Marino, De Santis- De Felice: “Basta bugie: noi coerenti, spaccatura centrodestra dipesa da altri…”

Marino, De Santis- De Felice: “Basta bugie: noi coerenti, spaccatura centrodestra dipesa da altri…”

21/09/2021 0 Di Marco Montini

Hits: 61

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 301 volte!

“A pochi giorni dal voto con­tinuiamo a sen­tire in giro per il ter­ri­to­rio di Mari­no anco­ra tan­ta gente che non ha ben capi­to cosa sia accadu­to nel cen­trode­stra, pre­sen­tatosi divi­so a queste elezioni ammin­is­tra­tive. Molti cit­ta­di­ni, infat­ti, non han­no anco­ra chiari gli schiera­men­ti in cam­po ed è, dunque, bene sot­to­lin­eare che la spac­catu­ra del cen­trode­stra non è dipesa cer­ta­mente da noi, che al con­trario, siamo rimasti sem­pre coer­en­ti con le deci­sioni dei ver­ti­ci nazion­ali dei par­ti­ti del­la coal­izione, lavo­ran­do per unire e pre­sen­tar­si coesi per la con­quista di Palaz­zo Colon­na. Lo dici­amo per amor di ver­ità e per smen­tire tut­ti col­oro che — evi­den­te­mente spaven­tati dal radica­men­to e dal con­sen­so del­la nos­tra splen­di­da coal­izione — in questi giorni di cam­pagna elet­torale van­no in giro per la nos­tra cit­tà rac­con­tan­do illazioni, bugie e den­i­gran­do politi­ca­mente e umana­mente i sot­to­scrit­ti: un com­por­ta­men­to fuori luo­go, con­dannabile, e che rispe­di­amo al mit­tente. Det­to questo, siamo con­sapevoli del fat­to che la ver­ità è una e sfidi­amo i nos­tri detrat­tori a smen­tir­ci: noi avrem­mo volu­to un cen­trode­stra uni­to, aper­to, ampio e lo avrem­mo sostenu­to, dopo aver sot­to­scrit­to un doc­u­men­to con tut­ti i ver­ti­ci region­ali e provin­ciali dei par­ti­ti al tavo­lo, anche con can­dida­to Sin­da­co del­la coal­izione un noto espo­nente locale che oggi vedi­amo sor­ri­dente e abbron­za­to su tan­ti man­i­festi elet­torali… Doc­u­men­to, lo ricor­diamo, sot­to­scrit­to in piena estate anche e sopratut­to da quest’ultimo per­son­ag­gio che, tut­tavia, nel giro di pochi giorni ha poi avu­to la “bril­lante” idea di dis­conoscere il testo, insieme alla Lega e Forza Italia. Pref­er­en­do le ambizioni per­son­ali al bene di Mari­no e but­tan­do all’aria lo spir­i­to di unione e dial­o­go che ave­va ani­ma­to quel tavo­lo del cen­trode­stra. Appare solare, dunque, che “Mis­ter sor­riso”, insieme a Lega e Forza Italia, si sono assun­ti la respon­s­abil­ità polit­i­ca di spac­care il cen­trode­stra. Abbi­amo poco meno di due set­ti­mane per far capire tut­to ciò alla cit­tà di Mari­no e dare la pos­si­bil­ità ad ognuno di scegliere lib­era­mente chi sostenere sen­za però perdere mai di vista la ver­ità! Quel­la ver­ità che è inconfutabile, chiara, scrit­ta nei doc­u­men­ti non rispet­tati e sot­to gli occhi di tut­ti. Con­fron­ti­amo­ci su questo se ne avete cor­ag­gio e capac­ità, non sulle fan­donie che si van­no rac­con­tan­do in giro! Quel­lo che è cer­to è che la vit­to­ria o la scon­fit­ta del cen­trode­stra a Mari­no, inciderà sul­la vita di qua­si 50mila abi­tan­ti e di questo sen­ti­amo forte la respon­s­abil­ità! Noi siamo con­vin­ti di pot­er vin­cere e ben gov­ernare, scon­figgen­do le cam­pagne den­i­gra­to­rie di chi, come i nos­tri detrat­tori, con­sid­era illogi­ca­mente il cen­trode­stra una sor­ta di pro­pri­età pri­va­ta, un bene per­son­ale a pro­prio uso e con­sumo. Una con­cezione lon­tana anni luce dal nos­tro modo di pen­sare e agire: per noi la pri­or­ità res­ta e rimane il bene comune, Mari­no e la sua mer­av­igliosa comu­nità. Ques­ta è la stel­la polare che sta guidan­do la nos­tra cam­pagna elet­torale, e insieme alle sei liste che ci sosten­gono, con­tin­uer­e­mo a lavo­rare, nel­la con­sapev­olez­za mat­u­ra­ta che i cit­ta­di­ni sapran­no dis­cernere gli ego­isti e i bugia­r­di da chi, come noi, ha a cuore la rinasci­ta del­la nos­tra città”.

A sot­to­lin­ear­lo, in una nota, sono il can­dida­to sin­da­co Fab­rizio De San­tis e la can­di­da­ta prosin­da­co Gabriel­la De Felice, sostenu­ti in occa­sione delle elezioni ammin­is­tra­tive di Mari­no del 3 e 4 otto­bre dal­la coal­izione com­pos­ta da Fratel­li d’Italia, Cam­bi­amo-Rinasci­men­to, Cit­tà di Mari­no — Una Pag­i­na da scri­vere, Movi­men­to 2.0 De San­tis sin­da­co, Uni­ti si fa, e Mari­no Giovane.