MILANO, CARAMANICA(RA): “NO A SPAZI COMUNALI PER FESTA SACRIFICIO”

MILANO, CARAMANICA(RA): “NO A SPAZI COMUNALI PER FESTA SACRIFICIO”

07/07/2021 0 Di Marco Montini

Hits: 47

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 310 volte!

Anche quest’anno, come Riv­o­luzione Ani­mal­ista, ci ritro­vi­amo a com­mentare con indig­nazione e rab­bia la cosid­det­ta Fes­ta del Sac­ri­fi­cio, una tradizione musul­mana che prevede lo sgoz­za­men­to di un ovi­ni, capri­ni, bovi­ni o came­li­die con la reci­sione del­la giugu­lare che per­me­t­ta al sangue di defluire. Una prat­i­ca che con­dan­ni­amo con fer­mez­za e deci­sione per­ché in forte con­trasto con ogni for­ma di civiltà e dig­nità umana e ani­male. Per lo svol­gi­men­to di ques­ta “fes­ta” spes­so i Comu­ni con­ce­dono spazi pub­bli­ci, come accadu­to ad esem­pio l’anno scor­so a Milano, dove fu con­ces­so l’ex Pala­trussar­di, sus­ci­tan­do gius­ta­mente polemiche e critiche. L’auspicio è che in questo 2021 si pos­sano evitare errori del genere e, in ques­ta direzione, ci appel­liamo alle ammin­is­trazioni comu­nali di tut­ta Italia affinché non si diano spazi di pro­pri­età comu­nale per la Fes­ta del Sac­ri­fi­cio. La vita e i dirit­ti degli ani­mali sono fon­da­men­tali e van­no dife­si da pratiche macabre e non civili”.
Così, in una nota, il seg­re­tario nazionale di Riv­o­luzione Ani­mal­ista, Gabriel­la Caramanica.