Roma, Maritato(Lega): “Propaganda Raggi’: Roma futura in mostra ai capitolini”

Roma, Maritato(Lega): “Propaganda Raggi’: Roma futura in mostra ai capitolini”

25/09/2021 0 Di Marco Montini

Hits: 125

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 504 volte!

“Non solo bagatelle. Nel­la osses­si­va cam­pagna elet­torale, la sin­da­ca Rag­gi esprime anche pen­sieri di ampio respiro che, para­dos­salmente, evi­den­ziano anco­ra di più la pochez­za di con­tenu­ti del­la sua ammin­is­trazione”. Lo dichiara il can­dida­to del­la Lega in Campi­doglio Michel Mar­i­ta­to, che illus­tra l’ultima trova­ta degli ‘spin doc­tor’ del­la pri­ma cit­tad­i­na. “Sui social Rag­gi illus­tra la sua visione di cit­tà nei prossi­mi dieci anni – spie­ga Mar­i­ta­to — rap­p­re­sen­ta­ta nel­la mostra ‘Roma, l’eternità nel futuro’, che si può vis­itare gra­tuita­mente ai Musei capi­toli­ni. Non vor­rem­mo fos­se l’ultima trova­ta elet­torale, sem­pre a spese dei cit­ta­di­ni, come le sue gigan­tografie per pub­bli­ciz­zare il micro­cre­d­i­to nelle bor­gate, rimosse dal Core­com, comi­ta­to regionale di con­trol­lo sul­la comu­ni­cazione, per­ché pub­blic­ità ingan­nev­ole paga­ta dai romani. Ora la ‘anco­ra per poco’ sin­da­ca par­la di sette dis­tret­ti in cui dividere la Cap­i­tale ma se non è sta­ta in gra­do di attuar­li per cinque anni, con quale spir­i­to li pro­pone in zona Cesari­ni? ‘Votate­mi e insieme fare­mo mer­av­iglie’ sem­bra sug­gerire ai romani che però non sono tan­to ingenui da cadere nel tranel­lo comu­nica­ti­vo. Noi invece – attac­ca il can­dida­to – sug­ge­ri­amo a Rag­gi di fare una passeg­gia­ta per Roma la mat­ti­na all’ora di pun­ta, quan­do tut­ti van­no al lavoro o la sera al ritorno, con le strade bloc­cate dal traf­fi­co per i tan­ti cantieri aper­ti in con­tem­po­ranea, sem­pre per pro­pa­gan­da. O anco­ra, pas­si la sin­da­ca, accan­to alle impro­poni­bili cicla­bili real­iz­zate da chi di bici ne sa pro­prio poco, oppure si munis­ca di un guin­za­glio per portare a passeg­gio qualche cinghiale, divenu­to ormai icona di Roma al pos­to del­la Lupa. Non saran­no quat­tro immag­i­ni o i dis­cor­si da dis­co incan­ta­to a incantare ques­ta vol­ta, per­doni il bis­tic­cio, i cit­ta­di­ni esasperati da cinque anni di delirio”.