Velletri. Il Gruppo dei Dodici presenta il libro “Il cibo del Pellegrino”, di Luigi Iovino. Per l’occasione saranno preparati la zuppa e il biscotto del pellegrino

Velletri. Il Gruppo dei Dodici presenta il libro “Il cibo del Pellegrino”, di Luigi Iovino. Per l’occasione saranno preparati la zuppa e il biscotto del pellegrino

13/11/2021 0 Di Maurizio Aversa

Hits: 141

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 717 volte!

La cop­er­ti­na del libro Il cibo del pel­le­gri­no, di Lui­gi Iovino


Nel­la cor­nice del­la Sala Ter­si­core del Palaz­zo Comu­nale di Vel­letri, in piaz­za Cesare Augus­to 1, giovedì 18 novem­bre alle 16.30 il Grup­po dei Dod­i­ci pre­sen­terà il libro di Lui­gi Iovi­no “Il cibo del Pel­le­gri­no”. Tut­to sarà con­tem­pla­to nel­la pre­sen­tazione: la bisac­cia, i monas­teri e le osterie. Un viag­gio enogas­tro­nom­i­co nel tem­po lun­go la via Fran­ci­ge­na. L’importante appun­ta­men­to cul­tur­ale vedrà il salu­to del Sin­da­co di Vel­letri, Orlan­do Poc­ci. Seguiran­no inter­ven­ti di: Gian­car­lo Forte, Pres­i­dente Grup­po dei Dod­i­ci; Ger­ar­do Venezia, Vicepres­i­dente Grup­po dei Dod­i­ci; Gio­van­na Aragozzi­ni, dell’ Asso­ci­azione L’ Asi­no e le Nuv­ole e, nat­u­ral­mente dell’autore Lui­gi Jovi­no. A mod­er­are l’incontro Mau­ro Leoni, Del­e­ga­to per la via Fran­ci­ge­na Comune di Vel­letri. Il Grup­po dei Dod­i­ci ringrazia per il sup­por­to l’ISTITUTO ALBERGHIERO IPSSAR UGO TOGNAZZI di Velletri.
A mar­gine del­la pre­sen­tazione e a com­ple­ta­men­to dell’evento, saran­no a dis­po­sizione per i parte­ci­pan­ti la zup­pa e il bis­cot­to del pellegrino.
Nota. Nelle bisac­ce dei pel­le­gri­ni che in epoca medievale per­cor­re­vano il viag­gio tra la cat­te­drale di Can­ter­bury e Roma era­no con­tenute poche cose, e qua­si tutte con­sis­ten­ti in provviste ali­men­ta­ri: pane nero e duro, cipolle, castagne, olive, pic­cole forme di for­mag­gio, vino, qualche uovo. Molti di loro si nutrivano rac­coglien­do erbe, ortag­gi e frut­ti trovati lun­go il cam­mi­no. E in loro soc­cor­so veni­vano spes­so i reli­giosi dei monas­teri, che non nega­vano un pas­to e rifor­ni­vano i vian­dan­ti. In questo libro – che descrive con dovizia di par­ti­co­lari gli itin­er­ari segui­ti nei per­cor­si per la via Fran­ci­ge­na nel trat­to da Castelforte a Roma – ven­gono pre­si in esame il con­tenu­to delle bisac­ce di quei pel­le­gri­ni, i menù offer­ti dai monas­teri, i piat­ti che si pote­vano tro­va re nelle antiche osterie. Pro­po­nen­do così un vero e pro­prio viag­gio enogas­tro­nom­i­co nel tem­po e nel­lo spazio:dal Medio­e­vo ai giorni nos­tri, e lun­go quell’importante via del­la fede che rap­p­re­sen­ta una diret­trice per­cor­ri­bile anco­ra oggi da chi­unque sia alla ricer­ca di spir­i­tu­al­ità, di sé e dei val­ori del­la vita sana e naturale.
L’autore: Lui­gi Jovi­no, di orig­ine napo­le­tana, da 36 anni vive nel ter­ri­to­rio dei Castel­li Romani. Gior­nal­ista e scrit­tore, ha pub­bli­ca­to diver­si volu­mi a tema gas­tro­nom­i­co e culturale.

Recente pre­sen­tazione del libro di Iovi­no a Terracina