CENTOCELLE, CARAMANICA(REA): “GUALTIERI CHIARISCA SU CANI INTRAPPOLATI NELLE FIAMME”

CENTOCELLE, CARAMANICA(REA): “GUALTIERI CHIARISCA SU CANI INTRAPPOLATI NELLE FIAMME”

12/07/2022 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 451 volte!

“Nel tar­do pomerig­gio di saba­to 9 luglio un vas­to incen­dio è divam­pa­to a Roma in via Casili­na, zona Cen­to­celle, coin­vol­gen­do gli autode­moli­tori del­la Togli­at­ti e cau­san­do una grossa nube di fumo nero. Un atto allar­mante e peri­coloso, che rischia di avere effet­ti igien­i­co-san­i­tari e ambi­en­tali su esseri umani e ter­ri­to­rio cir­costante. In atte­sa di conoscere nel­lo speci­fi­co le risul­tanze delle indagi­ni da parte degli inquiren­ti, Riv­o­luzione Ecol­o­gista Ani­mal­ista intende con­cen­trar­si su un episo­dio poten­zial­mente molto grave: ci giun­gono infat­ti numerose seg­nalazioni sul fat­to che durante il rogo, sareb­bero purtrop­po mor­ti alcu­ni cani degli autode­moli­tori che vive­vano nei pres­si delle attiv­ità. Una ipote­si trag­i­ca, su cui il Campi­doglio deve fare imme­di­a­ta chiarez­za. Per ques­ta ragione, al sin­da­co di Roma, Rober­to Gualtieri, chiedi­amo: cor­risponde al vero che alcu­ni quadru­pe­di sareb­bero rimasti intrap­po­lati nelle fiamme? Quan­ti ani­mali sareb­bero dece­du­ti a causa dell’incendio? Quan­ti cani sareb­bero sta­ti por­tati in sal­vo dall’inferno di fuo­co? E, anco­ra, dove li avreb­bero trasfer­i­ti e che ferite avreb­bero ripor­ta­to? Altro ele­men­to allar­mante, poi, è l’inquinamento ambi­en­tale da diossi­na, come sot­to­lin­eato dai recen­ti dati dell’Arpa Lazio; sul tema vor­rem­mo sapere: in che modo Gualtieri intende tute­lare la salute dei cit­ta­di­ni di quel­la zona? Siamo di fronte a domande impor­tan­ti che richiedono risposte con­crete e imme­di­ate. Rea rimane a dis­po­sizione per un incon­tro isti­tuzionale con pri­mo cit­tadi­no e asses­sore competente”.
Così, in una nota, il seg­re­tario nazionale del par­ti­to Riv­o­luzione Ecol­o­gista Ani­mal­ista, Gabriel­la Caramanica