Frascati a Sinistra: «No alla cancellazione della Ztl. I candidati a Sindaco dicano da quale parte stanno»

Frascati a Sinistra: «No alla cancellazione della Ztl. I candidati a Sindaco dicano da quale parte stanno»

10/02/2017 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 3196 volte!

Fras­cati a Sin­is­tra: «No alla can­cel­lazione del­la Ztl. I can­di­dati a Sin­da­co dicano da quale parte stan­no»

Fras­cati a Sin­is­tra ritiene decisa­mente inac­cetta­bile alcun atto di impe­rio che pas­si sopra alla volon­tà dei cit­ta­di­ni di Fras­cati e ai loro dirit­ti, ormai con­sol­i­dati negli anni, ad avere una cit­tà vivi­bile, mod­er­na e rispet­tosa del­l’am­bi­ente. È per questo che siamo con­trari ad ogni ipote­si, come invece adom­bra­to dalle dichiarazioni del Com­mis­sario Bruno Strati, di riduzione del­la Ztl, sen­za alcu­na con­sul­tazione pre­ven­ti­va con i cit­ta­di­ni. Una riduzione, oltre­tut­to, che sec­on­do quan­to dichiara­to sarebbe di fat­to una can­cel­lazione: dire di vol­er man­tenere un’area pedonale solo nel­la tar­da ser­a­ta suona come una offe­sa alla intel­li­gen­za delle per­sone.

Ci stupisce anche il silen­zio dei tan­ti, annun­ciati o reali, can­di­dati a Sin­da­co del­la nos­tra cit­tà. Dicano subito, cos­toro che in questi giorni stan­no con­ducen­do trat­ta­tive per il sosten­go alla pro­pria can­di­datu­ra o si sono aper­ta­mente pale­sati, da che parte stan­no. Fras­cati a Sin­is­tra non sta parte­ci­pan­do a tavoli e trat­ta­tive sulle can­di­da­ture per­ché noi rite­ni­amo che occor­ra par­tire dalle idee che si han­no per Fras­cati e per i fras­catani: non ci appas­sio­n­ano i nomi, i leader, gli slo­gan, ma i prog­et­ti. Per questo, in atte­sa che anche i can­di­dati a Sin­da­co sen­tano il dovere di far­lo, noi dici­amo subito che sul­la ques­tione del­la Ztl siamo dal­la parte dei cit­ta­di­ni, che vogliono un cen­tro stori­co vivi­bile e tran­quil­lo.

La Ztl è una con­quista che i cit­ta­di­ni di Fras­cati han­no ottenu­to da più di 25 anni e non è pens­abile che un Com­mis­sario, non elet­to e che non ha con­dot­to alcun con­fron­to con le rap­p­re­sen­tanze dei cit­ta­di­ni, pos­sa riportare la cit­tà indi­etro nel tem­po, in con­tro­ten­den­za rispet­to a quel­lo che le altre cit­tà più pres­ti­giose d’I­talia han­no fat­to.

Fras­cati non ha bisog­no di traf­fi­co auto­mo­bilis­ti­co: ha bisog­no di politiche di rilan­cio del tur­is­mo e delle tipic­ità locali. È assur­do e fuori dal tem­po pen­sare che il com­mer­cio e il tes­su­to eco­nom­i­co pos­sano essere rilan­ciati dal caos, dal traf­fi­co e dal­lo smog. Bas­ta guardare l’es­pe­rien­za di altre cit­tà per capire quali pos­sano essere i prog­et­ti sui quali lavo­rare: gran­di aree per­iferiche di parcheg­gio, reti urbane di trasporto leg­gero tipo mini-metro di super­fi­cie, sis­te­mi pre­mi­anti per l’ac­ces­so — tramite acquisti nei negozi cit­ta­di­ni — ai servizi tur­is­ti­ci e cul­tur­ali come carte-fedeltà.

È su queste ed altre idee, non sui nomi di can­di­dati a Sin­da­co veri o fan­ta­siosi, che Fras­cati a Sin­is­tra è disponi­bile a con­frontar­si. Non siamo invece disponi­bili ad accettare alcun pas­so indi­etro sul­la vivi­bil­ità del­la cit­tà e sui dirit­ti alla seren­ità dei cit­ta­di­ni. Ci aspet­ti­amo subito una pre­sa di posizione chiara da parte di tutte le forze politiche e di tut­ti i can­di­dati a Sin­da­co, veri o pre­sun­ti. E ci aspet­ti­amo che il Com­mis­sario Strati assi­curi i cit­ta­di­ni che la Ztl non ver­rà toc­ca­ta e che, in futuro, per ogni inter­ven­to che dovesse toc­care i dirit­ti dei cit­ta­di­ni e dei res­i­den­ti, questi vengano pre­ven­ti­va­mente e atten­ta­mente ascoltati.

Related Images: