PROSEGUE A SETTEMBRE ‘DIMORE SONORE, IL FESTIVAL DELLE VILLE TUSCOLANE”

PROSEGUE A SETTEMBRE ‘DIMORE SONORE, IL FESTIVAL DELLE VILLE TUSCOLANE”

01/09/2021 0 Di puntoacapo

Hits: 271

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1158 volte!

PROSEGUE PER TUTTO IL MESE DI SETTEMBRE ‘DIMORE SONORE. FESTIVAL DELLE VILLE TUSCOLANE” CON SPETTACOLI E CONCERTI

VISITE GUIDATE “DI VILLA IN VILLA” NEI WEEKEND 

Il programma, suscettibile di variazioni, è disponibile su www.irvit.it

Dopo il suc­ces­so esti­vo con­tin­ua per tut­to il mese di set­tem­bre il pro­gram­ma Dimore Sonore, il Fes­ti­val delle Ville Tus­colane. Un cartel­lone di pre­gio pro­mosso dal­la Regione Lazio, orga­niz­za­to da I.R.Vi.T., l’Istituto Regionale per le Ville Tus­colane, e che vedrà la col­lab­o­razione dell’Accad­e­mia Vivar­i­um Novum, del­la Fon­dazione Romaeu­ropa, del­la Scuo­la Popo­lare di Musi­ca di Tes­tac­cio e delle asso­ci­azioni del ter­ri­to­rio.

Ad aprire il ric­co cal­en­dario, saba­to 4 set­tem­bre alle ore 21 in col­lab­o­razione con Romaeu­ropa Fes­ti­val, “The Joy­ful Human”: un dis­pos­i­ti­vo filosofi­co-per­for­ma­ti­vo di crit­i­ca mate­ri­ale del­la gioia a cura di Ric­car­do Fes­ta, ispi­ra­to all’opera The Per­fect Human di Jor­gen Leth. Come in un esper­i­men­to sci­en­tifi­co osservi­amo ciò che defini­amo “l’essere umano gioioso”. Vogliamo stu­di­ar­lo, sapere chi è, cosa fa, per­ché fa quel­lo che fa e come lo fa. Chi è questo essere umano? Pre­sen­ta­to in antepri­ma asso­lu­ta per la ser­a­ta pres­so le Scud­erie Aldo­bran­di­niThe Joy­ful Human incon­tra l’organismo sonoro cura­to dal com­pos­i­tore Daniele Roc­ca­to, assumen­do la for­ma di un con­cer­to dal vivo per cor­po e contrabbasso. 

Domeni­ca 5 set­tem­bre alle 18.30, Vil­la Mergè farà da cor­nice all’appuntamento “Swing Song” con la Big Fat Band diret­ta da Mas­si­mo Pirone. Un prog­et­to ded­i­ca­to a Frank Sina­tra, Ella Fitzger­ald, Duke Elling­ton e allo swing degli anni ’30 e ’40 con un reper­to­rio che spazia dai clas­si­ci del­la can­zone amer­i­cana ai brani swing delle gran­di orchestre del­l’e­poca. La Big Fat Band è una big band clas­si­ca arric­chi­ta da quat­tro voci fem­minili. Mas­si­mo Pirone dirige e cura gli arrangiamenti.

Giovedì 9 set­tem­bre alle 21 alle Scud­erie Aldo­bran­di­ni grande atte­sa per “Back to Bach”, dalle suites per vio­lon­cel­lo a oggi e ritorno, con Nico­la Ciaf­foni e Luca Franzetti al vio­lon­cel­lo. Dram­matur­gia di Gio­van­na Scar­doni e assis­ten­za alla dram­matur­gia di Giu­lia­maria Basile. Regia di Nico­la Ciaffoni.

Sem­pre alle Scud­erie Aldo­bran­di­ni, saba­to 11 set­tem­bre alle 18.30 ci sarà “Astor. Il ragaz­zo con il ban­doneón”, spet­ta­co­lo per i 100 anni dal­la nasci­ta di Astor Piaz­zol­la. Il prog­et­to artis­ti­co è di Michele di Fil­ip­po, il testo a cura di Pao­la Sarci­na. Inter­preti ed ese­cu­tori saran­no: Mar­i­ano Mar­tin Navone al bandoneon/clarinetto, Michele Di Fil­ip­po alla chi­tar­ra, Mar­i­ano Gat­ta alle per­cus­sioni, accom­pa­g­nati dai bal­leri­ni Den­nys Fer­nan­dez Esco­bar e Matilde Bec­ca­ria. Toma­so Thel­lung de Courte­lary sarà la voce nar­rante e Tia­go Navone la voce di Astor bam­bi­no. Pro­duzione Music The­atre Inter­na­tion­al, con il patrocinio dell’Ambasciata del­la Repub­bli­ca Argenti­na in Italia.A Vil­la Grazi­oli, domeni­ca 12 set­tem­bre alle 18.30 appun­ta­men­to con “Black Mar­ket” di Fer­raz­za-Allul­li – Baron. Un trio for­ma­to da alcu­ni dei migliori gio­vani solisti del jazz romano che eseguiran­no brani stori­ci e com­po­sizioni orig­i­nali con un approc­cio improvvisati­vo tra inno­vazione e tradizione. Mar­cel­lo Allul­li: sax tenore, Jacopo Fer­raz­za: con­tra­b­bas­so, Erman­no Baron: batteria.

Saba­to 18 set­tem­bre alle 18.30 a Vil­la Fal­conieri, in col­lab­o­razione con l’Accad­e­mia Vivar­i­um Novum, l’attesissimo “Echos Wood­wind Quar­tet”, la musi­ca per tastiera di J. S. Bach attra­ver­so le trascrizioni e gli adat­ta­men­ti per quar­tet­to di fiati del com­pos­i­tore amer­i­cano Robert Willer Mann.

Il prog­et­to nasce alla fine degli anni ’90 del sec­o­lo scor­so e rac­coglie una parte del lavoro anco­ra ined­i­to che R. Mann ha ded­i­ca­to al quar­tet­to Echos: un felice esper­i­men­to di inter­pre­tazione che dimostra l’in­fini­ta grandez­za e ver­sa­til­ità del­la musi­ca di Bach. Con Giuseppe Pelu­ra al flau­to, Flavio Troiani all’oboe, Pao­lo Mon­tin al clar­inet­to e Mau­ro De Vita al fagot­to. Ingres­so Gratuito.

Domeni­ca 19 set­tem­bre alle 21, pro­tag­o­nista sarà “La Luna” con il Bil­li Brass Quin­tet diret­to da Mas­si­mo Bar­to­let­ti. Un cine-con­cer­to intera­mente ded­i­ca­to alla luna e alle stelle. Lo spet­ta­co­lo, a metà fra cin­e­ma e musi­ca, inizierà con la proiezione e sonoriz­zazione dal vivo di Le Voy­age dans la Lune di Georges Méliès a cui seguirà un sog­nante itin­er­ario musi­cale che avrà la luna come pro­tag­o­nista e spazierà dal­la musi­ca clas­si­ca al jazz fino alla musi­ca rock, pop e alle colonne sonore del grande cin­e­ma. “Bil­li Brass Quin­tet”: Gabriele Pag­gi e Davide Bar­toni alla trom­ba; Gabriele Ric­ci al corno; Flavio Pan­nac­ci al trom­bone; Gugliel­mo Pas­torel­li alla tuba; Mas­si­mo Bar­to­let­ti alla direzione (loca­tion in via di definizione).

Ven­erdì 24 set­tem­bre si tor­na a Vil­la Mergè. Alle 18.30 si esi­birà l’Orches­tra Clas­si­ca del­la Scuo­la Popo­lare di Musi­ca di Tes­tac­cio nata all’in­ter­no del­la Scuo­la Popo­lare di Musi­ca di Tes­tac­cio. L’Orchestra pro­pone un reper­to­rio clas­si­co dal baroc­co ai giorni nos­tri, non dis­deg­nan­do la musi­ca anti­ca, le espe­rien­ze del­la musi­ca con­tem­po­ranea e di altri lin­guag­gi e tradizioni oppor­tu­na­mente adat­tati e trascrit­ti per l’or­gan­i­co stru­men­tale. Il diret­tore è Mas­si­mo Munari.

Sem­pre a Vil­la Mergè, saba­to 25 set­tem­bre alle 18.30, appun­ta­men­to con “I Trova­tori” di Nico­la Pugliel­li, ospite Gabriele Coen. Una rielab­o­razione in chi­ave gip­sy-swing delle musiche trat­te dal “Il Trova­tore” di Giuseppe Ver­di. Un prog­et­to tut­to ital­iano tra tradizione e sper­i­men­tazione, cura­to da Nico­la Pugliel­li con il grup­po de “I Trova­tori”. Nico­la Pugliel­li, Rober­to Nico­let­ti, Luca Pagliani alle chi­tarre, Bruno Zoia al con­tra­b­bas­so, Gabriele Coen sas­so­foni e clarinetto.

Anco­ra un appun­ta­men­to a Vil­la Mergè, domeni­ca 26 set­tem­bre alle 18.30,con Gio­van­na Mari­ni e il Coro Del Can­to Nec­es­sario di Monte Porzio Catone, diret­to da Francesca Fer­ri e Gio­van­na Mari­ni. Un lab­o­ra­to­rio musi­cale per­ma­nente che, sot­to la gui­da di Gio­van­na Mari­ni, stu­dia ed esegue i can­ti del­la tradizione popo­lare con­tad­i­na, i melis­mi ed i testi legati alla tradizione, il legame con le fun­zioni sociali pagane e religiose.

Con­tin­ua, inoltre, il pro­gram­ma delle vis­ite gui­date nelle ville Tus­colane. L’I.R.Vi.T., l’Istituto Regionale per le Ville Tus­colane, con “Di Vil­la in Vil­la” pro­muove un ciclo di vis­ite gui­date nelle Ville Tus­colane tra ele­gan­ti dimore, son­tu­osi gia­r­di­ni, casali del con­ta­do, edi­fi­ci reli­giosi, siti arche­o­logi­ci e cen­tri stori­ci del territorio.

Con un team di guide spe­cial­iz­zate, i vis­i­ta­tori potran­no immerg­er­si nelle atmos­fere dell’epoca e vis­itare anche luoghi nor­mal­mente inac­ces­si­bili al pub­bli­co. A bor­do di un esclu­si­vo bus, nel week­end, si riper­cor­rerà la sto­ria di queste ele­gan­ti res­i­den­ze rinasci­men­tali e dell’intero sito, par­tendo dal­la fon­dazione di Tus­cu­lum e del suo ager alla rinasci­ta cinque-sei­cen­tesca con la costruzione delle Ville, pas­san­do per gli anni del Grand Tour fino ai giorni nostri. 

Gra­zie alla sin­er­gia tra l’I.R.Vi.T. e le asso­ci­azioni del ter­ri­to­rio, che accom­pa­g­n­er­an­no i grup­pi in totale sicurez­za e nel rispet­to delle attuali norme san­i­tarie, sarà pos­si­bile fruire in maniera strut­tura­ta e sicu­ra dell’inestimabile pat­ri­mo­nio di sto­ria, arte e cul­tura delle Ville Tuscolane.

Sul sito www.irvit.it sono già disponi­bili date e itin­er­ari delle prime vis­ite gui­date fino al 26 set­tem­bre. Si parte saba­to 4 set­tem­bre alla scop­er­ta di Vil­la Sora, Vil­la Mergè e del­la Tenu­ta di Pietra Porzia e il 5 set­tem­bre con Vil­la Grazi­oli e Vil­la Mon­drag­one. L’11 set­tem­bre sarà la vol­ta del Museo Arche­o­logi­co nazionale dell’Abbazia di San Nilo a Grotta­fer­ra­ta e di Vil­la Aldo­bran­di­ni, con visi­ta al Teatro delle Acque e Sala del Par­na­so e il 12 set­tem­bre a Casale Sen­ni, Casale Mon­tani e Vil­la Mondragone.

PROGRAMMA VISITE GUIDATE “DI VILLA IN VILLA”

 

Parten­za alle ore 9:30 dal­la stazione di Fras­cati dove ci sarà la navet­ta ad atten­dere i visitatori.

Il cos­to del bigli­et­to è di €10 per gli adulti. 

Gra­tu­ito per i bam­bi­ni fino ai 12 anni. 

La preno­tazione è obbli­ga­to­ria invian­do una mail a prenotazioni@irvit.it.

PROGRAMMA “DIMORE SONORE. FESTIVAL DELLE VILLE TUSCOLANE”

Il Cos­to del bigli­et­to è di 10 euro + dirit­ti di prevendita. 

Per infor­mazioni: info@irvit.it / mob.3757026213

PREVENDITE BIGLIETTI 

QUINTA PRIMA TICKET SERVICE 

06 – 94018086 — info@quintaprimaticket.i

E in tut­ti i pun­ti ven­di­ta del cir­cuito box office

http://www.boxofficelazio.it/C2/Content.aspx/Punti_Vendita

Pre­ven­dite on line:

https://www.boxol.it/it/advertise/festival-delle-ville-tuscolane/350792