Cassino e Atessa. Stellantis Licenzia i sindacalisti attivi!!

Cassino e Atessa. Stellantis Licenzia i sindacalisti attivi!!

16/02/2024 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1103 volte!


In procin­to di reso­con­tare la gior­na­ta di mobil­i­tazione e lot­ta davan­ti i can­cel­li del­la Stel­lan­tis di Pied­i­monte S. Ger­mano — Cassi­no, purtrop­po siamo sta­ti superati dal­la ulte­ri­ore notizia repres­si­va che viene ripor­ta­ta dal­lo stes­so pro­tag­o­nista des­ti­natario dell’odioso licen­zi­a­men­to. Infat­ti, come reso noto dal­lo stes­so Delio Fan­ta­sia, l’attivsta sin­da­cale del­lo Slai-Cobas, Francesca è sta­ta rag­giun­ta da licen­zi­a­men­to sem­pre da parte di Stel­lan­tis. Così ha com­men­ta­to Delio Fab­ta­sia: “Sol­i­da­ri­età alla com­pagna Francesca, rap­p­re­sen­tante sin­da­cale dei Cobas e opera­ia del sito Stel­lan­tisi di Ates­sa, licen­zi­a­ta ques­ta mat­ti­na. Due licen­zi­a­men­ti sin­da­cali in una sola set­ti­mana. Il cli­ma di repres­sione nelle fab­briche è diven­ta­to ormai insop­porta­bile!”.

Foto divul­ga­ti­va dei suc­ces­si Stel­lan­tis di Ates­sa


“Il 15 feb­braio 2024, fuori i can­cel­li del­la FCA/Stellantis di Cassi­no si è tenu­to un pre­sidio parte­ci­pa­to e sen­ti­to. Una coral­ità di ani­me e pre­sen­ze che si sono rac­colti intorno alle allar­man­ti con­dizioni del­lo sta­bil­i­men­to di Pied­i­monte San Ger­mano. Si è pre­so spun­to dal licen­zi­a­men­to del seg­re­tario provin­ciale del­la FLMU­ni­ti-Cub di Frosi­none, Delio Fan­ta­sia, per poi con­certare e rac­cogliere l’attenzione sulle con­dizioni eco­nomiche, lavo­ra­tive degli operai Stel­lan­tis. — così ren­dono noto quan­to avvenu­to nel­la gior­na­ta di mobil­i­tazione dal­la FLMU­ni­ti-Cub — Un centi­naio di man­i­fes­tanti, tra il mon­do operaio, politi­co e asso­cia­ti­vo si è rac­colto fuori i can­cel­li del­la Fiat come non accade­va da decen­ni. Si sono avu­ti decine di inter­ven­ti. Il seg­re­tario nazionale del­la CUB, Marce­lo Amen­dola, il seg­re­tario nazionale del­la FLMU­ni­ti-Cub Simone Vivoli, la seg­re­taria del­la Cub san­ità Pao­la Saba­ti­ni, il seg­re­tario del­la Cub trasporti Anto­nio Amoroso, il com­po­nente del­la seg­rete­ria provin­ciale FLMU-Cub Fran­co Di Domeni­co e non da ulti­mo l’intervento del­la RSA del­la FIOM, Rober­to D’Epiro. Molti ora­tori dal mon­do politi­co, Maria Ciolfi in rap­p­re­sen­tan­za del Movi­men­to 5 Stelle, Mau­r­izio Acer­bo seg­re­tario nazionale del PRC, Ugo Moro del­la seg­rete­ria nazionale del PCI, Lui­gi Sorge del PCL, Andrea De Marchis dei Carc, Gioacchi­no Nota del M5S di Vil­la S. Lucia, Rena­to De Sanc­tis con­sigliere d’opposizione del Comune di Cassi­no.

Espo­nen­ti del PCI, con Ugo Moro, seg­rete­ria nazionale e Bruno Bar­bona, seg­re­tario provin­ciale di Frosi­none, alla gior­na­ta di mobil­i­tazione davan­ti ai can­cel­li del­la Stel­lan­tis

In questi giorni ci sono sta­ti attes­ta­ti di sol­i­da­ri­età anche da parte dei dep­u­tati del­la Sin­is­tra e dei Ver­di, il dep­u­ta­to Devis Dori e Francesco Mari nonchè del­la dep­u­ta­ta del M5S Ilar­ia Fontana, i quali impeg­nati in par­la­men­to si sono comunque resi disponi­bili ad un incon­tro e ad un even­tuale inter­rogazione par­la­mentare. Il pre­sidio è sta­to ono­ra­to di avere tra gli ora­tori lo stori­co com­pag­no Nor­ber­to Natali, il quale è sta­to mil­i­tante e diri­gente nazionale del PCI e del­la FGCI, che tan­to si spende e si è spe­so per la lot­ta all’ingiustizia sociale e civile e che, a tutt’oggi, è un pun­to di rifer­i­men­to per le nuove gen­er­azioni. La FLMU­ni­ti-Cub con­tin­ua ad orga­niz­zarsi. In cal­en­dario c’è già una nuo­va mobil­i­tazione pres­so i can­cel­li del­la Sev­el di Ates­sa, per stare al fian­co degli oeprai depo­rati da Cassi­no. Non mancher­an­no le inzia­tive all’interno e fuori i can­cel­li di Pied­i­monte in mer­i­to ai carichi di lavoro dis­umani, alle pes­sime con­dizioni gien­iche e cli­matiche all’interno del­lo sta­bil­i­men­to. Infine FLMU-Cub esprime la sua sol­i­da­ri­età anche ai 32 operai del­la De Vizia, che lavo­ra­no all’interno del­lo sta­bil­i­men­to di Pied­i­monte, che a fine mar­zo 2024 saran­no mes­si alla por­ta in quan­to la commes­sa è sta­ta assor­bi­ta dal­la com­mit­tente e quin­di non più rin­no­va­ta.”. Da parte sua il seg­re­tario regionale del PCI Lazio con­fer­ma quan­to ave­va dichiara­to alla notizia del licen­zi­a­men­to di Delio Fan­ta­sia e la amplia, purtrop­po, anche all’ulteriore licen­zi­a­men­to che ha col­pi­to Francesca ad Ates­sa.

Related Images: