Migranti, Tiso-Arbia(IC): “Basta morti in mare. Onu e Ue siano centrali”

Migranti, Tiso-Arbia(IC): “Basta morti in mare. Onu e Ue siano centrali”

21/09/2023 1 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 810 volte!

Bas­ta mor­ti in mare, bas­ta tragedie, bas­ta con l’immigrazione incon­trol­la­ta che gen­era solo prof­it­to ille­gale per la crim­i­nal­ità. Quel­lo degli sbarchi è un tema com­p­lesso, del­i­ca­to e in costante evoluzione, che sino­ra non ha trova­to soluzione anche e soprat­tut­to a causa del­la man­ca­ta volon­tà comune e del­la man­ca­ta

con­di­vi­sione di inten­ti degli Sta­ti inter­es­sati, fal­l­en­do nel­la sfi­da del­la accoglien­za, dell’ospitalità e del­la salvez­za di vite umane, del­la inte­grazione e del con­trol­lo delle fron­tiere, e las­cian­do politi­ca­mente da sola l’Italia al pro­prio des­ti­no. È chiaro ed evi­dente che è nec­es­saria una inver­sione di rot­ta, a par­tire da un nuo­vo ruo­lo cen­trale è cru­ciale del­la Ue e dell’Onu, sino­ra piut­tosto inef­fi­ci­en­ti di fronte ai con­tinui sbarchi, alle mor­ti in mare e alla scan­dalosa mer­ci­fi­cazione di uomi­ni, donne e bam­bi­ni. In tal sen­so, dunque, è impro­cras­tin­abile ed urgente ripen­sare total­mente le politiche comu­ni inter­nazion­ali – ammes­so e non con­ces­so che ci siano mai real­mente state -, dal­la ricol­lo­cazione dei migranti, alla sorveg­lian­za delle bar­riere, dalle politiche di soc­cor­so allo stop delle parten­ze ille­gali. Questo è il vero tema e Ue e ONU devono smet­ter­la di voltar­si dal­la altra parte. L’obiettivo deve essere sal­vare i migranti, tute­lando al con­tem­po la dig­nità e il rispet­to di per­sone che scap­pano da guerre e dis­per­azione nell’auspicio di una vita migliore. Onu e Ue rius­ci­ran­no a garan­tir­lo?”.

Related Images: