Marino. Segreteria del PCI, ha incontrato il prof. Roberto Onofrio. Affrontati temi pace e tragedia palestinese. Ipotizzato seminario estivo su geopolitica

Marino. Segreteria del PCI, ha incontrato il prof. Roberto Onofrio. Affrontati temi pace e tragedia palestinese. Ipotizzato seminario estivo su geopolitica

19/12/2023 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1249 volte!

Qui il prof. Rober­to Onofrio, in una lezione sul­la “Sto­ria del­la Fisi­ca in URSS” tenu­ta a Bib­liopop la scor­sa pri­mav­era


Ieri sera, nel­la sede di Bib­liopop, gen­til­mente con­ces­sa per l’occasione, e alla pre­sen­za di un paio di stu­den­ti ospi­ti, la seg­rete­ria del­la sezione del Par­ti­to Comu­nista Ital­iano di Mari­no “E.Berlinguer”, ha incon­tra­to lo scien­zi­a­to, prof. Rober­to Onofrio, res­i­dente e docente negli Sta­ti Uni­ti. C’è sta­to un affet­tu­oso e inten­so scam­bio di opin­ioni, spes­so molto con­ver­gen­ti, cir­ca la situ­azione inter­nazionale, euro­pea e nazionale. In par­ti­co­lare cen­trale è sta­to l’argomento riguardante la trage­dia in cor­so in Palesti­na e la vicen­da riguardante l’Ucraina. Il prof. Onofrio ha sostenu­to con forza le ragioni in dife­sa del Don­bass e regioni rus­so­fone vicine per quan­to di oppres­si­vo svolge il regime-fan­toc­cio di Kiev; e per la per­vi­cace polit­i­ca espan­sion­ista Nato/Usa con la Ue a servizio nei con­fron­ti del­la Rus­sia, miran­do chiara­mente a Sebastopoli! Allo stes­so modo, inter­roga­to sul­la fir­ma del docente all’appello in dife­sa di Gaza e del­la Palesti­na, ha spie­ga­to che cer­ta­mente oltre il chiaro con­tenu­to dell’appello stes­so, egli lo ha sot­to­scrit­to per­chè è fin trop­po evi­dente agli osser­va­tori esterni che il 7 otto­bre più che una grande azione di guer­ra, pare una sor­ta di attac­co con­sen­ti­to dal super­ef­fi­ciente eserci­to israeliano, per poi avere l’alibi ter­ri­bile di portare avan­ti ciò che sta facen­do pro­prio in questi pochissi­mi mesi e che si pro­pone di portare a com­pi­men­to ulte­ri­ore con le varie dichiarazioni in atto da parte di eserci­to e Gov­er­no. L’incontro, a cui han­no parte­ci­pa­to Ori­et­ta Gumi­na, Oreste Azza­lin, Mar­co Onofrio, Mau­r­izio Aver­sa e Ser­gio San­ti­nel­li, oltre lo stes­so Rober­to Onofrio, si è con­clu­so con sobrio brin­disi augu­rale. Non pri­ma, però, dell’assunzione di una ipote­si di lavoro, un impeg­no per i prossi­mi mesi: su pro­pos­ta di Rober­to Onofrio, che tornerà in pri­mav­era a Mari­no, sarà pre­dis­pos­to un sem­i­nario, anche a carat­tere pub­bli­co, con una scalet­ta che pre­par­erà lo stes­so Onofrio e che avrà come car­dine la geopo­lit­i­ca in sen­so sci­en­tifi­co, politi­co, attuale. Sarà orga­niz­za­to dal PCI. Per com­pletez­za si met­tono di segui­to l’appello degli scien­ziati a dife­sa di Gaza.

Da sin: Prof Rober­to Onofrio, Mar­co Onofrio, Ser­gio San­ti­nel­li, Ori­et­ta Gumi­na, Mau­r­izio Aver­sa e Oreste Azza­lin


“Appel­lo di scien­ziati da tut­to il mon­do per fer­mare la guer­ra. Noi scien­ziati esprim­i­amo pro­fon­da angos­cia per la dev­as­tazione colos­sale e la perdi­ta di vite umane a Gaza. Con­dan­ni­amo ener­gi­ca­mente l’at­tac­co ai civili israeliani e il seque­stro di ostag­gi. Ma ciò che Israele sta facen­do in rap­pre­saglia equiv­ale a una punizione col­let­ti­va. 4 novem­bre 2023 Appel­lo per fer­mare la guer­ra e con­sen­tire l’in­gres­so libero di cibo, acqua, elet­tric­ità, mate­ri­ali di soc­cor­so e aiu­ti medici per il popo­lo di Gaza
Noi, scien­ziati, ingeg­neri, matem­ati­ci e stu­diosi di tut­to il mon­do, esprim­i­amo la nos­tra pro­fon­da angos­cia per la dev­as­tazione colos­sale e la perdi­ta di vite umane a Gaza. In momen­ti crit­i­ci del­la sto­ria, come le guerre, quan­do la scien­za viene abusa­ta e sfrut­ta­ta, gli scien­ziati non han­no esi­ta­to a protestare e a mobil­itare l’opin­ione pub­bli­ca con­tro le guerre e la dis­truzione delle vite delle per­sone. In una situ­azione sim­i­le, non pos­si­amo restare sem­pli­ci spet­ta­tori di ques­ta grande calamità umana che si sta abbat­ten­do su Gaza con la forza bru­ta. Men­tre con­dan­ni­amo ener­gi­ca­mente l’at­tac­co ai civili israeliani e il seque­stro di ostag­gi civili da parte di Hamas, ciò che Israele sta facen­do in rap­pre­saglia equiv­ale a una punizione col­let­ti­va e all’uc­ci­sione indis­crim­i­na­ta dei paci­fi­ci res­i­den­ti non com­bat­ten­ti di Gaza, tra cui qua­si un ter­zo sono bam­bi­ni. Dal 7 otto­bre al 26 otto­bre 2023, i bom­bar­da­men­ti aerei israeliani han­no ucciso oltre 6.500 per­sone a Gaza, e qua­si il 60% di esse era­no donne e bam­bi­ni, sec­on­do il Min­is­tero del­la Salute di Gaza. Gli attac­chi aerei israeliani han­no trasfor­ma­to ampie zone in mac­erie; persi­no gli ospedali non sono risparmiati. Israele sta chieden­do aper­ta­mente lo sgombero di mil­ioni di per­sone sen­za un luo­go sicuro. Ha inter­rot­to l’en­er­gia elet­tri­ca, il car­bu­rante, l’ac­qua e le for­ni­ture mediche a Gaza, violan­do tutte le leg­gi inter­nazion­ali uman­i­tarie. Chiedi­amo alle Nazioni Unite di assumere una posizione forte e basa­ta su prin­cipi eti­ci e di intrapren­dere azioni per una ces­sazione imme­di­a­ta delle ostil­ità e con­sen­tire l’in­gres­so libero di mate­ri­ali di soc­cor­so e aiu­ti medici per soc­cor­rere la popo­lazione asse­di­a­ta e mar­to­ri­a­ta di Gaza. Appel­liamo a tutte le per­sone di buona volon­tà e pre­oc­cu­pate in tut­to il mon­do di alzare la loro voce di protes­ta, di stare al fian­co del popo­lo di Gaza e di unire le loro voci col­let­tive per costrin­gere le poten­ze a garan­tire una soluzione polit­i­ca duratu­ra al prob­le­ma e quin­di assi­cu­rare che il popo­lo israeliano e palesti­nese pos­sa esistere e coesistere in pace e armo­nia.

Mar­co Onofrio, scrit­tore e com­po­nente del­la seg­rete­ria del PCI Mari­no, col fratel­lo, il prof. Rober­to Onofrio


Fir­ma­to da: Prof. Rober­to Onofrio, docente Uni­ver­sità USA e Pado­va; Prof. Dhruba­jy­oti Mukhopad­hyay, Sci­en­tist, Cal­cut­ta Uni­ver­si­ty and Pres­i­dent of Break­through Sci­ence Soci­ety, India Prof. Soumitro Baner­jee, Sci­en­tist, IISER Kolkata and Gen­er­al Sec­re­tary of Break­through Sci­ence Soci­ety, India Prof. Cyril Clos­set, Sci­en­tist, Uni­ver­si­ty of Birm­ing­ham, UK Prof. Sarah Tut­tle, Astronomer, Seat­tle, WA, USA Prof. Nico­las Gisin, Sci­en­tist, Uni­ver­si­ty of Gene­va, Switzer­land Prof. Lucianne Walkow­icz, Astronomer, Chica­go IL, USA Prof. Car­lo Rov­el­li, Sci­en­tist, Aix-Mar­seille Uni­ver­si­ty, France Prof. Assaf Kfoury, Math­e­mati­cian, Boston Uni­ver­si­ty, Mass­a­chu­setts, USA Prof. Chan­da Prescod-Wein­stein, Sci­en­tist, New Hamp­shire, USA Prof. Ashoke Sen, Sci­en­tist, ICTS-TIFR Ben­galu­ru, India Prof. Alfon­so Cara­maz­za, Sci­en­tist, Har­vard Uni­ver­si­ty, USA Prof. Suchi­tra Sebas­t­ian, Sci­en­tist, Cam­bridge, UK Prof. Bri­an Shuve, Sci­en­tist, Pomona, Cal­i­for­nia, USA Prof. Mark M. Wilde, Sci­en­tist, Cor­nell Uni­ver­si­ty, Itha­ca, NY, USA Prof. Debashis Mukher­jee, Sci­en­tist, TCG CREST Kolkata, India Prof. Palash Baran Pal, Sci­en­tist, Uni­ver­si­ty of Cal­cut­ta, India, … etc.

cor­teo pro palesti­na — fotografo: Mas­si­mo Bar­soum

Related Images: