Terracina/Lt. Pecorilli, PCI: le dimissioni dovute della sindaca arrestata, chiamano la città a riflettere su futuro di Terracina

Terracina/Lt. Pecorilli, PCI: le dimissioni dovute della sindaca arrestata, chiamano la città a riflettere su futuro di Terracina

21/07/2022 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 799 volte!

Sonia Peco­ril­li, PCI, a destra, il giorno del­la elezione del­la neosin­da­ca Gio­van­no­li, a sin­is­tra, a Sermoneta


“Appare evi­dente – com­men­ta Sonia Peco­ril­li, seg­re­taria del­la Fed­er­azione PCI di Lati­na, dopo le dimis­sioni del­la sin­da­ca Rober­ta Tin­tari arresta­ta in questi giorni – che questo è un atto dovu­to. Così come è ovvio che i provved­i­men­ti giudiziari e gli inter­ven­ti giuridi­ci ancorchè even­tual­mente penali, avran­no un loro autonomo cor­so. A noi comu­nisti preme però, anche in con­sid­er­azione di altre inizia­tive giudiziarie che han­no tem­pes­ta­to negli anni, anche gli ulti­mi anni, la provin­cia di Lati­na e la pub­bli­ca ammin­is­trazione, affer­mare che un giudizio politi­co è già pos­si­bile. E’ un giudizio neg­a­ti­vo ver­so quelle forze del gov­er­no locale – dal PD alla Destra di FdI e Lega con varie liste civiche asso­ciate – che non han­no inte­so esercitare il potere pub­bli­co per i fini di miglio­ra­men­to delle cit­tà e dei cit­ta­di­ni, ma solo o preva­len­te­mente per perseguire pro­pri inter­es­si di parte. Come Par­ti­to Comu­nista Ital­iano siamo sol­i­dali con tut­ti i cit­ta­di­ni di Ter­raci­na e i dipen­den­ti comu­nali, per questi accadi­men­ti. Ci impeg­ni­amo a seguire ed essere pre­sen­ti, sec­on­do le forze che rius­cire­mo a met­tere in cam­po, per dare una rispos­ta pos­si­bile, un rifer­i­men­to cer­to, di una forza puli­ta, capace di buon gov­er­no e che sta sem­pre dal­la parte dei lavo­ra­tori, dei più deboli e dell’onestà.”.