FIRENZE, CARAMANICA(REA): “RIVEDERE REGOLE SICUREZZA PER TRASPORTO ANIMALI IN AEROPORTO”

FIRENZE, CARAMANICA(REA): “RIVEDERE REGOLE SICUREZZA PER TRASPORTO ANIMALI IN AEROPORTO”

19/01/2022 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 691 volte!

“Riv­o­luzione Ecol­o­gista e Ani­mal­ista intende esprimere la pro­pria sod­dis­fazione e la pro­pria gioia per la gat­ti­na, smar­ri­tasi alcu­ni giorni fa e poi ritrova­ta all’interno dell’aeroporto di Firen­ze gra­zie all’intervento del nos­tro par­ti­to, dei volon­tari e alla disponi­bil­ità del­la direzione aero­por­tuale e del per­son­ale del polo fiorenti­no. Ques­ta la sto­ria: la povera feli­na è scap­pa­ta durante i canon­i­ci mon­i­tor­ag­gi di sicurez­za, pri­ma di essere imbar­ca­ta con la padrona su un volo. Al momen­to del con­trol­lo, la gat­ta è sta­ta fat­ta uscire dal trasporti­no ed è sta­ta pre­sa in brac­cio dal­la sig­no­ra al fine di pas­sare sot­to il met­al detec­tor. Tut­tavia, la pic­co­la pelos­et­ta, in pre­da al pan­i­co, è cor­sa via facen­do perdere velo­ce­mente le pro­prie trac­ce. A stret­to giro, sono par­tite le ricerche, e gra­zie alla fat­ti­va sin­er­gia di Riv­o­luzione Ecol­o­gista e Ani­mal­ista e del­la Direzione dell’aeroporto toscano, la gat­ti­na è sta­ta rin­venu­ta qualche giorno dopo, impau­ri­ta e impolver­a­ta, dal per­son­ale del polo aereo. Insom­ma, una sto­ria a lieto fine, arriva­ta gra­zie alla col­lab­o­razione isti­tuzionale e all’impegno di tante per­sone, ma che dimostra urgen­te­mente come sia nec­es­sario rivedere le regole di sicurez­za per il trasporto degli ani­mali negli aero­por­ti: aus­pichi­amo dunque che gli enti com­pe­ten­ti, da Enac all’Unione Euro­pea fino al gov­er­no, pos­sano lavo­rare in ques­ta direzione, con­tem­peran­do il dovere del­la sicurez­za e la tutela degli animali”.
Così, in una nota, il seg­re­tario nazionale del par­ti­to Riv­o­luzione Ecol­o­gista Ani­mal­ista, Gabriel­la Caramanica.