ROMA, ASSOTUTELA: “IMPAZZA ‘MALAMOVIDA’ E GUALTIERI SUONA LA CHITARRA”

ROMA, ASSOTUTELA: “IMPAZZA ‘MALAMOVIDA’ E GUALTIERI SUONA LA CHITARRA”

17/11/2021 0 Di Marco Montini

Hits: 52

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 252 volte!

“Cori, urla, minac­ce, musi­ca, can­ti, bal­li, alcol a fiu­mi, assem­bra­men­ti sot­to le finestre di cit­ta­di­ni che vor­reb­bero dormire, quel­li che con­ducono una vita rego­lare, ma non pos­sono”. Ques­ta è la tes­ti­mo­ni­an­za che una res­i­dente in zona piaz­za Bologna ci ha con­seg­na­to, uni­ta alla con­statazione di trovar­si in una situ­azione di impoten­za. “Con­tinuiamo a chia­mare il 112 – insiste la sig­no­ra Car­la, la chi­amer­e­mo così – che ci pas­sa la polizia locale, i cui fun­zionari rispon­dono che arriver­an­no se non avran­no inci­den­ti stradali di cui occu­par­si…”. Sul tema inter­viene dura­mente il pres­i­dente di Asso­Tutela Michel Mar­i­ta­to che così com­men­ta: “Ci chiedi­amo che stra­da abbiano pre­so tut­ti i buoni proposi­ti del sin­da­co Gualtieri, che per spin­gere alcu­ni can­di­dati in suo sosteg­no, ha mil­lan­ta­to la nom­i­na di improb­a­bili fig­ure di guardiani del­la mala movi­da, di cui a tutt’oggi non si scorge trac­cia. Con l’idea del ‘sin­da­co del­la notte’ – attac­ca Mar­i­ta­to – sono sta­ti illusi i cit­ta­di­ni che sper­a­vano in una svol­ta rispet­to al mal­cos­tume che ha pre­so piede nel­la nos­tra cit­tà fino alle ore pic­cole. Tan­to da indurre i cit­ta­di­ni dis­perati a for­mu­la­re proposi­ti di abban­dono dei quartieri stori­ci per dis­per­azione. Come ci ha rifer­i­to la sig­no­ra Car­la, c’è l’impressione che si voglia las­cia­re Roma in mano a ‘gestori scri­te­riati’ e ‘avven­tori obnu­bi­lati’ sen­za nes­suno che tuteli i res­i­den­ti che si sentono ormai rel­e­gati ‘in una ter­ra di nes­suno’. E la situ­azione diven­ta ancor più nau­se­abon­da alle prime luci dell’alba, quan­do ai poveri cit­ta­di­ni si dà il buon­giorno con uno spet­ta­co­lo vera­mente indeg­no”, chiosa il presidente