SETTEMBRE GROTTAFERRATESE  AL VIA IL 2 SETTEMBRE AL PARCO PATMOS

SETTEMBRE GROTTAFERRATESE  AL VIA IL 2 SETTEMBRE AL PARCO PATMOS

01/09/2021 0 Di puntoacapo

Hits: 406

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1540 volte!

SETTEMBRE GROTTAFERRATESE  AL VIA IL 2 SETTEMBRE AL PARCO PATMOS: ATTUALITÁ, CULTURA, MUSICA, TRADIZIONI DI UNA CITTA’ TORNATA ALLA VITA

Il sindaco Andreotti e l’assessore Bosso: “Questa sarà l’edizione della rinascita. Un tributo alla memoria e all’impegno dell’indimenticabile Luciano Vergati, testimone della storia e dell’identità di Grottaferrata nell’ultimo mezzo secolo”

Al via giovedì 2 set­tem­bre l’edizione 2021 del Set­tem­bre Grotta­fer­ratese, tradizionale vet­ri­na d’eventi artis­ti­ci, folk­loris­ti­ci e cul­tur­ali che vede Grotta­fer­ra­ta divenire il cen­tro dei Castel­li Romani nel mese in cui la cit­tà criptense cel­e­bra nel­la mil­lenar­ia abbazia gre­ca, il giorno 26, pre­ce­du­to da un tradizionale, sug­ges­ti­vo e sen­ti­to trid­uo di preghiere, la ricor­ren­za del suo patrono e fonda­tore, San Nilo.

Oltre trenta saran­no gli even­ti e otto le loca­tion che ospit­er­an­no i numerosi avven­i­men­ti nel cor­so del mese.

Si trat­ta di un’edi­zione par­ti­co­lare del Set­tem­bre Grotta­fer­ratese, la sec­on­da del­la dram­mat­i­ca sta­gione, purtrop­po anco­ra in cor­so, del­la pan­demia da Covid-19, virus che nel­lo scor­so mese di novem­bre ha sot­trat­to a Grotta­fer­ra­ta la pas­sione, l’energia e la forza intel­let­tuale, morale e orga­niz­za­ti­va del vicesin­da­co e asses­sore alla Cul­tura, Luciano Ver­gati.

Pro­prio alla memo­ria dell’ex ammin­is­tra­tore, architet­to e decano del­la polit­i­ca grotta­fer­ratese sarà ded­i­ca­ta l’intera edi­zione del Set­tem­bre Grotta­fer­ratese 2021

“Luciano è sta­ta la vera ani­ma di ques­ta com­p­lessa e lun­ga man­i­fes­tazione nel cor­so degli anni” dichiara il sin­da­co Luciano Andreot­ti.

“In par­ti­co­lare per le ultime quat­tro edi­zioni, ivi com­pre­sa quel­la così forte­mente volu­ta, del­lo scor­so anno, che pro­prio lui volle definire un’edizione all’insegna del­la resisten­za. Parole che a rileg­ger­le oggi sus­ci­tano una emozione e una com­mozione anco­ra vivissime”.

“Tra le ered­ità mer­av­igliose che Luciano ci ha las­ci­a­to c’è la ria­per­tu­ra del Par­co Pat­mos, gia­rdi­no pub­bli­co adi­a­cente la scuo­la Fal­cone che estende il suo perimetro da via Garibal­di alla più ester­na via Roma, che pro­prio nel­la scor­sa edi­zione del Set­tem­bre è diven­ta­to uno dei pal­cosceni­ci nat­u­rali più bel­li e sig­ni­fica­tivi del Set­tem­bre Grotta­fer­ratese con Luciano sem­pre in pri­ma fila, in cias­cu­na delle ser­ate che si sono tenute in quell’elegante spazio ritrova­to. Al nuo­vo vicesin­da­co e asses­sore alla Cul­tura, Mar­co Bosso l’onore portare avan­ti tale impo­nente ered­ità nell’edizione che si appres­ta a par­tire. Un lasc­i­to che Mar­co da qua­si un anno sta con­ducen­do con rispet­to e una grande pas­sione per Grotta­fer­ra­ta, la sua iden­tità e la sua rep­utazione di cit­tà del­la cul­tura” con­clude il sindaco.

Pro­prio dai Gia­r­di­ni di Pat­mos, il giorno giovedì 2 set­tem­bre alle ore 18,00 pren­derà il via l’intera rasseg­na con lo start del­la sec­on­da edi­zione di Grotta­fer­rataIn­con­tra, gal­le­ria di appun­ta­men­ti all’insegna dell’attualità, del­la cul­tura, del­lo spet­ta­co­lo, del­lo sport a cura dell’Ufficio Stam­pa del Comune di Grottaferrata.

Pri­mi tra gli ospi­ti di ques­ta edi­zione saran­no il gior­nal­ista free­lance Michele Valente che assieme a Car­lo Romeo, diret­tore gen­erale del­la San Mari­no RTV, ci guiderà alla scop­er­ta degli “Incon­tri tra tele­vi­sione e lib­ri”. Altri appun­ta­men­ti con Grotta­fer­rataIn­con­tra 2021saran­no, sem­pre al Par­co Pat­mos, nei giorni di mart­edì 14, mart­edì 21 e mart­edì 28 set­tem­bre con tre altri appun­ta­men­ti da non perdere.

Ven­erdì 3, saba­to 4 e domeni­ca 5 set­tem­bre la Scuo­la Popo­lare di Musi­ca di Tes­tac­ciodiven­terà ospite “res­i­dente” sul pal­cosceni­co dei Gia­r­di­ni di Pat­mos con una pri­ma ser­a­ta, alle 21,15 di ven­erdì, quan­do sarà di sce­na l’Aju­ga­da Quar­tet, grup­po che inter­pre­ta il jazz come lin­guag­gio uni­ver­sale e due tar­di pomerig­gi, saba­to e domeni­ca quan­do, alle 18,30, si esi­bi­ran­no: il Go-Dex Quar­tet, omag­gio al grande sas­so­fon­ista Dex­ter Gor­don e il Coro Gospel SPMT, diret­to da Simona Bedi­ni e Sonia Can­niz­zo, che si pro­dur­rà nell’evento inti­to­la­to Free­dom che vedrà l’esecuzione di un pro­gram­ma arric­chi­to da pezzi soul, blues, gospel e del­la tradizione afroamericana.

Da seg­nalare anco­ra, sem­pre sul pal­cosceni­co dei Gia­r­di­ni di Pat­mos, giovedì 23 set­tem­bre in pri­ma ser­a­ta, a cura dell’associazione La Terz­i­na, l’originale spet­ta­co­lo a cura del Mae­stro Mario Alber­ti e dei pro­fes­sori Rino Caputo e Aldo Ono­rati, De Andrè legge Dante, sin­te­si aper­ta alla con­tem­po­raneità dell’omaggio che anche la Cit­tà di Grotta­fer­ra­ta ha riv­olto nel cor­so del 2021 al set­ti­mo cen­te­nario del­la scom­parsa del Som­mo Poeta.

Nel cor­so del pri­mo fine set­ti­mana del Set­tem­bre, a cura dell’associazione Ce ste­va na vota, le porte del Par­co Tra­iano torner­an­no ad aprir­si alla tradizione grotta­fer­ratese con l’attesa Pri­ma Sagra del­la Frit­tel­la che sarà inau­gu­ra­ta saba­to 4 set­tem­bre alle 10,30 alla pre­sen­za del sin­da­co e delle altre autorità civili, mil­i­tari e reli­giose con gli stand che apri­ran­no dalle 11 e rester­an­no aper­ti fino alla ser­a­ta dei domeni­ca 5 set­tem­bre con repli­ca e altre attrazioni nel cor­so del fine set­ti­mana suc­ces­si­vo, da ven­erdì 10 a saba­to 12 settembre. 

Tra i pro­tag­o­nisti dell’edizione 2021 del Set­tem­bre Grotta­fer­ratese tro­ver­e­mo quin­di, nel sec­on­do fine set­ti­mana, pres­so la Scuo­la Fal­cone, l’associazione Fras­cati Scien­za che darà vita a inter­es­san­ti Sci­ence Party. 

Ven­erdì 10 set­tem­bre in piazzetta Euge­nio Con­ti, a cura del Movi­men­to del Foco­lare e del Comune di Grotta­fer­ra­ta, si ter­rà l’importante cer­i­mo­nia di con­fer­i­men­to del­la cit­tad­i­nan­za ono­raria a Chiara Lubich.

Numerosi appun­ta­men­ti nel cor­so del mese saran­no in pro­gram­ma anche pres­so la bib­liote­ca comu­nale “Bruno Martel­lot­ta” tra i quali l’evento con­clu­si­vo del mese ded­i­ca­to alla memo­ria dell’amatissimo Pro­fes­sor Clau­dio Puoti, medico di fron­tiera, noto per le sue imp­rese di sol­i­da­ri­età nel Mediter­ra­neo, sulle navi del­la Mari­na mil­itare, da sem­pre oper­ante negli ospedali dei Castel­li Romani, pri­mario di Epa­tolo­gia all’Ini di Grotta­fer­ra­ta e infet­tivol­o­go, tes­ti­mone in pri­ma lin­ea nel­la battaglia con­tro la pan­demia di Covid-19.

“Se la scor­sa edi­zione è sta­ta quel­la del­la resisten­za, come ebbe a dire il caro e indi­men­ti­ca­to mio pre­de­ces­sore Ver­gati – aggiunge l’assessore alla Cul­tura, Mar­co Bosso – ques­ta non può che essere l’edizione del­la rinasci­ta. Abbi­amo mes­so insieme un palinses­to di even­ti davvero ampio e var­ie­ga­to che potrà tornare a porre Grotta­fer­ra­ta al cen­tro del­la curiosità e dell’interesse dei nos­tri concit­ta­di­ni e degli ospi­ti che vor­ran­no vis­itar­ci nel cor­so di questo Set­tem­bre. Sarà anco­ra una vol­ta un piacere e un onore per cias­cun cit­tadi­no di Grotta­fer­ra­ta – con­clude Bosso – met­tere in luce la mer­av­iglia degli oltre mille anni di vita del­la nos­tra comu­nità, ispi­ra­ta, fon­da­ta e gui­da­ta dal­la trac­cia indelebile del suo pro­tet­tore San Nilo”.