Rimini, la Regione Siciliana promuove le eccellenze di turismo, imprese hi-tech e formazione

Rimini, la Regione Siciliana promuove le eccellenze di turismo, imprese hi-tech e formazione

20/08/2021 0 Di puntoacapo

Hits: 80

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 555 volte!

Meeting di Rimini, la Regione Siciliana promuove le eccellenze di turismo, imprese hi-tech e formazione

Tur­is­mo, tec­nolo­gia e inno­vazione, for­mazione. La Regione Sicil­iana è pre­sente al Meet­ing di Rim­i­ni, dal 20 al 25 agos­to, con un’area espos­i­ti­va pro­mossa dal­la Pres­i­den­za del­la Regione e dagli asses­so­rati region­ali delle Attiv­ità Pro­dut­tive e del Tur­is­mo per met­tere in vet­ri­na le sue eccellenze. 

In pri­mo piano la pro­mozione tur­is­ti­ca dell’Isola con tutte le sue mer­av­iglie architet­toniche, cul­tur­ali e pae­sag­gis­tiche. In un vide­owall scor­rono le immag­i­ni più belle del­la Sicil­ia e gli spot del Prog­et­to See Sici­ly (seesicily.regione.sicilia.it), il pac­chet­to di incen­tivi con cui la Regione “offre” a chi viene in Sicil­ia una notte in alber­go ogni due acquis­tate, oltre ad altri servizi (escur­sioni, tour gui­dati, immer­sioni). «Essere pre­sen­ti a Rim­i­ni — affer­ma l’asses­sore al Tur­is­mo, Man­lio Messi­na — per il gov­er­no Musume­ci è un’altra impor­tante occa­sione per met­tere in mostra l’eccezionale pat­ri­mo­nio del­la nos­tra ter­ra, invogliare i vis­i­ta­tori a venire e sostenere il set­tore dell’incoming tur­is­ti­co. Abbi­amo investi­to 75 mil­ioni di euro nei pac­chet­ti “See Sici­ly”, i risul­tati sono molto sod­dis­facen­ti e ci dan­no ragione. La Sicil­ia è una delle mete più get­to­nate di ques­ta estate e i numeri lo con­fer­mano: sono 2 mil­ioni e 300 mila le pre­sen­ze com­p­lessive reg­is­trate tra giug­no e luglio e si va ver­so il tut­to esauri­to per agos­to; abbi­amo un incre­men­to del 110% di pre­sen­ze e arrivi di stranieri rispet­to al 2020 con­tro una pre­vi­sione Isnart del 30% in più; seg­ni­amo un 30% in più di pre­sen­ze degli ital­iani rispet­to al 2020 e persi­no il 6% in più rispet­to all’es­tate 2019, quan­do anco­ra il Covid non c’era».

«L’appuntamento del Meet­ing — aggiunge l’asses­sore alle Attiv­ità pro­dut­tive, Mim­mo Tura­no — è una preziosa oppor­tu­nità per pre­sentare le eccel­len­ze sicil­iane, quelle tur­is­tiche ma anche quelle pro­dut­tive, in par­ti­co­lare nel cam­po dell’innovazione. Esser­ci, inoltre, seg­na di fat­to il ritorno del­la Sicil­ia alle man­i­fes­tazioni nazion­ali e inter­nazion­ali in presenza».
Sul fronte dell’innovazione, infat­ti, pre­sente nell’area espos­i­ti­va del­la Regione anche il Dis­tret­to Mec­ca­tron­i­ca del­la Sicil­ia che rag­grup­pa com­p­lessi­va­mente 110 imp­rese oper­an­ti nei set­tori del­la mec­ca­ni­ca, dell’automatica, dell’elettronica, dell’informatica, con­ta 2.500 addet­ti e svilup­pa un fat­tura­to com­p­lessi­vo di oltre 300 mil­ioni di euro. Indus­tria avan­za­ta 4.0, pro­mozione delle smart city, tutela dell’ambiente, alta for­mazione, con­sumo con­sapev­ole e agroal­i­menta­re intel­li­gente sono nel­la mis­sion del Dis­tret­to che, nel­la pri­ma fase del­la pan­demia, ha pro­mosso la ricon­ver­sione di molte aziende cre­an­do il pri­mo polo pro­dut­ti­vo del Sud Italia di mascher­ine, calzari, tute, caschi, gel igi­en­iz­zante. Altra scommes­sa, la creazione del Polo Mec­ca­tron­i­ca Val­ley, otte­nen­do da Invi­talia la ges­tione dell’incubatore di Ter­mi­ni Imerese per lo svilup­po di prog­et­ti sui temi del Pnrr e sosteg­no alle start-up. A Rim­i­ni sono quat­tro le aziende del Dis­tret­to pre­sen­ti: Klain Robot­ics, Ray­botics, Delisa soft­ware e Fas­ten. Pre­sen­tano prog­et­ti inno­v­a­tivi legati a tec­nolo­gie per la san­i­fi­cazione, robot­i­ca, servizi per la pub­bli­ca ammin­is­trazione, realtà aumen­ta­ta e vir­tuale, telemed­i­c­i­na, con­trol­lo di ges­tione per i Comu­ni, servizi sociali. 

All’interno dell’area espos­i­ti­va del­la Sicil­ia spazio anche al Cef­pas, il Cen­tro per la for­mazione per­ma­nente e l’aggiornamento del per­son­ale del servizio san­i­tario del­la Regione Sicil­iana (cefpas.it). Com­pe­ten­za mat­u­ra­ta nel cam­po del­la for­mazione e del­la salute pub­bli­ca, metodolo­gie e tec­nolo­gie all’avanguardia a sup­por­to dell’apprendimento e dif­fu­sione delle best prac­tices cos­ti­tu­is­cono il pat­ri­mo­nio del Cef­pas che, negli ulti­mi anni, ha imple­men­ta­to nuovi servizi e avvi­a­to il per­cor­so di dig­i­tal­iz­zazione del sis­tema san­i­tario regionale sicil­iano. A Rim­i­ni il Cef­pas pre­sen­ta i servizi che offre e le novità che lo atten­dono a breve: dal­la for­mazione degli oper­a­tori del sis­tema socio-san­i­tario alle attiv­ità di prog­et­tazione edilizia san­i­taria, dal­la telemed­i­c­i­na alla san­ità dig­i­tale sino alle attiv­ità del Cemedis (il Cen­tro mediter­ra­neo di sim­u­lazione), espe­rien­za uni­ca nel Sud-Italia che dispone delle più avan­zate tec­nolo­gie come i sim­u­la­tori ad alta fedeltà di pazi­en­ti adul­ti, pedi­atri­ci e ostetrici.