Roma/Lazio . Il PCI presente a Roma nel sostegno delle ragioni in difesa di Cuba e contro l’arroganza USA

Roma/Lazio . Il PCI presente a Roma nel sostegno delle ragioni in difesa di Cuba e contro l’arroganza USA

27/07/2021 0 Di Maurizio Aversa

Hits: 559

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2644 volte!

Il seg­re­tario del PCI Lazio ad un incon­tro su Cuba a Marino


“Non sveliamo alcun mis­tero nel ricor­dare che gli USA spes­so, trop­po spes­so, nelle varie par­ti del­la ter­ra, e con per­vi­ca­cia quan­do si trat­ta dei Pae­si dell’America del Sud e di Cuba, cer­ca di insin­uar­si con putch mil­i­tari, con com­plot­ti desta­bi­liz­zan­ti, con provo­cazioni orga­niz­zate con­tro le libere scelte dei popoli e delle nazioni indipen­den­ti. – com­men­ta Oreste del­la Pos­ta, seg­re­tario del PCI Lazio – Per questo, dopo gli ulti­mi accadi­men­ti, dopo l’ennesima provo­cazione statu­nitense, non solo il popo­lo cubano è sce­so in piaz­za a dife­sa del­la riv­o­luzione e del­lo Sta­to social­ista, ma ha anche fat­to appel­lo al sosteg­no internazionale.

Dal­la piaz­za, parten­za ver­so l’am­bas­ci­a­ta cubana con i pro­mo­tori a sostenere la paro­la d’or­dine: in pri­ma fila anche Mau­ro Albore­si seg­re­tario PCI


Noi vedi­amo che in tut­to il mon­do non è man­ca­to. Siamo da sem­pre al fian­co di Cuba, come ricor­da nel­la attual­ità anche il com­pag­no seg­re­tario Mau­ro Albore­si che pri­ma del­la pan­demia si è reca­to pro­prio nel­la ter­ra di Cas­tro e del Che.”. Nel pro­prio con­trib­u­to alla man­i­fes­tazione, il seg­re­tario del Par­ti­to Comu­nista Ital­iano si è pro­nun­ci­a­to “Chieden­do di stare con Cuba sen­za se e sen­za ma. Per­ché, come det­to anche dagli altri sosten­i­tori la dife­sa del social­is­mo è la dife­sa del popo­lo cubano costret­to a vivere da 60 anni in con­dizioni di ristret­tezze a causa del bloc­co Usa che ha imped­i­to a Cuba un nor­male pro­gres­so. Per noi comu­nisti, ma anche per mil­ioni di per­sone aman­ti del­la lib­ertà, com­bat­tere l’im­pe­ri­al­is­mo è difend­ere l’umanità.”.

Dietro lo striscione dei comu­nisti del­lo Sri Lan­ka, anche alcu­ni espo­nen­ti del PCI e di Italia Cuba


”Anche oggi, — sot­to­lin­ea Del­la Pos­ta — come dimostra­no le nos­tre moti­vazioni enun­ci­ate da Albore­si, e come dimostra la nos­tra qual­i­fi­ca­ta e grande parte­ci­pazione alla man­i­fes­tazione di ieri con­clusa nell’abbraccio all’ambasciata di Cuba a Roma”. Il carat­tere forte­mente uni­tario, gra­zie soprat­tut­to alla preziosa attiv­ità dell’Associazione Nazionale di Ami­cizia Italia Cuba, ha det­to a chiare let­tere anche nel nos­tro Paese che la parte sana d’Italia, non si schiera coi poten­ti per con­ve­nien­za e per giochi geopoliti­ci del­lo scac­chiere mondiale.

Mau­ro Albore­si, seg­re­tario nazionale PCI, inter­viene durante la man­i­fes­tazione di sol­i­da­ri­età con Cuba, di fronte l’am­bas­ci­a­ta cubana in Roma(foto Riza Sinani)


Noi comu­nisti e tut­ti quan­ti han­no con pas­sione riven­di­ca­to in piaz­za le ragioni di Cuba, sti­amo tes­ti­mo­nian­do che non è casuale che il 90 per cen­to delle risoluzioni per togliere il bloc­co crim­i­nale USA ai com­mer­ci cubani è con­tro USA e Israele suo sta­to-com­pare, così come non è casuale che la stra­grande mag­gio­ran­za del popo­lo cubano non dichiara, ma persegue – e l’abbiamo ascolta­to nelle parole dell’ambasciatore cubano – il pro­prio cre­do: o Patria o morte!. Il Par­ti­to Comu­nista Ital­iano, e ringrazio del­la mobil­i­tazione le decine e decine di com­pag­ni del Lazio, lo han­no dimostra­to anche in ques­ta occa­sione.”. Purtrop­po va ril­e­va­to che subito, di fronte a questo grande moto inter­nazionale sol­i­dale, qualche man­i­na di provo­ca­tori ha, nel­la notte get­ta­to bombe incen­di­arie nel­la sede dell’ambasciata di Cuba a Pari­gi. Il min­istro degli Esteri cubano Bruno Rodríguez ha denun­ci­a­to l’at­to ter­ror­is­ti­co e ha incol­pa­to il gov­er­no degli Sta­ti Uni­ti per l’in­ci­dente. Il min­istro degli Esteri ha descrit­to l’at­tac­co alla sede diplo­mat­i­ca come un atto ter­ror­is­ti­co e ha det­to sul suo account Twit­ter che Wash­ing­ton è respon­s­abile di questi even­ti, a causa delle sue con­tin­ue cam­pagne con­tro la nazione caraibi­ca, che incor­ag­giano tali comportamenti.

Inter­ven­to del­l’am­bas­ci­a­tore José Car­los Rodríguez Ruiz


L’Am­bas­ci­a­ta di Cuba riceve l’ab­brac­cio del­la man­i­fes­tazione solidale