Sulle Vie della Parità. Premiata l’Ambrogio Massari di Cori

Sulle Vie della Parità. Premiata l’Ambrogio Massari di Cori

30/04/2016 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 3079 volte!

Sulle vie della parità - premiata la scuola media di Cori (3)Gli alun­ni delle clas­si IIIA e IIIB del­la scuo­la media ‘Ambro­gio Mas­sari’ di Cori, gui­dati rispet­ti­va­mente dalle pro­fes­soresse di let­tere Sara Boni e Annun­zi­a­ta Agnoni, sono sta­ti pre­miati alla fase finale del con­cor­so nazionale ‘Sulle vie del­la Par­ità’, giun­to alla sua III edi­zione. La cer­i­mo­nia si è svol­ta mart­edì 27 Aprile, pres­so l’Aula Magna del Ret­tora­to dell’Università degli Stu­di Roma Tre.

‘Sulle vie del­la par­ità’ è il con­cor­so nazionale lan­ci­a­to dall’associazione Topono­mas­ti­ca Fem­minile, pre­siedu­ta da Maria Pia Ercol­i­ni, e dall’associazione ital­iana inseg­nan­ti FNISM, per pro­muo­vere un ‘riequi­lib­rio di genere’ nelle odono­mas­tiche ital­iane. Anco­ra oggi infat­ti in Italia il 91% delle strade è inti­to­la­to a uomi­ni, il 4% a date impor­tan­ti e solo il restante 5% a donne. 

L’Istituto Com­pren­si­vo Statale ‘Cesare Chiom­into’, col sosteg­no del Con­siglio dei Gio­vani, ha parte­ci­pa­to al con­cor­so con la pro­pos­ta di inti­to­lazione di uno spazio pub­bli­co di Cori a Don­na Anna Francesca Pros­peri Buzi Pec­ci, sposa del con­te Ludovi­co Pec­ci e madre di Papa Leone XIII, nata a Cori il 25 Dicem­bre 1772, da una nobile famiglia res­i­dente a Palaz­zo Pros­peri Buzi, sede del­la Bib­liote­ca civica.

Le clas­si IIIA e IIIB dell’‘Ambrogio Mas­sari’ han­no con­dot­to per mesi un’accurata ricer­ca, indi­vid­uan­do in Don­na Anna alcune carat­ter­is­tiche meritevoli di rimanere impresse nel­la memo­ria col­let­ti­va, oltre all’aver dato alla luce il Pon­tefice dell’enciclica ‘Rerum Novarum’. Grande cul­tura, dedi­zione alla famiglia, devozione reli­giosa, cor­ag­gio e gen­erosità. Con il suo all­e­va­men­to di bachi da seta anticipò l’odierna don­na impren­ditrice ed opera­ia. Morì il 5 Agos­to 1824, a soli 51 anni.

Un sim­i­le per­cor­so didat­ti­co ave­va coin­volto lo scor­so anno le clas­si IIIE e IIIF del­la scuo­la media ‘Sal­va­tore Mar­che­t­ti’ di Giu­lianel­lo, con il sup­por­to dell’Associazione cul­tur­ale ‘Il Ponte’ e gra­zie all’iniziativa del­la ref­er­ente locale di Topono­mas­ti­ca Fem­minile, Loret­ta Cam­pagna, sostenu­ta dall’Assessore alle Politiche Sociali Chiara Cochi. Il loro lavoro si è con­cretiz­za­to con la recente inti­to­lazione di Piaz­za­le Rita Levi Mon­tal­ci­ni e Largo Donne di Giu­lianel­lo, men­tre il Comune di Cori è sta­to riconosci­u­to isti­tuzione ami­ca di Topono­mas­ti­ca Femminile.