Roma, Viaggio fra le tecniche pittoriche degli artisti internazionali

Roma, Viaggio fra le tecniche pittoriche degli artisti internazionali

14/11/2017 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2089 volte!

Dal 17 al 29 Novem­bre, pres­so la nuo­va Gal­le­ria espos­i­ti­va PR&D, sarà aper­ta al pub­bli­co la mostra di dip­in­ti degli artisti con­tem­po­ranei Car­lo Cusatel­li, Raf­faele Bielò e Bryant Girsch. Il vernissage si ter­rà ven­erdì alle ore 18:30.

Ven­erdì 17 Novem­bre, alle ore 18:30, a Roma, pres­so la nuo­va gal­le­ria espos­i­ti­va PR&D — Pan­da Restau­ro e Design — in Via di Vigna Fab­bri 10b, zona Furio Camil­lo, ver­rà inau­gu­ra­ta la mostra Viag­gio fra le tec­niche pit­toriche degli artisti inter­nazion­ali”, aper­ta al pub­bli­co fino al 29 Novem­bre, dal lunedì al ven­erdì, dalle 16:30 alle 19:30.

Pro­tag­o­nista è il col­ore e la sua stesura, che regala all’osservatore sen­sazioni ed emozioni varie e uniche. Sarà pos­si­bile ammi­rare diverse tec­niche pit­toriche che carat­ter­iz­zano l’arte di alcu­ni artisti con­tem­po­ranei di fama inter­nazionale: dal frot­tage di Car­lo Cusatel­li, agli smalti acrili­ci su tela estrof­lessa di Raf­faele Bielò, pas­san­do per gli acrili­ci e tec­ni­ca mista di Bryant Girsch.

Car­lo Cusatel­li è un fer­vi­do sper­i­men­ta­tore del col­ore sul frot­tage, che incar­na tut­ta la sua ansia di rin­no­va­men­to sen­za mai perdere di vista la realtà. Una vol­ta acquisi­to sul­la tela il dato di fat­to, l’esistente, il suo con­tribuito indi­vid­uale si lib­era nel gesto del col­ore, che però risul­ta qua­si inin­flu­ente, dis­sol­ven­dosi in una sor­ta di inutil­ità lib­er­a­to­ria.

Raf­faelle Bielò è tra i mas­si­mi rap­p­re­sen­tan­ti del­la “Estrop­ti­cal”, la tec­ni­ca dell’estroflessione e introf­les­sione del­la tela appli­ca­ta all’optical art. Scom­po­nen­do e poi rielab­o­ran­do i suoi dip­in­ti, rap­p­re­sen­ta e ottiene un movi­men­to otti­co cineti­co, con tridi­men­sion­al­ità e col­ore, che sfo­cia in un sur­re­al­is­mo mod­er­no cre­an­do un’illusione dis­tor­si­va dell’immagine.

Lo statu­nitense Bryant Girsch, già pre­sente in collezioni pri­vate in Europa, USA e Tai­wan, van­ta numerosi riconosci­men­ti ed espo­sizioni in tut­to il mon­do. Le par­ti­co­lar­ità più evi­den­ti che si riscon­tra­no nelle sue opere con­sistono sicu­ra­mente nell’utilizzo di acrili­ci e del­la tec­ni­ca mista, nonché nei motivi ricor­ren­ti nel­la mag­gior parte di esse.

Il vernissage si aprirà con un buf­fet di ben­venu­to da parte del­la Pan­da Restau­ro e Design, impeg­na­ta nel restau­ro di dip­in­ti su tela, tavola, opere lignee poli­crome, affres­chi, dip­in­ti, opere in lapi­deo. Oltre alla con­ser­vazione e tutela del­l’­opera d’arte, si occu­pa del recu­pero di mobili antichi e ogget­tis­ti­ca varia, trasfor­mati appor­tan­do su di essi un restyling che li rende pezzi uni­ci.

Related Images: