ROMA, LE NOTE DEGLI SFACCENDATI ACCENDONO IL NATALE AL XV MUNICIPIO

ROMA, LE NOTE DEGLI SFACCENDATI ACCENDONO IL NATALE AL XV MUNICIPIO

07/12/2022 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 759 volte!

ROMA, LE NOTE DEGLI SFACCENDATI ACCENDONO IL NATALE AL XV MUNICIPIO

Cinque appun­ta­men­ti nel­la Chiesa di San Giu­liano Mar­tire e al Teatro Ciak: musi­ca sacra, baroc­ca e stru­men­ti rari al cen­tro dei preziosi even­ti in pro­gram­ma dal 9 al 30 dicembre
_______________________________________________________

La pro­gram­mazione del prog­et­to “L’Accademia degli Sfac­cen­dati al Teatro Pato­logi­co”, prog­et­to vinci­tore del ban­do del Comune di Roma “Lo spet­ta­co­lo dal vivo fuori dal cen­tro – Anno 2022” indet­to in attuazione delle diret­tive del Min­is­tero del­la Cul­tura volte a pro­muo­vere la val­oriz­zazione delle aree per­iferiche delle cit­tà met­ro­pol­i­tane attra­ver­so attiv­ità di spet­ta­co­lo dal vivo, pros­egue dal 9 al 30 dicem­bre in due sedi nel XV Munici­pio dis­lo­cate sul­la via Cas­sia, il TEATRO CIAK e la CHIESA DI SAN GIULIANO MARTIRE, con cinque appun­ta­men­ti con­certis­ti­ci di grande rilie­vo, sia per la qual­ità e pro­fes­sion­al­ità degli inter­preti che per la bellez­za dei pro­gram­mi musi­cali presentati.
Al TEATRO CIAK, in via Cas­sia 692, si ter­ran­no due con­cer­ti in mat­inée con pro­gram­mi che spaziano dal­la musi­ca baroc­ca a quel­la d’oggi: domeni­ca 11 dicem­bre, alle ore 11:30, la Scar­lat­ti Baroque Sin­foni­et­ta, un ensem­ble di eccel­len­ti spe­cial­isti del­la musi­ca baroc­ca diret­ti dal vio­lin­ista Gior­gio Sas­so, con la parte­ci­pazione del flautista Tom­ma­so Rossi, pro­por­rà alcu­ni cap­ola­vori quali il Quin­to Con­cer­to Bran­de­burgh­ese di Bach, le Sonate a tre n. 12 dell’op.III e n.11 dell’op.IV di Corel­li, il Con­cer­to in la minore per flau­to dolce, archi e con­tin­uo di Alessan­dro Scarlatti;
ven­erdì 30 dicem­bre, sem­pre alle ore 11:30, l’Orchestra d’Archi dell’Accademia degli Sfac­cen­dati, diret­ta da Luca Incer­ti, pre­sen­terà un nuo­va com­po­sizione di Sil­via Colas­an­ti, Pre­lu­dio, presto e lamen­to, con la parte­ci­pazione del­la vio­la solista di Mat­teo Roc­chi, insieme alla melod­i­ca e affasci­nante Ser­e­na­ta per archi op.22 di Antonin Dvoràk.
La Chiesa di San Giu­liano Mar­tire, in via Cas­sia 1036, ospiterà un ciclo di tre con­cer­ti, tut­ti di ven­erdì con inizio alle ore 19:00, che si dis­tinguerà per la inusu­al­ità e, in alcu­ni casi, strao­d­i­nar­ia rar­ità degli stru­men­ti musicali:
le cor­na­muse, wil­leann pipes e celtic harp di Ele­na Spot­ti e Fabio Rin­au­do, uno dei più impor­tan­ti inter­preti del­la cor­na­musa in Italia, che saran­no pro­tag­o­nisti del pri­mo appun­ta­men­to ven­erdì 9 dicem­bre alle ore 19:00 ed i raris­si­mi e stori­ci har­mo­ni­um d’art di Clau­dio Brizi che con­clud­erà il ciclo ven­erdì 23 dicem­bre, alla stes­sa ora, con un con­cer­to di Natale di grande inter­esse musicale.
Tra i due con­cer­ti, ven­erdì 16 dicem­bre, alle ore 19:00, si esi­birà l’Orchestra d’Archi dell’Accademia degli Sfac­cen­dati, diret­ta da Luca Incer­ti, che pro­por­rà il “Salve Regi­na” D676 di Schu­bert, sopra­no solista Sab­ri­na Cortese, insieme al Con­cer­to per due vio­li­ni e archi BWV 1043 di J.S. Bach.
Per infor­mazioni e preno­tazioni: 3331375561 – 069398003
Uffi­cio Stam­pa — 3286323820