Assotutela: “Continuano le morti sul lavoro e mancano le norme

Assotutela: “Continuano le morti sul lavoro e mancano le norme

22/11/2021 0 Di Marco Montini

Hits: 107

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 390 volte!

“Mor­ti sul lavoro, una set­ti­mana trag­i­ca, è dram­mat­i­ca la cate­na di infor­tu­ni in cui han­no per­so la vita trop­pi operai. Chi mor­to schi­ac­cia­to, chi cadu­to da una impal­catu­ra, chi infor­tu­na­to per mal­fun­zion­a­men­to di macchi­nari. La sequen­za è impres­sio­n­ante”. Lo dichiara il pres­i­dente di Asso­Tutela Michel Mar­i­ta­to che spie­ga: “Nel totale dis­ori­en­ta­men­to dei servizi di Pre­ven­zione delle Asl, pri­vate di risorse essen­ziali che potreb­bero incen­ti­vare i con­trol­li, va avan­ti una vuo­ta retor­i­ca con cui ci si guar­da bene dal met­tere in luce una delle ragioni di tale strage annun­ci­a­ta: l’inerzia delle isti­tuzioni. Ci rife­ri­amo, in par­ti­co­lare, a quel­la che dove­va essere la novità del decre­to leg­isla­ti­vo 81 del 2008 ‘Tutela del­la salute e sicurez­za nei luoghi di lavoro’: la patente a pun­ti per i datori di lavoro”, chiarisce il pres­i­dente. “L’articolo 27 com­ma 1 bis del provved­i­men­to sta­bilisce questo nuo­vo sis­tema di qual­i­fi­cazione che ha l’obiettivo di ridurre il ris­chio di inci­den­ti. Così come ver­i­fi­catosi per la patente di gui­da – che nei dieci anni di attuazione dell’attribuzione di un pun­teg­gio ha vis­to notevol­mente ridot­ti gli inci­den­ti stradali – si è pen­sato che sim­i­le provved­i­men­to avrebbe cos­ti­tu­ito un incen­ti­vo per adeguare i sis­te­mi di sicurez­za e i con­trol­li nelle imp­rese. A tutt’oggi però nul­la di fat­to. Man­ca il decre­to attua­ti­vo per cui la nor­ma res­ta soltan­to una vaga promes­sa. Ė evi­dente – chiosa il pres­i­dente — che non si vuole insis­tere, in un set­tore in cui sem­bra stia bene a tut­ti man­tenere lo sta­tus quo”.