MARINO, DE FELICE: “INSIEME A FDI E DE SANTIS CON PROGRAMMA CONDIVISO PER DARE MAGGIOR VIGORE AD UN PROGETTO“

MARINO, DE FELICE: “INSIEME A FDI E DE SANTIS CON PROGRAMMA CONDIVISO PER DARE MAGGIOR VIGORE AD UN PROGETTO“

11/08/2021 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1767 volte!

In tan­ti, in queste ore, mi state chieden­do le ragioni del­la deci­sione di riti­rare la mia can­di­datu­ra a sin­da­co del Comune di Mari­no per cor­rere in tick­et con Fab­rizio De San­tis. Pos­so com­pren­dere il risen­ti­men­to e la con­tra­ri­età di alcu­ni dopo aver inizia­to una cam­pagna elet­torale lun­ga un anno. Pos­so com­pren­dere queste sen­sazioni sì, ma non pos­so asso­lu­ta­mente per­me­t­tere che ven­ga dis­tor­ta la realtà in mer­i­to ad una scelta sicu­ra­mente sof­fer­ta ma mira­ta, con­di­visa e pien­amente con­sapev­ole, pre­sa per il bene del­la nos­tra cit­tà e del­la nos­tra comu­nità, con­tro ogni per­son­al­is­mo.
Non pos­so accettare che vengano dette fal­sità e bugie con l’unico obi­et­ti­vo di gettare dis­cred­i­to su di me e su tutte le per­sone di buona volon­tà che mi sono accan­to.
Questo no, non pos­so accettar­lo, come don­na, come pro­fes­sion­ista e come cit­tad­i­na che ha scel­to di met­ter­si in gio­co in maniera del tut­to dis­in­ter­es­sa­ta, restando estranea a tut­ti i giochi e agli accor­di politi­ci che per anni han­no gov­er­na­to e con­dizion­a­to la polit­i­ca mari­nese.
Reputo, infat­ti, la mia una scelta di buon­sen­so e di respon­s­abil­ità, in un con­testo in cui mi sono sem­pre mes­sa a dis­po­sizione per l’unità e la coe­sione del cen­trode­stra, e in nome di un prog­et­to di cit­tà real­mente inno­v­a­ti­vo e ambizioso che rilan­ci­asse Mari­no come meri­ta. Ho osser­va­to in questi mesi, in rispet­toso silen­zio, l’evolversi del dial­o­go tra le forze politiche del cen­trode­stra, un per­cor­so non sem­plice dove piut­tosto sono sta­ti altri i can­di­dati sin­da­co e altre forze politiche a dis­at­ten­dere gli accor­di già pre­si e ampia­mente con­di­visi. Alla luce di tut­to questo e delle spac­ca­ture in atto — non cer­to volute dal­la sot­to­scrit­ta -, dunque, dopo un ampio dibat­ti­to inter­no, ci è par­so ragionev­ole e con­se­quen­ziale intrapren­dere una impor­tante sin­er­gia tra la nos­tra Coal­izione Mari­no 2030, al net­to di chi inaspet­tata­mente ha deciso di per­cor­rere altre strade, insieme a Fratel­li d’I­talia e alle alle altre liste che sosten­gono Fab­rizio De San­tis, come risul­ta­to di un arti­co­la­to con­fron­to il cui appro­do è rap­p­re­sen­ta­to dal­la ampia con­di­vi­sione di con­tenu­ti pro­gram­mati­ci.
Le idee, i val­ori e gli obi­et­tivi di Mari­no 2030 infat­ti sono non solo con­fer­mati e sposati in pieno, ma perse­gui­ti con mag­giore deter­mi­nazione e risolutez­za insieme alle altre forze coin­volte, alle asso­ci­azioni ed ai comi­tati e soprat­tut­to ai gio­vani che sono la mia e la nos­tra sper­an­za di cam­bi­a­men­to.
A Fratel­li d’I­talia va riconosci­u­to di aver­li con­di­visi e fat­ti pro­pri, mostran­do una pro­fon­da volon­tà di rin­no­va­men­to e di riqual­i­fi­cazione del­la Cit­tà. Il prog­et­to comune è per­tan­to figlio di con­tenu­ti che già ave­vano desta­to inter­esse e trova­to con­sid­erev­ole con­sen­so. Alla cit­tad­i­nan­za con­fer­mi­amo l’im­peg­no e la fer­mez­za nel­la real­iz­zazione del pro­gram­ma, ciò avver­rà medi­ante un’am­min­is­trazione con­di­visa con alleati che han­no leal­mente mostra­to inter­esse per un prog­et­to da real­iz­zare con­giun­ta­mente e han­no, anche cor­ag­giosa­mente, intrapre­so una stra­da inno­v­a­ti­va e pro­fon­da­mente dif­fer­ente rispet­to alla vetustà mostra­ta da alter­na­tive con­cor­ren­ti. Il mio per­tan­to è un “pas­so di lato” all’insegna del­la con­di­vi­sione, dell’unità. Ai per­son­al­is­mi e alle poltrone ho antepos­to la pos­si­bil­ità di real­iz­zazione di un pro­gram­ma in cui ho cre­du­to e con­tin­uo a credere insieme ad una buona parte del­la coal­izione che è rimas­ta con me. Non ho per­tan­to segui­to alcu­na util­ità per­son­ale, ma ho mes­so al pri­mo pos­to le idee ed i prog­et­ti per i quali mi sono spe­sa in tut­to questo tem­po e per i quali ho deciso di met­ter­mi in gio­co, anche nel rispet­to dei cit­ta­di­ni che han­no in me ripos­to la loro fidu­cia.
In questo sta la nos­tra coeren­za.
Andi­amo avan­ti, con rin­no­va­to slan­cio, nel­la con­sapev­olez­za mat­u­ra­ta di pot­er vin­cere e ben gov­ernare la nos­tra bel­lis­si­ma Mari­no”.
Così, in una nota, Gabriel­la De Felice, can­dida­to prosin­da­co al Comune di Mari­no in tick­et con il can­dida­to sin­da­co Fab­rizio De San­tis.

Related Images: