L’EX SINDACO ADRIANO PALOZZI: “PASTICCIO ‘THE KOLORS’ SOLO ULTERIORE CONFERMA DI TOTALE INCAPACITA’ DELL’AMMINISTRAZIONE CECCHI”

L’EX SINDACO ADRIANO PALOZZI: “PASTICCIO ‘THE KOLORS’ SOLO ULTERIORE CONFERMA DI TOTALE INCAPACITA’ DELL’AMMINISTRAZIONE CECCHI”

29/09/2023 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 613 volte!

L’EX SINDACO ADRIANO PALOZZI: “PASTICCIO ‘THE KOLORS’ SOLO ULTERIORE CONFERMA DI TOTALE INCAPACITA’ DELL’AMMINISTRAZIONE CECCHI”
“Con­cer­to gratis per il man­age­ment The Kolors, bigli­et­ti in ven­di­ta a 5 euro per l’amministrazione comu­nale, il sin­da­co che aspet­ta anco­ra comu­ni­cazione uffi­ciale del­la data salta­ta, piog­gia di comu­ni­cati indig­nati del­la polit­i­ca locale, attac­chi del­la mag­gio­ran­za alla Ques­tu­ra di Mari­no, mis­tero sul rim­bor­so delle pre­ven­dite ai fan… Questo il panora­ma dell’ultimo clam­oroso scivolone dell’amministrazione Cec­chi, che — non paga di avere orga­niz­za­to la 99esima Sagra dell’Uva al pari di una mis­era fes­tic­ci­o­la di paese con un pro­gram­ma povero, triste e risi­ca­to – dimostra anco­ra una vol­ta tut­ta la pro­pria inadeguatez­za, venden­do a 5 euro i bigli­et­ti di una data del Sum­mer Tour 2023 dei The Kolors, che la band ha deciso di fare “in for­ma asso­lu­ta­mente gra­tui­ta come rega­lo ai fan durante il peri­o­do pro­mozionale di Italodis­co” e che, quin­di, l’agenzia Col­or­Sound è sta­ta costret­ta ad annullare “per impor­tan­ti inadem­pien­ze da parte degli orga­niz­za­tori rel­a­tive alla ven­di­ta asso­lu­ta­mente non autor­iz­za­ta di pre­ven­dite dei bigli­et­ti”. Men­tre, dunque, il sin­da­co Cec­chi aspet­ta anco­ra comu­ni­cazione uffi­ciale, qui sem­bra che di The Col­ors ci sia soltan­to la dis-armocro­mia di una colos­sale fig­u­rac­cia, che è solo l’ennesima davan­ti ai cit­ta­di­ni di Mari­no e che diven­ta moti­vo di deri­sione gen­erale da quan­do la notizia è apparsa su tut­ti i media. Un pas­tic­ciac­cio che, oltre al cos­to del bigli­et­to, si fa anco­ra più brut­to per la pre­ca­ri­età del­la loca­tion indi­vid­u­a­ta per l’evento, lo Sta­dio di Mari­no, che, in ter­mi­ni di sicurez­za, las­cia a desider­are. Insom­ma, più si rimes­ta ques­ta vicen­da, più c’è da met­ter­si le mani tra i capel­li, anche se poi, a ben guardare, ques­ta non è che l’ennesima pun­ta­ta del­la serie che il sin­da­co Cec­chi por­ta avan­ti dal­la sua elezione. Il pres­s­ap­pochis­mo, l’incapacità, l’inettitudine, l’inesperienza di ques­ta ammin­is­trazione, infat­ti, non si lim­i­tano purtrop­po alla vicen­da del con­cer­to o al pro­gram­ma moscio del­la Sagra dell’Uva, ma al com­p­lesso di un gov­er­no che fa acqua da tutte le par­ti. A com­in­cia­re dal­la scuo­la: manuten­zione sis­tem­at­i­ca degli edi­fi­ci prati­ca­mente inesistente che, quest’anno, cul­mi­na addirit­tura con il trasfer­i­men­to nei con­tain­er degli stu­den­ti dell’Istituto d’Arte. Verde pub­bli­co mis­er­abil­mente umil­ia­to dal­la man­can­za di cure cicliche e rego­lari, cit­tà com­p­lessi­va­mente sporca e deca­dente con immon­dizie dap­per­tut­to, strade “impreziosite” da buche pro­fonde come cra­teri che tes­ti­mo­ni­ano tut­ta l’inadeguatezza ammin­is­tra­ti­va di ques­ta Giun­ta. Per non par­lare, infine, ma non cer­to per ordine di impor­tan­za (anzi!!), dei prog­et­ti pre­sen­tati per i fon­di del Pnrr, forse solo due e pure risi­cati, per cui i cit­ta­di­ni di Mari­no pagher­an­no per i prossi­mi decen­ni sen­za, nei fat­ti, otten­erne alcun reale e con­cre­to ben­efi­cio. E, anco­ra, una migrazione di imp­ie­gati e diri­gen­ti comu­nali mai vista pri­ma, che chiedono trasfer­i­men­ti in altre ammin­is­trazioni. Una Giun­ta di cen­trode­stra, insom­ma, che las­cia davvero a desider­are. Che, poi, Giun­ta di cen­trode­stra… ma ne siamo più tan­to sicuri? Eh, sì, per­ché anche in questo caso cas­cano le brac­cia. La mag­gio­ran­za si sta smem­bran­do men­tre il sin­da­co fa fin­ta di niente: pezzi impor­tan­ti di Forza Italia stan­no di fat­to in oppo­sizione, Fratel­li d’Italia prende le dis­tanze coer­ente­mente e costan­te­mente, Noi moderati aper­ta­mente con­tro, Lega sul­la car­ta in mag­gio­ran­za ma in polem­i­ca costante. Per anni siamo sta­ti tut­ti a puntare il dito con­tro il gril­lis­mo per poi sco­prire crudel­mente che la Giun­ta Cec­chi lo ha prati­ca­mente inter­nal­iz­za­to”. Lo dichiara, in una nota, l’ex sin­da­co di Mari­no, Adri­ano Palozzi.

Related Images: