Municipium App Marino, una best practice nei Castelli Romani e non solo

Municipium App Marino, una best practice nei Castelli Romani e non solo

01/04/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1060 volte!

Municipium App Marino, una best practice nei Castelli Romani e non solo

Il servizio raggiunge oggi 7.683 utenti

 

Municip­i­um App è entra­to nel­la ges­tione del­la comu­ni­cazione isti­tuzionale del Comune di Mari­no il 24.03.2017.

Oggi,  a due anni di dis­tan­za, tiri­amo le somme per val­utare come questo servizio gra­tu­ito, scar­i­ca­bile sull’App Store e Google Play, abbia effet­ti­va­mente facil­i­ta­to, innes­can­do un ciclo vir­tu­oso, l’interazione tra cit­ta­di­ni ed Ente. Gra­zie alle mappe inter­at­tive, alla geolo­cal­iz­zazione delle seg­nalazioni, alle infor­mazioni sui servizi,  alle news ed even­ti e,  soprat­tut­to, alla con­sul­tazione dei cal­en­dari del servizio por­ta a por­ta, ques­ta appli­cazione è entra­ta nell’uso di ben 7683 uten­ti, tan­ti sono ad oggi i dis­pos­i­tivi col­le­gati. Municip­i­um App, come ha reso noto  il Grup­po Mag­gi­oli che ha for­ni­to il servizio,  rien­tra tra le migliori cinque espe­rien­ze a liv­el­lo nazionale su oltre 450 instal­lazioni ad oggi atti­vate.

 “La nos­tra pri­or­ità” ha det­to il Sin­da­co di Mari­no Avv. Car­lo Col­iz­za “era quel­la di garan­tire un servizio con­cre­to e veloce al cit­tadi­no, in un momen­to in cui il tem­po diven­ta ogni giorno più impor­tante. La pos­si­bil­ità offer­ta dall’applicazione di scattare, in ogni momen­to del­la gior­na­ta, una foto geolo­cal­iz­za­ta e doc­u­mentare così un prob­le­ma ci è sem­bra­ta una buona oppor­tu­nità per facil­itare i cit­ta­di­ni. Lo smart­phone , infat­ti, è un ogget­to che affi­an­ca nat­u­ral­mente i nos­tri gesti quo­tid­i­ani. La dif­fu­sione di ques­ta modal­ità con­sente ai tec­ni­ci comu­nali di avere mag­giori det­tagli sug­li inter­ven­ti da met­tere in atto sul ter­ri­to­rio”.

La fase di start-up del servizio ha vis­to un grande dis­pendio di energie e attiv­ità per indi­vid­uare i ref­er­en­ti interni e creare una rete effi­cace. Una vol­ta com­ple­ta­to il data-entry delle  infor­mazioni utili, delle mappe (cir­ca 285 voci cor­re­late a con­tat­ti tele­foni­ci e mail), suc­ces­si­va­mente imple­men­ta­to con i cal­en­dari del por­ta a por­ta e con tutte le altre infor­mazioni sul­la nuo­va ges­tione dei rifiu­ti, l’impegno è sta­to quel­lo di esplic­itare ai cit­ta­di­ni le cor­rette modal­ità di uti­liz­zo dei canali infor­ma­tivi e comu­nica­tivi.

Si è chiar­i­to che per le istanze di parte era obbli­ga­to­rio uti­liz­zare l’indirizzo PEC del pro­to­col­lo gen­erale; per le seg­nalazioni (che pri­ma tran­si­ta­vano esclu­si­va­mente sul­la mail dell’URP o su altre mail) si dove­va uti­liz­zare il canale pri­or­i­tario di Municip­i­um App e, infine, per la pro­tezione civile e le emer­gen­ze il numero tele­fon­i­co ded­i­ca­to mes­so a dis­po­sizione del­la Cen­trale Oper­a­ti­va del­la Polizia Locale.

Final­mente, oggi assis­ti­amo alla qua­si scom­parsa delle seg­nalazioni attra­ver­so il mod­u­lo car­taceo e alla ges­tione di cir­ca 3409 seg­nalazioni con 19.763 noti­fiche push com­p­rese quelle rel­a­tive alle news ed even­ti. Abbi­amo con­tes­tual­mente chiar­i­to che la noti­fi­ca push del­la “pre­sa in cari­co” che arri­va sul­lo smart­phone avverte che “la seg­nalazione è sta­ta vision­a­ta e si stan­no met­ten­do in atto tutte le azioni pos­si­bili per ovviare al prob­le­ma”. Una nuo­va noti­fi­ca push “chiusa” avvisa che il prob­le­ma è sta­to risolto.

Ogni infor­mazione diver­sa viene comu­ni­ca­ta con l’invio di una mail. E’ oppor­tuno scari­care sem­pre l’ultimo aggior­na­men­to disponi­bile sull’App Store per uti­liz­zare al meglio il servizio. Municip­i­um App è sicu­ra­mente un sup­por­to per il proces­so di dig­i­tal­iz­zazione e svilup­po tec­no­logi­co su cui il nos­tro Ente ha sem­pre pun­ta­to per  elim­inare pro­gres­si­va­mente i pro­ces­si car­ta­cei adem­pi­en­do al Codice dell’Amministrazione Dig­i­tale. Gra­zie alle pro­fes­sion­al­ità interne e a un buon lavoro di squadra il servizio potrà ren­dere sem­pre più pun­tuale e veloce il rap­por­to con il cit­tadi­no, obi­et­ti­vo basi­lare per un Ente di prossim­ità.

 

Related Images: