Esce “Azzurro esiguo”, silloge poetica del poeta marinese Marco Onofrio

Esce “Azzurro esiguo”, silloge poetica del poeta marinese Marco Onofrio

17/03/2021 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1404 volte!

La pro­duzione let­ter­aria di Mar­co Onofrio non conosce soste: un mese fa le pres­ti­giose edi­zioni Pas­sigli han­no pub­bli­ca­to a Firen­ze la sua nuo­va sil­loge poet­i­ca, dal tito­lo “Azzur­ro esiguo”, con l’avallo di Dante Maf­fìa che par­la in Pre­fazione di “libro d’amore dove con­tano i priv­i­le­gi delle con­quiste inte­ri­ori”. Il vol­ume, di 112 pagine per 59 testi (fra liriche e poemet­ti in prosa), è la quat­tordices­i­ma opera di poe­sia dell’autore romano, nonché la sua trenta­seies­i­ma di sem­pre, in qua­si trent’anni di car­ri­era cul­tur­ale a tut­to cam­po. Rag­giun­to tele­foni­ca­mente a Mari­no, dove vive dal 2006, Onofrio si è det­to felice di ques­ta nuo­va pub­bli­cazione, che una “strana e stra­or­di­nar­ia casu­al­ità” – parole sue – ha vis­to coin­cidere con il giorno del 50° com­plean­no (11 feb­braio 2021). “Una bel­la sod­dis­fazione» ha dichiara­to Onofrio «non solo per l’importanza del­la casa editrice, tra le più rino­mate e ricer­cate in Italia per la poe­sia, e del­la col­lana in cui il libro è sta­to inser­i­to, fon­da­ta e diret­ta a suo tem­po dal grande Mario Luzi; ma anche e soprat­tut­to per il val­ore di “sum­ma” che l’opera assume rispet­to alle prece­den­ti, dove appun­to la pri­ma matu­rità dei 50 anni da me appe­na com­piu­ti ha con­sen­ti­to un equi­lib­rio che mi dicono molto bel­lo tra la leg­gerez­za dell’istinto e il peso del bagaglio acquisi­to nelle espe­rien­ze e negli stu­di quo­tid­i­ani. Tra le poe­sie di “Azzur­ro esiguo” mi piace ricor­dare quel­la scrit­ta in morte di mio padre Aure­lio, man­ca­to lo scor­so 4 giug­no, che sta com­muoven­do pro­fon­da­mente tut­ti i let­tori per l’intensità emo­ti­va e l’universalità delle corde sfio­rate. È sta­to il mio modo di salu­tar­lo e ringraziar­lo per l’amore di una vita. Alla sua memo­ria è ded­i­ca­to questo libro”.

Related Images: