Roma, Assotutela: “il volontario non basta, riformiamo Ama”

Roma, Assotutela: “il volontario non basta, riformiamo Ama”

27/10/2021 0 Di Marco Montini

Hits: 89

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 416 volte!

Non ras­si­cu­ra­no le dichiarazioni del neo sin­da­co Rober­to Gualtieri, che annun­cia di vol­er far pulire la cit­tà da pri­vati e volon­tari. Ė di ieri mat­ti­na la notizia, che alcu­ni min­isin­daci dei municipi, fres­chi del­la riu­nione in Campi­doglio con il pri­mo cit­tadi­no, siano già alla ricer­ca di onlus e asso­ci­azioni per provvedere”. Lo dichiara il pres­i­dente di Asso­Tutela Michel Mar­i­ta­to. “C’è anche la pro­pos­ta di coin­vol­gere i ben­e­fi­cia­ri del red­di­to di cit­tad­i­nan­za per pulire le strade e le aree ver­di, idea che non ci vedrebbe total­mente con­trari se non fos­se, come è evi­dente, una idea tam­pone che non risolve il prob­le­ma strut­turale di ges­tione, orga­niz­zazione, fun­zion­a­men­to dell’Ama. Non cre­di­amo – insiste il pres­i­dente — che si risol­va in tal modo l’atavico prob­le­ma del­la rac­col­ta rifiu­ti in cit­tà. Non vor­rem­mo che si scarichi­no i pesi di una emer­gen­za su orga­niz­zazioni di volon­tari. A Roma c’è bisog­no di un piano di assun­zioni per rilan­cia­re il servizio pub­bli­co, c’è bisog­no di una pro­fon­da revi­sione del ‘sis­tema Ama’ rego­la­men­tan­do tut­ti gli affi­da­men­ti ai pri­vati che al momen­to, pre­sen­tano molte dis­fun­zioni”. Il pres­i­dente lan­cia inoltre una pro­pos­ta: “Bisogna isti­tuire osser­va­tori munic­i­pali sui rifiu­ti, cos­ti­tu­iti da comi­tati di cit­ta­di­ni e rap­p­re­sen­tan­ti dell’ente locale, sot­to la super­vi­sione di capi zona Ama. Sen­za pen­sare poi, alla man­can­za di idonee cop­er­ture assi­cu­ra­tive per volon­tari e percet­tori di red­di­to, che in caso di infor­tu­nio potreb­bero pagare di tas­ca pro­pria. I prob­le­mi sono strut­turali, non risolvi­bili su base volon­taria”, chiosa il presidente.