Roma, Assotutela: “Caldo torrido e parchi. Cosa si fa per prevenire incendi?”

Roma, Assotutela: “Caldo torrido e parchi. Cosa si fa per prevenire incendi?”

17/07/2023 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 468 volte!

“Estate tor­ri­da e peri­co­lo di incen­di. Il binomio è asso­lu­ta­mente inscindibile e a Roma, vuoi per il man­ca­to sfal­cio del­la veg­e­tazione, vuoi per le promesse non man­tenute, la pre­oc­cu­pazione per pos­si­bili roghi si fa avan­ti”. Lo dichiara il pres­i­dente di Asso­Tutela Michel Emi Mar­i­ta­to che ricor­da: “Pren­di­amo ad esem­pio, il ter­ri­bile rogo che più di un anno fa, il 9 luglio 2022, dev­astò il Par­co di Cen­to­celle, anco­ra sede, in alcune zone, di attiv­ità inadeguate che atten­dono da decen­ni di essere delo­cal­iz­zate. Ebbene più in gen­erale ci chiedi­amo, se l’amministrazione comu­nale abbia provve­du­to a col­lo­care nelle più impor­tan­ti aree ver­di del­la cap­i­tale un pre­sidio dei vig­ili del fuo­co – insiste Mar­i­ta­to – se si sia assi­cu­ra­to il dovu­to sfal­cio del­l’er­ba, specie nelle zone più prob­lem­atiche dove sarebbe più facile l’attecchimento di incen­di, come ad esem­pio, a ridos­so delle officine di autode­moli­tori a Cen­to­celle. E vor­rem­mo sapere, almeno in gen­erale, quan­ti sono gli idran­ti a dis­po­sizione delle varie aree ver­di. Ville e parchi, in una Roma arsa dal cal­do, sono una risor­sa per i cit­ta­di­ni e non vor­rem­mo che, la man­can­za di pro­gram­mazione delle autorità com­pe­ten­ti, si riv­e­lasse fatale per queste nos­tre risorse cit­ta­dine, che sono pat­ri­mo­nio di tut­ti”, chiosa il pres­i­dente.

Related Images: