Albano. Proficuo incontro tra la consigliera regionale eletta Alessandra Zeppieri (Polo Progressista) e PCI regionale Lazio

Albano. Proficuo incontro tra la consigliera regionale eletta Alessandra Zeppieri (Polo Progressista) e PCI regionale Lazio

10/05/2023 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2626 volte!

Sonia Peco­ril­li, ammin­is­tra­trice del­la cit­tà di Ser­mon­e­ta, LT,


A Cecchi­na, Albano, pres­so il Comi­ta­to Elet­torale dei pro­gres­sisti, la neoelet­ta con­sigliera regionale Alessan­dra Zep­pieri, mart­edì 9 mag­gio, ha accolto calorosa­mente la del­egazione del PCI regionale capeg­gia­ta dal seg­re­tario Oreste Del­la Pos­ta. Per dare un seg­no dell’incontro, sono suf­fi­ci­en­ti i com­men­ti di Sonia Peco­ril­li, già can­di­da­ta alla regione Lazio come pres­i­dente e la stes­sa Zep­pieri, che all’unisono, han­no “giu­di­ca­to molto pos­i­ti­va­mente l’incontro e i rec­i­pro­ci impeg­ni assun­ti”. Infat­ti, come det­to in aper­tu­ra di riu­nione e sot­to­lin­eato dal Seg­re­tario Del­la Pos­ta “l’intento del PCI Lazio è quel­lo di creare una osmosi pos­i­ti­va nel rap­por­to con­sigliera elet­ta con il Polo Pro­gres­sista e inizia­ti­va del PCI sui ter­ri­tori. Di modo che i due ver­san­ti delle con­di­vi­sioni dei temi (lavoro, salute, ambi­ente, etc.) che il par­ti­to ha elab­o­ra­to e mano a mano può met­tere a dis­po­sizione del­la con­sigliera regionale per un gius­to sboc­co da dare alle lotte e alle pro­poste; uni­ta­mente al rice­vere temi dell’agenda isti­tuzionale (non sem­pre a dis­po­sizione né del­la stam­pa né dei cit­ta­di­ni) pro­prio dal lavoro che Alessan­dra Zep­pieri svol­gerà nel Con­siglio, nelle Com­mis­sioni e nel­la inizia­ti­va politi­co-isti­tuzionale in gen­erale”. Anche Ugo Moro, del­la seg­rete­ria nazionale del PCI ha parte­ci­pa­to all’incontro, sot­to­lin­e­an­do “il risul­ta­to pos­i­ti­vo — pur se insuf­fi­ciente ad eleg­gere rap­p­re­sen­tan­za — che i comu­nisti han­no ottenu­to nelle region­ali. E ques­ta forza, e questo intel­let­tuale organ­i­co col­let­ti­vo lo met­ti­amo a dis­po­sizione su moltissi­mi dei temi che abbi­amo vis­to coin­cidere per dare risposte pos­i­tive ai prob­le­mi del­la Regione e dei cit­ta­di­ni che sof­frono scelte errate, sot­to­va­l­u­tazioni, e con la pre­oc­cu­pazione che l’attuale ges­tione del­la destra pos­sa perfi­no peg­gio­rare già quan­to di pesante han­no dovu­to subire fin qui i cit­ta­di­ni del Lazio”.

Incon­tro PCI — Alessan­dra Zep­pieri, neo­con­sigliera elet­ta (Polo Pro­gres­sista). Da destra: Leni­no De Ange­lis, Sonia Peco­ril­li, Ugo Moro, Alessan­dra Zep­pieri, Oreste del­la Pos­ta, Mau­r­izio Aver­sa


Sonia Peco­ril­li, riv­ol­ta ad Alessan­dra Zep­pieri ha rimar­ca­to “la nos­tra con­vin­ta disponi­bil­ità dai ter­ri­tori di tutte e cinque le province region­ali. I com­pli­men­ti per l’elezione al Con­siglio regionale, cara Alessan­dra, vor­rem­mo coin­cidesse pro­prio con la capac­ità, cer­to non esclu­si­va vis­to che sei sta­ta sup­por­t­a­ta da molte altre orga­niz­zazioni comu­niste, di sin­is­tra ed ecol­o­giste, tua e nos­tra di dare voce a quelle tante realtà che ci han­no chiesto e con le quali siamo rimasti in con­tat­to, di pro­porre soluzioni, di lottare, di mis­urare sui fat­ti con­creti, sen­za dimen­ti­care le orig­i­ni ide­ali delle nos­tre sto­rie per­son­ali e col­let­tive. Richi­este che vogliamo con­di­videre con te e altri per orga­niz­zare una oppo­sizione alla destra al gov­er­no, e per far vivere pro­poste alter­na­tive.”. Alessan­dra Zep­pieri, ha ricorda­to che “la lin­ea polit­i­ca, insieme pro­gram­mat­i­ca e prag­mat­i­ca che rap­p­re­sen­to e che por­to avan­ti per­ché con­di­visa da chi mi sostiene, è pro­prio quel­la del­la com­parte­ci­pazione e del­la con­di­vi­sione. Inoltre ha aggiun­to “e come è sta­to det­to da molti di voi in questo incon­tro, moltissi­mi dei temi, e delle stesse pro­poste riso­lu­tive, sono sovrap­poni­bili. E non per super­fi­cial­ità o per gener­ic­ità. Al con­trario: pro­prio per­ché conos­ci­amo i temi, san­ità, salute, ambi­ente, rifiu­ti, lavoro e molto altro, e ne offri­amo sim­i­le se non medes­i­ma soluzione. Ques­ta è una forza da uti­liz­zare, anche per un cam­mi­no da svol­gere insieme e facen­do dell’azione conc­re­ta la pos­si­bil­ità, come è sta­to det­to, di creare un fronte largo che non spezzetti più in tan­ti riv­o­li le forze, che met­ta in evi­den­za la carat­ter­iz­zazione di alcune forze come gius­ta­mente fa anche il PCI, e che con­sen­ta al con­tem­po di unire e non dividere.”. Due aspet­ti ril­e­van­tis­si­mi, sia politi­ci che ide­ali, sono sta­ti pro­posti nell’incontro anco­ra da Sonia Peco­ril­li che ha richiam­a­to all’impegno “così come abbi­amo assun­to ai can­cel­li del­la fab­bri­ca Stel­lan­tis (Fiat Alfaromeo), di occu­par­ci, pure con il coin­vol­gi­men­to nazionale, cir­ca i temi del Piano indus­tri­ale nazionale assente e del­la tutela del lavoro e dei lavo­ra­tori da real­iz­zare”. Così come il tema del­la ques­tione del­la Pace e del­la guer­ra è sta­ta pos­ta da Del­la Pos­ta sul ver­gog­noso invio delle armi a Kiev, e dei pas­sag­gi pro­pe­deu­ti­ci a questo cli­ma come il doc­u­men­to che equiparò nazis­mo e comu­nis­mo vota­to alla UE. Nes­suna dif­feren­za su tale ver­sante: Alessan­dra Zep­pieri è sta­ta chiaris­si­ma: “le armi non van­no invi­ate per­chè sono solo stru­men­to di morte e non van­no nel­la direzione del­la risoluzione del con­flit­to. Allo stes­so modo gli impeg­ni sul ver­sante lavoro esistente da tute­lare, lavoro nuo­vo da pro­muo­vere e sco­vare, dirit­ti e tutele dei lavo­ra­tori sono nel dna di ques­ta espe­rien­za polit­i­ca”. Per le modal­ità con­clu­sive e pratiche, la con­sigliera regionale ha indi­ca­to, a par­tire dalle prossime set­ti­mane, il meto­do dei tavoli di con­fron­to plu­rali, tra le forze politiche che si riconoscono nel pro­gram­ma politi­co del Polo Pro­gres­sista, sia per com­po­sizione ter­ri­to­ri­ale che per com­po­sizione polit­i­ca, attorno ai quali Alessan­dra Zep­pieri si aspet­ta un ruo­lo atti­vo del PCI.

Related Images: