Roma, Assotutela: “Vigili in trasferta ‘buche’: scomparsi dalle strade”

Roma, Assotutela: “Vigili in trasferta ‘buche’: scomparsi dalle strade”

13/10/2021 0 Di Marco Montini

Hits: 34

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 162 volte!

“Mart­edì 12 otto­bre, pas­si­amo in via del­la Bal­duina e noti­amo che una macchi­na del­la polizia locale è fer­ma davan­ti a una vor­agine. Da fonte sicu­ra, sap­pi­amo che il pianton­a­men­to va avan­ti da un giorno e una notte, per la sicurez­za dei cit­ta­di­ni”. Lo dichiara il pres­i­dente di Asso­Tutela Michel Mar­i­ta­to che con­tin­ua: “Incu­riosi­ti dall’insolito incar­i­co, ci informi­amo pres­so il locale munici­pio e veni­amo a sapere che dal 30 giug­no sarebbe scadu­to l’appalto per la dit­ta di manuten­zione delle strade e, con­sid­er­ate le lentezze buro­cratiche a cui ci ha abit­u­a­to Roma Cap­i­tale, non si viene a capo del­la vicen­da ed è impos­si­bile trovare imme­di­a­to rime­dio al peri­co­lo cos­ti­tu­ito dal col­las­so dell’asfalto”. Il pres­i­dente va avan­ti con l’incredibile rac­con­to: “La vor­agine, cir­con­da­ta da altri due pic­coli cra­teri, da alcu­ni giorni è lì e, date le dimen­sioni, rischia di inghiot­tire auto, scoot­er e anche pedoni dis­at­ten­ti. Con­sid­er­a­to che non è la pri­ma situ­azione estrema del­la cit­tà, ci chiedi­amo quante pat­tuglie di polizia locale siano imp­ie­gate da Roma Cap­i­tale per vig­i­lare sul­la inco­lu­mità dei cit­ta­di­ni. Ecco sve­la­to il mis­tero per cui non si vedono più vig­ili ai semafori, agli incro­ci e sulle car­reg­giate di mag­giore scor­ri­men­to. Pos­si­amo per­me­t­ter­ci – insiste Mar­i­ta­to – il dis­tac­co di agen­ti dalle strade con­ges­tion­ate, dai quartieri afflit­ti dal­la sos­ta sel­vaggia, dai con­trol­li ammin­is­tra­tivi e tan­ti altri incar­ichi per sorveg­liare l’incolumità a causa delle buche? Siamo in otto­bre, inizio del­la sta­gione delle piogge, e non osi­amo pen­sare alle pos­si­bili con­seguen­ze del cli­ma sul­la tenu­ta del frag­ile asfal­to di Roma. Occorre un inter­ven­to imme­di­a­to per porre fine a tale assur­da situ­azione”, chiosa Maritato.