“La Regione penalizza la ferrovia lumaca@

“La Regione penalizza la ferrovia lumaca@

20/07/2021 0 Di Marco Montini

Hits: 65

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 358 volte!

“Ritar­di, can­cel­lazioni, dis­servizi, assem­bra­men­ti: ben­venu­ti sul­la Roma-Lido, la fer­rovia dei dis­perati dimen­ti­ca­ta dalle isti­tuzioni”. Lo dichiara il can­dida­to in Campi­doglio nelle liste del­la Lega Michel Mar­i­ta­to, che in tan­dem con l’avvocato Angela Leonar­di stig­ma­tiz­za l’inerzia e il rim­pal­lo di respon­s­abil­ità tra Regione e Comune. “Li chi­amerei dis­pet­ti isti­tuzion­ali – ironiz­za Mar­i­ta­to – sono le scher­maglie tra i due enti di cui fan­no le spese i cit­ta­di­ni. Il con­trat­to di servizio dell’infrastruttura, che è di pro­pri­età del­la Regione Lazio, è molto chiaro: le manuten­zioni stra­or­di­nar­ie sono pre­rog­a­ti­va dell’ente guida­to da Nico­la Zin­garet­ti che pur di met­tere in cat­ti­va luce Vir­ginia Rag­gi — che cer­to in fat­to di trasporti (e non solo) non ha mai bril­la­to – in tan­ti anni di gov­er­no alla gui­da del­la Regione sul­la Roma Lido non ha investi­to un euro”. Il can­dida­to insiste sul­la attuale situ­azione del­la lin­ea, che tan­to sta penal­iz­zan­do i pen­dolari e i vacanzieri, con­sid­er­a­to che siamo in piena estate. “Non si dove­va arrivare alla situ­azione attuale, con i treni sop­pres­si causa tar­di­va manuten­zione, la fre­quen­za di molto ridot­ta e gli assem­bra­men­ti sui vago­ni, un invi­to al virus del Covid a spri­gionare tut­ta la sua forza. Arriva­ta allo stremo, con le cosid­dette ‘Frec­ce del Mare’ (nel­la foto)bisog­nose di revi­sione per­ché rap­p­re­sen­ta­vano un peri­co­lo per tut­ti, la Regione non ha potu­to fare altro che sop­primere i con­vogli, con grave dis­capi­to per i cit­ta­di­ni, una vera sci­agu­ra”, chiosa Maritato.