Marino, De Santis-De Felice: “Sostegno al cittadino e sociale: ecco le nostre priorità”

Marino, De Santis-De Felice: “Sostegno al cittadino e sociale: ecco le nostre priorità”

16/09/2021 0 Di Marco Montini

Hits: 226

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 860 volte!

“Il cit­tadi­no di Mari­no è il ful­cro del­la nos­tra azione. La sua tutela dal pun­to di vista socio-assis­ten­ziale dovrà essere la via maes­tra dell’azione ammin­is­tra­ti­va”. Ad affer­mar­lo, in una nota, il can­dida­to sin­da­co Fab­rizio De San­tis e la can­di­da­ta prosin­da­co Gabriel­la De Felice, sostenu­ti in occa­sione delle elezioni ammin­is­tra­tive di Mari­no del 3 e 4 otto­bre dal­la coal­izione com­pos­ta da Fratel­li d’Italia, Cam­bi­amo-Rinasci­men­to, Cit­tà di Mari­no — Una Pag­i­na da scri­vere, Movi­men­to 2.0 De San­tis sin­da­co, Uni­ti si fa, e Mari­no Gio­vane. “Deside­ri­amo una nuo­va Mari­no capace di rimet­tere al cen­tro l’individuo che, attra­ver­so servizi e strut­ture effi­ci­en­ti, tornerà a sen­tir­si cit­tadi­no: assis­ti­to e accolto, con­sapev­ole e parte di una comunità”. 

Questi i val­ori e i prin­cipi ispi­ra­tori di De San­tis e De Felice per i quali l’aspetto socio-assis­ten­ziale rap­p­re­sen­ta uno dei pun­ti car­dine del pro­gram­ma elet­torale. Nel­la con­sapev­olez­za mat­u­ra­ta che il sociale rap­p­re­sen­ta uno stru­men­to pri­mario di dig­nità. Tante le idee e le pro­poste da con­cretiz­zare nel caso in cui De San­tis e De Felice fos­sero elet­ti a Palaz­zo Colon­na: “dalle fasce di decon­tribuzione per le attiv­ità mag­gior­mente dan­neg­giate dal Covid alla creazione e all’adeguamento di spazi di sva­go, di intrat­ten­i­men­to e di aggregazione sociale per bam­bi­ni e gio­vani. E anco­ra la real­iz­zazione di una “Casa dei Gio­vani”, con lab­o­ra­tori musi­cali, ludote­ca, spazi per esi­bizioni e prove, e la cos­ti­tuzione di un CID, il cen­tro diurno per anziani”. Ma non solo: “abbi­amo in mente di imple­mentare gli spazi per la terza età — pun­tu­al­iz­zano Fab­rizio De San­tis e Gabriel­la De Felice — al fine di con­trastare le con­dizioni di soli­tu­dine e abban­dono, e di imp­ie­gare gli anziani in attiv­ità di pub­bli­ca util­ità, dietro la cor­re­spon­sione di un con­trib­u­to eco­nom­i­co. Inoltre, un prog­et­to che ci sta molto a cuore è la imple­men­tazione degli “Orti Urbani” per creare una rete in gra­do di assi­cu­rare l’in­clu­sione sociale di sogget­ti svan­tag­giati attra­ver­so il lavoro agri­co­lo, ma anche unire le espe­rien­ze di “agri­coltura urbana” ad ambiti artis­ti­ci e cul­tur­ali”. Insom­ma, tante prog­et­tual­ità utili e real­iz­z­abili per ren­dere Mari­no più aper­ta e inclusiva.