Roma, Caramanica(RA): “Con Sgarbi per una Capitale a misura di animale”

Roma, Caramanica(RA): “Con Sgarbi per una Capitale a misura di animale”

23/09/2021 0 Di Marco Montini

Hits: 121

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 463 volte!

“Entu­si­as­mo e parte­ci­pazione per l’aperitivo ani­mal­ista orga­niz­za­to nel­la gior­na­ta di ieri a Roma da Gabriel­la Cara­man­i­ca, seg­re­tario nazionale di Riv­o­luzione Ani­mal­ista, par­ti­to che parte­ci­pa alle elezioni ammin­is­tra­tive del­la Cap­i­tale all’interno del­la lista com­pos­ta anche da Rinasci­men­to, Cam­bi­amo, Democrazia del popo­lo e Movi­men­to Cantiere Italia. All’evento, che ha vis­to la pre­sen­za di cit­ta­di­ni e addet­ti ai lavori, ha pre­so parte anche il leader di Rinasci­men­to, l’onorevole Vit­to­rio Sgar­bi e il pres­i­dente nazionale di RA, Mar­co Stra­no. In platea anche Michelan­ge­lo Letizia, respon­s­abile di Democrazia del Popo­lo. “Siamo molto con­tenti del­la rius­ci­ta di questo appun­ta­men­to elet­torale, in occa­sione del quale abbi­amo pre­sen­ta­to i nos­tri can­di­dati ai municipi e al Comune di Roma: una squadra com­pe­tente, forte, pro­fes­sion­ale e a lavoro ogni giorno per la tutela degli ani­mali di Roma”, ha com­men­ta­to Gabriel­la Caramanica.

Poi spazio al pro­gram­ma e alle pro­poste per la cit­tà: “Noi pen­si­amo a un ospedale vet­eri­nario, des­ti­na­to alle per­sone indi­gen­ti pro­pri­etari di ani­mali al fine di met­tere anche ques­ta cat­e­go­ria nel­la pos­si­bil­ità di pot­er adottare ani­mali dai canili; noi pen­si­amo alla riqual­i­fi­cazione delle aree cani e a un nuo­vo e più fic­cante rego­la­men­to comu­nale sul benessere degli ani­mali — ha affer­ma­to il seg­re­tario Cara­man­i­ca, che ha poi aggiun­to -. Abbi­amo inoltre par­la­to del grande busi­ness dei canili, del­la ques­tione dei cinghiali dei quali Roma è invasa e per i quali il nos­tro pro­gram­ma prevede azioni di con­teni­men­to delle ripro­duzioni. Insom­ma tante le pro­poste e tante idee per una Cap­i­tale real­mente a misura di ani­male, dopo cinque anni fal­li­men­ta­ri di giun­ta del­la sin­da­ca Vir­ginia Raggi”.