Latina. PCI: la politica è donna! Sonia Pecorilli guida la Federazione

Latina. PCI: la politica è donna! Sonia Pecorilli guida la Federazione

07/04/2022 2 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2798 volte!

Sonia Peco­ril­li, neoseg­re­taria del­la Fed­er­azione PCI Lati­na (a destra), con a sin­is­tra Cristi­na Cir­il­lo Fed­er­azione romana e Oreste del­la Pos­ta seg­re­tario del Lazio


Ieri, 6 aprile, si è tenu­ta la riu­nione del Comi­ta­to Fed­erale del PCI del­la Provin­cia di Lati­na. Dopo le rif­les­sioni e gli impeg­ni a cui si parteciperà per la tragic­ità del­la fase attuale, in cui i comu­nisti sono impeg­nati per No alla guer­ra e il No alla NATO e quin­di con­tro le scelte di Gov­er­no e UE di ali­menta­re il riar­mo, si è dato svol­gi­men­to al tema al cen­tro del­la rior­ga­niz­zazione del Par­ti­to. In par­ti­co­lare si è appro­fon­di­to un con­fron­to che ha por­ta­to al rin­no­vo del seg­re­tario che guiderà la Fed­er­azione comu­nista nei prossi­mi anni. All’unanimità è sta­ta elet­ta Sonia Peco­ril­li, nota sin­da­cal­ista all’interno del­la pro­fes­sione san­i­taira che svolge, e altret­tan­to apprez­za­ta ammin­is­tra­trice nel­la qual­ità di Asses­sore al Comune di Ser­mon­e­ta. “Si è con­clu­so da pochi giorni il sec­on­do Con­gres­so nazionale del Par­ti­to Comu­nista Ital­iano, e da ques­ta frase sim­bo­lo voglio par­tire. “Ricostru­ire il PCI, unire i comu­nisti entro un fronte del­la sin­is­tra di classe per uscire dal­la crisi”. – com­men­ta Sonia Peco­ril­li, neoelet­ta Seg­re­taria di Fed­er­azione a Lati­na — Oggi ci tro­vi­amo di fronte ad una crisi civile, eco­nom­i­ca, finanziaria, sociale, morale e polit­i­ca. Il ruo­lo del PCI è quel­lo di diventare la spon­da polit­i­ca di un movi­men­to dei lavo­ra­tori e popo­lare da ricostru­ire. In questo cli­ma di ricostruzione ieri sono sta­ta nom­i­na­ta seg­re­tario provin­ciale del PCI Fed­er­azione di Lati­na ed è per questo che voglio ringraziare tut­ti i com­pag­ni delle sezioni di Ser­mon­e­ta, Sezze, Cori e Lati­na per aver­mi sostenu­to e per aver cre­du­to in me. Mi è sta­ta data la pos­si­bil­ità di dimostrare quan­to sia sostanziale la pre­sen­za delle donne nel par­ti­to e quan­to sia cam­bi­a­to l’as­set in ter­mi­ni di par­ità, di equi­tà e uguaglian­za di genere all’in­ter­no di esso. Ci aspet­ta un duro lavoro fat­to di mil­i­tan­za parte­ci­pa­ta sui ter­ri­tori più che mai nec­es­saria, e attivis­mo final­iz­za­to a pro­durre un cam­bi­a­men­to sociale e politi­co. La polit­i­ca è affare di tut­ti i cit­ta­di­ni – con­clude la diri­gente comu­nista — che fan­no parte di un qualunque con­sorzio umano, dob­bi­amo, saper esercitare tut­ta la nos­tra influen­za per­ché la soci­età si muo­va nel­la direzione più gius­ta per tut­ti. La prat­i­ca dell’onestà e la cor­ret­tez­za ver­so gli altri sono indub­bi­a­mente le virtù più alte del nos­tro par­ti­to, per­ché esp­ri­mono il sen­so dell’equilibrio e del­la sol­i­da­ri­età sociale.”. Sono sta­ti nom­i­nati a seguire il Tesoriere Andrea Ambroset­ti (can­dida­to a sin­da­co di Lati­na con il PCI) ed il Pres­i­dente Giampao­lo Milizia nonchè seg­re­tario provin­ciale uscente. A Sonia Peco­ril­li sono giun­ti imme­di­ata­mente gli “auguri di buon lavoro e la sot­to­lin­ea­tu­ra pos­i­ti­va di avere la Fed­er­azione pon­ti­na gui­da­ta da una validis­si­ma diri­gente comu­nista. Avan­ti nel­la ricostruzione del PCI.”, ha com­men­ta­to Oreste del­la Pos­ta, seg­re­tario regionale del Lazio del Par­ti­to Comun­si­ta Italiano.