i­c­i­na che del­la cuci­na, e oggi giovedì 22 mag­gio alle ore 15 sono sta­ti ascoltati a Mon­tecito­rio pres­so la Com­mis­sione par­la­mentare per l’in­fanzia e l’ado­lescen­za, nel­l’am­bito del­l’indagine conosc­i­ti­va sui dis­tur­bi del­l’al­i­men­tazione in età infan­tile e ado­lescen­ziale e sulle strate­gie di pre­ven­zione insieme a Mau­ro Ser­afi­ni, pro­fes­sore ordi­nario di Scien­ze tec­niche e dietetiche appli­cate pres­so l’Università degli stu­di di Ter­amo, di Heinz Beck, Chef, dot­tore in Bioen­ergie nat­u­rali e diret­tore sci­en­tifi­co del Cam­pus uni­ver­si­tario “Principe di Napoli”.

“Abbi­amo pen­sato a un prog­et­to inter­dis­ci­pli­nare insieme ai pro­fes­sion­isti del­la buona e sana ali­men­tazione per­ché l’ar­go­men­to che ci sta par­ti­co­lar­mente a cuore e riguar­da il futuro del nos­tro paese in quan­to stili di vita irre­go­lari e l’ec­ces­si­vo con­sumo di zuc­cheri e cibi com­p­lessi, aumen­ta il ris­chio di svilup­pare con­dizioni quali ansia, depres­sione e decli­no cog­ni­ti­vo — con­sid­era Mar­co Menichel­li — i bam­bi­ni di oggi sono gli adul­ti di domani, e man­gia­re in modo equi­li­bra­to inciderà moltissi­mo sul loro sta­to di salute e sul­la vita che con­dur­ran­no. Pot­er par­lare in un luo­go isti­tuzionale di alto pres­ti­gio, di un tema così impat­tante sul­la salute dei nos­tri ragazzi e dei nos­tri prog­et­ti è moti­vo di grande orgoglio”.


Immag­ine: “Teen and child­hood obe­si­ty” by Gaulsstin is licensed under CC BY 2.0.


 

Related Images: