MARINO, DE SANTIS-DE FELICE: “PER COLIZZA COSTA CASELLE C’E’ MA SOLO SOTTO ELEZIONI. CON TANTO DI LETTERINA AUTOCELEBRATIVA…”

MARINO, DE SANTIS-DE FELICE: “PER COLIZZA COSTA CASELLE C’E’ MA SOLO SOTTO ELEZIONI. CON TANTO DI LETTERINA AUTOCELEBRATIVA…”

31/08/2021 0 Di Marco Montini

Hits: 153

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 653 volte!

“Per il sin­da­co e can­dida­to sin­da­co, Car­lo Col­iz­za, Cos­ta Caselle c’è, ma sola­mente a ridos­so delle elezioni, con tan­to di let­te­ri­na auto­cel­e­bra­ti­va… ha impara­to in fret­ta il prode pri­mo cit­tadi­no di Mari­no da quel modo di fare di quel­la “vec­chia polit­i­ca”, che sul­la car­ta i grilli­ni han­no sem­pre con­tes­ta­to, ma da cui nel­la prat­i­ca trag­gono peren­nemente ispi­razione. Con risul­tati defici­tari per la nos­tra cit­tà, ormai sot­to gli occhi di tut­ti, dopo cinque anni di immo­bil­is­mo isti­tuzionale e inef­fi­cien­za ammin­is­tra­ti­va. E l’esempio lam­pante è pro­prio Cos­ta Caselle, quartiere vastis­si­mo, una cit­tà nel­la cit­tà, che vive caren­ze infra­strut­turali pre­oc­cu­pan­ti. Ebbene, nonos­tante non sia sta­to capace di apportare alcu­na seria e nuo­va pro­gram­mazione urban­is­ti­ca per l’effettiva rigen­er­azione del quartiere, Col­iz­za adesso fa fin­ta di ricor­dar­si di Cos­ta Caselle, dan­do il là ad una serie di inter­ven­ti dal mero sapore elet­torale. E, come se non bas­tasse, ha pure il cor­ag­gio — anzi, la fac­cio tos­ta — di imbu­care nel­la cas­set­ta del­la pos­ta dei res­i­den­ti, let­ter­ine auto­cel­e­bra­tive, facen­do cam­pagna elet­torale con il logo del Comune di Mari­no. Un com­por­ta­men­to, oltre che politi­ca­mente scor­ret­to e inop­por­tuno, con­dannabile anche dal pun­to di vista eti­co e morale. Le cose sono due: o il sin­da­co e can­dida­to sin­da­co Col­iz­za è affet­to da bipo­lar­is­mo galop­pante o “ce sta a pro­va”… ma i cit­ta­di­ni di Mari­no sono sapi­en­ti e non si faran­no ingannare dal furbet­to grillino”.

Così, in una nota, il can­dida­to sin­da­co al Comune di Mari­no, Fab­rizio De San­tis, in tick­et col can­dida­to prosin­da­co, Gabriel­la De Felice.