Malagrotta, Assotutela: “Ferita non curabile. Comune e Regione scongiurino catastrofe rifiuti”

Malagrotta, Assotutela: “Ferita non curabile. Comune e Regione scongiurino catastrofe rifiuti”

17/06/2022 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 360 volte!

“Mala­grot­ta: una feri­ta trop­po grande per Roma e ci vor­rà del tem­po per rimar­ginarla. Trop­po grave è quan­to accadu­to per­ché non ci si deb­ba tornare sopra. Decen­ni di non­cu­ran­za da parte di tutte le ammin­is­trazioni, deno­tano una grave man­can­za di rispet­to per la sal­va­guardia del­la salute e del­la qual­ità del­la vita dei cit­ta­di­ni”. Lo dichiara il pres­i­dente di Asso­Tutela Michel Mar­i­ta­to che chiarisce: “Questo incen­dio è il frut­to di una ges­tione non ocu­la­ta del servizio dei rifiu­ti e di uno scar­i­cabar­ile tra Regione e Comune che ha dell’incredibile. Intan­to sono sta­ti mas­sacrati salute e ambi­ente, dimostran­do un insp­ie­ga­bile accani­men­to nei con­fron­ti delle per­iferie del­la nos­tra cit­tà, dal­la Valle Gale­ria a Roc­ca Cen­cia, pas­san­do per il Salario. Ė ora di dire bas­ta – attac­ca il pres­i­dente — met­ti­amo in cam­po tutte le migliori intel­li­gen­ze e le migliori forze, per arrivare a una ges­tione effi­cace, effi­ciente e soprat­tut­to sicu­ra. Si pro­ce­da subito all’assunzione di lavo­ra­tori Ama, si poten­zi la rac­col­ta dif­feren­zi­a­ta por­ta a por­ta, con un effet­ti­vo ed effi­ciente recu­pero di mate­ri­ale e si accerti­no even­tu­ali respon­s­abil­ità, affinché si scon­giuri la cat­a­strofe ambi­en­tale e san­i­taria” chiosa Maritato.