Sport, Lanuvio alle Olimpiadi con Massimo Grassi

Sport, Lanuvio alle Olimpiadi con Massimo Grassi

14/07/2021 0 Di Marco Montini

Hits: 57

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 396 volte!

Ques­ta mat­ti­na, allo Sta­dio comu­nale di Lanu­vio, dove si sta svol­gen­do il cen­tro esti­vo sporti­vo comu­nale, l’Amministrazione Comu­nale ha salu­ta­to il concit­tadi­no Mas­si­mo Gras­si, che lune­di’ par­ti­ra’ alla vol­ta di Tokyo.
A set­tem­bre 2019, sul sito del­la FIPE si leggeva:
“La Fed­er­azione Ital­iana Pesis­ti­ca stac­ca il suo pri­mo bigli­et­to per le Olimpia­di di Tokyo 2020 e lo fa gra­zie alla des­ig­nazione di Mas­si­mo Gras­si quale Uffi­ciale di gara. Mas­si­mo Gras­si, classe ’64, è com­po­nente CNUG e Pres­i­dente del Comi­ta­to Regionale Lazio, ed ha una lun­ga espe­rien­za nel­la Pesis­ti­ca, pri­ma come atle­ta, poi come uffi­ciale di gara. Gras­si inizia la sua car­ri­era nel 1991, pri­ma come uffi­ciale di gara in ambito regionale poi nel 1995 in ambito nazionale; la qual­i­fi­ca di T.O. inter­nazionale di sec­on­da cat­e­go­ria arri­va nel 2012, e infine nel 2015 il com­ple­ta­men­to del per­cor­so con la qual­i­fi­ca di pri­ma cat­e­go­ria. Una nom­i­na, quel­la di Uffi­ciale di Gara dei prossi­mi Giochi Olimpi­ci, in coeren­za con la car­ri­era di Mas­si­mo Gras­si, che solo pochi mesi fa ha ottenu­to la Stel­la di bron­zo al mer­i­to sporti­vo per attiv­ità dirigenziale.”
Mas­si­mo, nato e res­i­dente a Lanu­vio ave­va fonda­to qui, insieme all’attuale asses­sore Mario Di Pietro, oggi pre­sente alla man­i­fes­tazione, l’associazione pesis­ti­ca Lanu­vio. Com­moven­ti i ricor­di dei due amici-colleghi.
Pre­sen­ti alla man­i­fes­tazione il Sin­da­co Lui­gi Galieti e l’Assessore allo sport Vale­ria Vigli­et­ti, orga­niz­za­trice del cen­tro esti­vo e dell’odierna man­i­fes­tazione. “E’ impor­tante — sot­to­lin­eano gli Ammin­is­tra­tori Comu­nali — conoscere e far conoscere ai piu’ pic­coli chi rende grande la nos­tra Cit­tà. Mas­si­mo e’ l’esempio con­cre­to che con sac­ri­fi­cio e pas­sione si pos­sono rag­giun­gere gran­di risul­tati. Il sog­no di Mas­si­mo era quel­lo di arrivare alla mas­si­ma com­pe­tizione, non lo ha real­iz­za­to da atle­ta ma da tec­ni­co. Il suo mes­sag­gio a tut­ti i bam­bi­ni e’ sta­to pro­prio quel­lo di lottare per rag­giun­gere gran­di obiettivi”.

A Mas­si­mo Gras­si e’ sta­to con­seg­na­to in dono un gink­go bilo­ba, un albero antichissi­mo le cui orig­i­ni risal­go­no a 250 mil­ioni di anni fa, sim­bo­lo di resisten­za e rinasci­ta , essendo sta­ta l’unica specie a soprav­vi­vere all’esplosione del­la bom­ba nucleare su Hiroshima.
Lanu­vio, 14 luglio 2021